Roma Sparita - Campo De' Fiori Roma Sparita - Campo De' Fiori

Campo De’ Fiori


Descrizione: Campo De’ Fiori – Cinema Farnese
Anno: 1976 ca
Fotografo: (?)
Fonte: Archivio Unità
Aggiunta da Carlo Galeazzi

123 Responses

  1. Bei tempi quando abitavamo a via dei Giubbonari !! che bei ricordi !!

  2. Quanti film visti al Farnese

  3. ricordo di aver visto dei bellissimi film al Farnese in quegli anni..

  4. Mi ricordo che ci andavo ! Se non sbaglio cinema d’essai

  5. Mi ricordo che ci andavo ! Se non sbaglio cinema d’essai

  6. A quei tempi a Campo de fiori andavamo a prendere il ” fumo “. Se qualcuno ricorda sempre in quel periodo un bar fece bucare i cucchiaini da caffè perché i più viziati li rubavano per fare altre cose ma quando si sparse la voce andò ancora peggio perché i turisti se li tenevano come ricordo! ????

  7. A quei tempi a Campo de fiori andavamo a prendere il ” fumo “. Se qualcuno ricorda sempre in quel periodo un bar fece bucare i cucchiaini da caffè perché i più viziati li rubavano per fare altre cose ma quando si sparse la voce andò ancora peggio perché i turisti se li tenevano come ricordo! ????

  8. Tanti ricordi legati alla mia gioventu’! Perche’ non riaprono questi cinena, dove ad un prezzo accessibile, e’ possibile rivedere film di culto? A Roma ce ne erano diversi ed erano sempre pieni!

  9. Tanti ricordi legati alla mia gioventu’! Perche’ non riaprono questi cinena, dove ad un prezzo accessibile, e’ possibile rivedere film di culto? A Roma ce ne erano diversi ed erano sempre pieni!

  10. Non me lo ricordavo cosi ‘ scaciato!!!!

  11. Non me lo ricordavo cosi ‘ scaciato!!!!

  12. É aperto e funzionante, link alla programmazione sopra.

  13. É aperto e funzionante, link alla programmazione sopra.

  14. Mitico cinema d’essai in una cornice unica … campo de fiori, giubbonari, p.zza farnese. Ecc :-)

  15. Quanti film ci ho visto che posti meravigliosi

  16. Vicino c’era la scuola ( Trento e Trieste ) la mia scuola

  17. Bella campo de fiori !!!!!!!!

  18. Quando in tutto c’erano due bar e la vineria

  19. Al cinema davano Barry Lindon di Kubrick….

  20. a fianco di Pavoncello all’altra parte di via de Giubbonari, abitava un mio amico,Zito….chissa che fine ha fatto. abbiamo fatto il militare a trieste, correva l’anno 1973-74. fumo a volonta !!!

  21. a fianco di Pavoncello all’altra parte di via de Giubbonari, abitava un mio amico,Zito….chissa che fine ha fatto. abbiamo fatto il militare a trieste, correva l’anno 1973-74. fumo a volonta !!!

  22. Però che degrado. Poi hanno restaurato la palazzina asinistra e scoperto una facciata rinascimentale carinissima.

  23. Quante passeggiate per Via dei Giubbonari.

  24. Quante passeggiate per Via dei Giubbonari.

  25. Mamma mia quanto era bella! Piena di storia, ogni mattone ti sussurrava vicende antiche <3

  26. Chiericoni Mimmo ha detto:

    Ai miei tempi all,uscita del cinema c’era scoppoletta che vendeva la castagnaccia,erano tempi che ci voleva poco per essere felice.

  27. Era in piazza Santa Maria in Trastevere. :)

  28. Tutti i sabati. Ciclo Bergman, ciclo Esenstain ciclo Antonioni, ciclo…..

  29. L’ultima volta che sono entrata al Farnese è stato nel 1993; ci ho visto “Mary per Sempre”
    Mi fa piacere che sia ancora in funzione. Lì vicino c’era una famosa latteria, punto di ritrovo dei movimenti studenteschi e degli hippies. Tempi passati, finiti, che non torneranno più.
    ?

  30. A piazza Farnese nel 1976 non ci si poteva passare …era ritrovo di feccia : dai tossici ai comunisti ai criminali comuni…

  31. Sono cresciuto poco distante nella zona tra campo de fiori e via Arenula. Il negozio a sx del cinema era una friggitoria e sfornata ” bombe” a richiesta, sempre calde facendole rotolare dall’alto su dei piani coperti di zucchero.

  32. Quanti film ci ho visto….!

  33. Bellissimo ricordo di vita
    Mio padre aveva il banco li vicino
    Che posti meravigliosi !!!!

  34. Bellissimo ricordo di vita
    Mio padre aveva il banco li vicino
    Che posti meravigliosi !!!!

  35. Mi piacerebbe rivedere una foto anni 90 del mercato..

  36. Mi piacerebbe rivedere una foto anni 90 del mercato..

  37. Quante serate passate lì, proprio agli inizi degli anni ’70!

  38. Quante serate passate lì, proprio agli inizi degli anni ’70!

  39. Ultime lacrime versate lì, tra fumo di sigaretta e suggestioni , mentre proiettavano Nuovo Cinema Paradiao

  40. Ultime lacrime versate lì, tra fumo di sigaretta e suggestioni , mentre proiettavano Nuovo Cinema Paradiao

  41. Perché questa Roma è sparita? La rivoglio!!

  42. Perché questa Roma è sparita? La rivoglio!!

  43. Quante volte con le mie sorelle ci siamo andate che bei ricordi anche a piazza Farnese con le due fontane io abitavo a via Monserrato che nostalgia

  44. Una volta andai al Farnese a vedere “Il ristorante di Alice” era domenica pomeriggio, pieno di gente e nel pubblico c’era Aldo Moro. Fu applaudito da tutti eppure eravamo praticamente solo extraparlamentari. Chissá se qualcuno di questo gruppo era presente?

