Viale Libia Viale Libia

Viale Libia


Descrizione: Viale Libia
Anno: Anni ’60
Fotografo: (?)
Fonte: Tratta da ebay Millecartoline
Aggiunta da Carlo Galeazzi

2 Responses

  1. Alessandro Ferri ha detto:

    Viale Libia è chiaramente visibile sullo sfondo, e finisce in corrispondenza di Piazza Sant’Emerenziana (si intravede la facciata della Chiesa). La strada moderna in primo piano è Via delle Valli, importante arteria che congiunge Piazza Gondar con Piazza Conca d’Oro. E’ un lungo, ampio rettilineo scandito da più arcate in cemento armato, che scavalcano diverse linee ferroviarie, la Tangenziale Est e, soprattutto, il fiume Aniene. La strada è ben visibile in costruzione, in alcuni fotogrammi del film “Parigi o cara” del 1962 (diretto da Vittorio Caprioli, con Franca Valeri): venne aperta al traffico il 17 gennaio del 1963, ed è assai probabile che questa immagine sia stata scattata a ridosso di quei giorni. La sorprendente ripidezza della rampa iniziale, partendo da Piazza Gondar, è dovuta all’esigenza di consentire la realizzazione futura della Tangenziale Est che, sebbene prevista già dal PRG del 1959, fu realizzata soltanto a partire dal 1989, ed inaugurata ad inizio estate del 1990. Via delle Valli rimase priva dello spartitraffico centrale fino al 1981 circa: la sua collocazione fu accelerata anche per il verificarsi di gravi incidenti stradali.

  2. cesare ha detto:

    Di questa foto evidenzierei un dettaglio. Le tende da sole sull’angolo destro dell’inizio di viale Libia individuano lo storico bar pasticceria Motta. Locale signorile e di qualità gastronomica che disponeva di numerosi tavolini all’aperto (!). Il che depone a onore di Motta e del Quartiere di allora e sconforta per l’attuale stato di degrado di quell’angolo e del quartiere di oggi.
    Sulla sinistra, all’imbocco di Via Lago Tana, c’era Romoli – più tardi trasferito a viale Eritrea – a sostenerne il confronto. Attività che contribuivano entrambe fattivamente al decoro di un’area residenziale e commerciale medio-borghese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *