Via di Santa Maria in Monticelli

Via di Santa Maria in Monticelli


Descrizione: Casa detta di San Paolo in via di Santa Maria in Monticelli
Anno: (?)
Fotografo: (?)
Fonte: “Roma e Lazio negli Archivi Alinari”
Aggiunta da Roma Sparita

3 Responses

  1. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Ilaria Marchionni se
    si trova a piazza S.Paolo alla Regola alle spalle del ministero di Grazia e Giustizia, chiamata dai romani, SPAOLINO ALLA REGOLA

    Roberto Pagani
    Il Ministero di Grazia e Giustizia fu edificato demolendo decine e decine di edifici medievali di questo quartiere.

    Michele Pezzulli
    Ciao!Sapete,io abito proprio lì…ma se è il posto che dite voi…caspita quant’è cambiato…proprio non lo riconosco…

    Fabrizio Francavilla
    Che emozione, San Paolo alla Regola N 16 e’ sulla sinistra…Li c’e’ nato mio papa’ di fronte ci sarebbe stata la trattoria di mia nonna fino al 1973, con accando il mitico alimentari di Luciano.

    Paola Rulli
    oddio io ci sono nata..luciano da anni non c’è più ma potete rivedere il suo negozio nel film di verdone ,borotalco dove il padre di lei è il proprietario dell’alimentari…caro vecchio luciano mi mancano i suoi modi sempre gentili..oddio come sono vecchia!!!!!

    Paola Marelli
    La facciata a sinistra e’ da tanti anni sede della Biblioteca Centrale Ragazzi (Via San Paolo Alla Regola)

    Carlo Grossi
    Paolo di Tarso (poi S. Paolo Apostolo), era cittadino Romano e nell’arrivare a Roma nel ’60 ca. nel suo terzo viaggio fu accolto dalla comunita’ ebraica romana e si intallo’ vicino al Ghetto, esattamente, dice la
    tradizione, dove poi fu costruita la chiesa di San Paolo alla Regola.Fu vittima di Nerone.

    Nadia Margiotta
    Negli anni ’55-’60 prima di Luciano c’era il Bar di Vittorio dove noi bambini andavamo a comprare il gelato “giollino” per poter vincere un pallone e poi giocare nella piazza. Subito dopo, la salumeria del Sig. Renato e della Sig.a Lucia che ricordo sempre con tanto affetto. Più avanti nello slargo dove ora c’è la Biblioteca c’era Peppe il falegname e la tintoria della Sig.a Silvana…….. A noi piccoli ci bastava poco per giocare…. qualche sasso, una palla, un gesso per la campana e un pezzetto di legno per giocare a “nizza”….. BEI RICORDI!

    Angelo Restaino
    Una domanda: avete presente la ciminiera che si vede appena dietro le case di San Paolo, tenendo Santa Maria di Monticelli alla propria destra? Qualcuno sa cos’è? Non riesco a trovarne notizia da nessuna parte! grazie :)

  2. Avatar Andrea ha detto:

    Forse era una fabbricai, ma di cosa? E sulle sponde del Tevere? Se era lì è perché alla fabbrica serviva acqua? e a quale fabbrica serviva acqua per la catena produttiva? mattoni? Era proprio a ridosso del fiume se sorse dopo il 1870. Dopo la breccia di Porta Pia Roma pullulava di fabbriche di mattoni. Ma io non ho mai visto immagini dell’epoca con fabbriche costruite vicino all’argine del fiume. Quindi o è stata eretta dopo il rifacimento degli argini con i muraglioni e quindi in sicurezza anche contro le piene oppure non mi spiego un motivo plausibile per costruire a ridosso di un fiume che esondava spesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *