Il biglietto da 110 lire


Descrizione: Biglietto ATAC da 110 lire erogato sull’autobus da un distributore. I bigliettai venivano sostituiti da una macchina.
Aggiunta da Antonio Perrone

3 Responses

  1. Massimo Meli ha detto:

    li ricordo tutti e due… :)

  2. Loredana Diana ha detto:

    Antonello Galli
    C’erano anche i biglietti di colore grigio che venivano venduti a 25 lire prima delle ore 8,00 tanto tanto tempo fa….

    Cristina Di Domenico
    Vero erano grigi quelli da venticinque in un altro post ho scritto azzurrini … ma mi sbagliai :)

    Raffaele Criscuolo
    i biglietti prima ancora, erano di mezza corsa e di corsa intera e ad alcune fermate i bigliettaio era pure alle fermate come alla stazione termini e a mote savello. poi è venuta l’automazione è vero che l’ATAC ha risparmiato eliminando i fattorini ma quanti non pagano piu’ il biglietto?

    Raffaele Morsella
    Ed il bigliettaio diceva: “25 termina!”

    Carlo Grossi
    Il biglietto da 110 lire si pagava sui notturni, se ben ricordo. Esempio: Termini-San Basilio1

    Enrico Roccatani
    Ricordi bene..ma non solo sui notturni: ricordo che il 163 , che oggi si ferma a Piazzale del Verano, era considerata linea ‘speciale'(appunto faceva la linea Termini-S.Basilio): costava appunto 110 lire.

    Giovanni Tokugawa Kaiblinger
    In che anno?

    Zio Iuko
    ‎110 lire era sulla linea Roma-Tivoli

    Carlo Grossi
    Il 110 lire credo sia durato alla fine anni ’70.

    Alessandro Ferri
    Mi sbaglio o il 163 veniva esercitato con i Fiat 306 Macchi (ex servizio turistico per il Giubileo)?

    Andrea Frasca
    noo..mai fatto con i 306 Macchi…anche perchè caricava parecchio..molto più dei 48 posti “nominali” di quelle vetture..c è sempre stato materiale ordinario

    Alessandro Ferri
    Ok, grazie.

  3. LuiginoDelMonaco ha detto:

    io ricordo che prima delle ore otto si pagava 10 lire io parlo del periodo anni 50 inizio 60,poi ci stava anche una altra tarriffa secondo il percorso si pagava secondo la lunghezza del tragitto un saluto da luigi .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *