Casal de’ Pazzi


Descrizione: Casale dei Pazzi, tra via Nomentana e Via di Casal de’ Pazzi. Il Casale deve il suo nome alla Famiglia Pazzi che ne diventò proprietaria intorno alla metà del 1400 e che lo modificò secondo le proprie esigenze
Anno: 1950
Fotografo: Luciano Morpurgo
Fonte: ICCD
Aggiunta da Maurizio Rauco

2 Responses

  1. Loredana Diana ha detto:

    Simone Rizzuti 
    Quando ero piccolo era sede del ristorante “La torre” oggi su via Tiburtina, e dopo, per un breve periodo di una scuola di musica, prima di essere dichiarato inagibile.

    Marco Camilli 
    tra il ’92 e il ’94 circa è stato anche centro sociale, poi brutalmente sgombrato…

    Adriano De Bonis 
    esatto.. confermo..

    Dario Biselli 
    ‎…confermo…

    Camillo Valentini 
    Confermo, questo e’ il castello de’ Pazzi iangolo via nomentana via c. de’ Pazzi…si puo’ die che ci sono nato..li vicino

    Luigi Giustini 
    Non mi risulta, la villa De Pazzi angolo nomentana/via casal de pazzi è sempre stata una abitazione privata mentre invece tra la nomentana e il circolo di tennis nomentano c’era la torre ristorante e poi centro sociale

    Carlo Grossi 
    ‎@Luigi-Confermo, Casal de’ Pazzi non è ”La Torre”, quella sta un pò più inlà per uscire da Roma. Ma è altrettanto antica, non è quella che si vede in queste pagine, mi ricordo la Torre da prima che fosse ristorante, cioè anni 58 in poi, ci scorrazzavo.

    Lia Civardi 
    oggi non di vede quasi piu’ davanti c’e’ un distributore di GPL e un’officina di auto a gas…che scempio!

    Pino De Rosis 
    Fino a qualche anno addietro era in proprietà ai duchi Grazioli, che possedevano anche la tenuta di Saccopastore, ai primi del 1900.Saccopastore fu dato in affittanza alla Famiglia Casorri. Il latte ivi prodotto, di gran qualità veniva fornito alla Real Casa. La Tenuta di Saccopastore è nota per esservi stato ritrovato un cranio neanderthaliano, studiato dal prof. Sergi e dal barone prof. Blanc

    Fabio Mancini 
    tenuta di saccopastore era un cava di pozzolana …

    Simone Rizzuti 
    Mi correggo questa è la tenuta oggi all’angolo tra nomentana e zanardini, se non sbaglio abitata oggi dalla stilista Laura Biagiotti che, credo di ricordare, qualche tempo fa ha anche pubblicato un libro fotografico sulle bellezze all’interno delle stanze.

    Simone Rizzuti 
    Quello di cui parlavo prima è la villa di Farinacci, poi ristorante La Torre e centro studi musicali, poi centro sociale, oggi in ristrutturazione per la costruzione di una biblioteca comunale.

  2. Massimo Ercolani ha detto:

    Confermo la proprietà’ dei Grazioli ,mio padre ufficiale pilota di Stato Maggiore fu invitato dai Grazioli , all,epoca amici di famiglia, ad una festa di capo d’anno al castello ed io mi ricordo di grandi saloni con molte armature medievali lungo le pareti e caminetti accesi nei quali si poteva stare seduti dentro. Avevo cinque o sei anni . Successivamente, purtroppo, uno degli eredi decise, per motivi economici, di vendere una parte del parco, ove furono costruite ville

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *