Via di Pescheria (scomparsa)


Descrizione: Via di Pescheria (scomparsa), al Portico d’Ottavia
Anno: fine 800
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Roma Sparita

5 Responses

  1. Lucia Prandi ha detto:

    pescheria, non peschiera

  2. Loredana Diana ha detto:

    Roberto Pagani
    Il Ghetto fu demolito alla fine degli anni ottanta dell’ottocento.Una Commissione statale per il Piano Regolatore impose al Comune di farlo.

    Orazio Guandalini
    ‎..verrebbe voglia di farne una riproduzione in scala.. visto mai mi ..girasse il boccino..ahahah

    Marco Spada
    ‎@Roberto: mi pare di ricordare che quando fu demolito il ghetto, fondamentalmente per far posto agli argini, al lungotevere e al Tempio Maggiore si era in un periodo, oltretutto, di sostanziale pace tra Cattolici (benché Laici) ed Ebrei e alla demolizione delle case seguì un risarcimento che consentì l’insediamento della popolazione ebraica in altre zone di Roma (Monteverde e l’attuale Piazza Bologna).
    Durante l’occupazione nazifascista il vecchio ghetto fu scelto come “centro” delle operazioni contro la popolazione ebraica più per un motivo simbolico (la presenza del consiglio ebraico e del tempio) che per un motivo demografico.

    Roberto Pagani
    Caro Marco,nel periodo da te accennato,i rapporti tra Stato italiano e comunita’ebraica erano molto buoni,molti avevano combattuto alle battaglie risorgimentali e partecipavano alla vita pubblica.Tra l’altro,anche il famoso sindaco Nathan era ebreo.Non so dirti dei risarcimenti…bisognerebbe avere notizie dagli amici della Comunita’ che intervengono sul forum.Comunque,il 16-10-43,gli Ebrei romani vivevano in molti quartieri centrali e della periferia storica,ma,al Ghetto,ne erano rimasti parecchi…; per loro,purtroppo,fu piu’ facile cadere,pertanto,nella rete di Kappler.

  3. per quello che ne so il quartiere fu demolito per “motivi di salute”: era un’area particolarmente malsana e le condizioni igieniche disastrose dopo 300 anni e oltre di chiusura forzata su una superficie di appena 3 ettari continuamente interessata dalle esondazioni del vicinissimo tevere. non mi risultano risarcimenti e gli ebrei che lasciarono la zona furono quelli più ricchi che tornarono poi negli anni ’70 quando la zona divenne di pregio mentre i più poveri furono costretti ad andarsene (in maggior parte nella zona marconi). nel 1943 l’area dell’ex ghetto era ancora abitata prevalentemente da ebrei e il 16 ottobre furono deportate 1024 persone tra cui oltre 200 bambini e ne tornarono 15, tra questi una sola donna. la presenza ebraica nei quartieri vicino a piazza bologna e quartiere africano è quasi totalmente tripolina, ebrei cacciati da gheddafi da un giorno all’altro nel 1967.

  4. Lucia Prandi ha detto:

    va corretta la dicitura: Pecherìa e non Peschiera

  5. Lucia Prandi ha detto:

    Pescherìa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.