  45. Vero! Il bar di ” zio Toto ” di fianco al Farnese. Nei cucchiaini cuocevano l’eroina.

  46. Roma dicembre 2011 – sguardo su Campo de’ Fiori dal cinema Farnese

  47. Ci sono stata tante volte!!!cinema d’essa!

  48. Quanti films ho visto in quel cinema

  49. A quel tempo era un cinema dove, con un economico biglietto, potevi già assistere a film appena usciti dalla “prima visione”. Quanti ne ho visti!

  50. A quel tempo era un cinema dove, con un economico biglietto, potevi già assistere a film appena usciti dalla “prima visione”. Quanti ne ho visti!

  51. Al cinema d’essai Farnese ho visto i famosi film impegnati e d’autore degli anni ’70. Pipponi incredibili che oggi non rivedrei sicuramente!

  52. Al cinema d’essai Farnese ho visto i famosi film impegnati e d’autore degli anni ’70. Pipponi incredibili che oggi non rivedrei sicuramente!

  53. Adriano di Piazza Capo di Ferro ha detto:

    Campo de Fiori era ( e in parte lo è ancora ) il mercato mattutino del Centro di Roma, dove per andare ad un supermercato andavi in Viale Trastevere alla Standa , il resto erano botteghe. Del Farnese mi ricordo quando trovarono una vittima per overdose mentre proiettavano ” Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino ” …..

  54. Io abitavo proprio lì dietro a piazza Navona!

  55. A Campo de’Fiori davanti al cinema Farnese nel 1976 non ci si poteva passare …era ritrovo di feccia : dai tossici agli spacciatori ai comunisti ai criminali comuni…

  56. Campo de Fiori non si può catalogare perché ci sono oppure ci sono state delle persone poco raccomandabili, e come se parlando del Colosseo lo screditassimo perché i leoni mangiavano i cristiani.

  57. A me pare ancora tutto così.

  58. Era un dipinto, non c’è più niente!

  59. Mio padre, che in piazza Campo de’ Fiori ci ha lavorato dal 1968 al 2003, mi raccontava come, insieme ai tossicodipendenti, frequentavano la piazza i cosidetti sessantottini, cioé gli studenti, i lavoratori e gli intellettuali che hanno reso possibile la rivoluzione culturale di quegli anni, di cui ancora godiamo i benefici (divorzio, diritto all’aborto, femminismo). Campo de’ Fiori ne era il cuore, fulcro delle manifestazioni di protesta e scontri con la polizia. Tanti ragazzi si sono rifugiati dai manganelli dietro la saracinesca della sua macelleria. Era una Roma degradata, ma anche popolare, ma anche viva e pulsante di cambiamenti, di ideali. Una Roma provinciale, dove chi portava la barba veniva fermato regolarmente dalla volante locale, ogni santo giorno del calendario, anche se sapevano che era il macellaio di quartiere, perché la barba era segno di appartenenza politica, e la portavano anche i brigatisti.

    • E’ vero! I ragazzi avevano l’eskimo e le ragazze le mini,un po’ lunghe, e si facevano le assemblee e si ands a al cinema a vedere la corazzata Potiemkim(?)…. Bei tempi ,per me certo,malgrado I toss ici!!!

    • Noto la sensibilitá di tutti qui nei confronti di persone che hanno un problema DI SALUTE. Non si chiamano tossici e neanche feccia, ma tossicodipendenti. É scientificamente provato che la tendenza a sviluppare una dipendenza da abuso di sostanze é una condizione genetica addirittura si trasmette in famiglia. Sono persone MALATE, e soprattutto sono PERSONE. Dover precisare questo a chi ha pure fatto il sessantotto mi riempie di amarezza.

  60. Valeria io ero una liceale , all’epoca ! Avevamo ideali , credevamo di poter cambiare la societa’ ! Di migliorarla , e qualcosa si e’ fatto ! Ora c’e’ un piattume , i giovani che fanno ? Valeria mi rivolgo a te perche’ mi sembri la piu’ informata ! ??????

  61. VALERIA e PAOLA RITA,sul fatidico ’68 abbiamo tutti le idee un po’ confuse,compresi i cosiddetti intellettuali che ci hanno “azzuppato il pane”,come si dice qui a Roma. Tendiamo ognuno a connotare il ’58 come un movimento rivoluzionario ma tale non è stato. Tuttaltro. Se approfondite le analisi capirete che è stato un movimento le cui premesse erano state gettate dal neo capitalismo e non da partiti rivoluzionari. Il protocapitalismo doveva esalare l’ultimo respiro per far posto a un modo produrre aggressivo e tecnologicamente avanzato. Sul mercato dovevano essere presentati beni di consumo di massa e quindi la società andava rinnovata,sconquassata e rinnovata da capo a fondo. Fu lo stesso neo capitalismo a diffondere l’ideale dell’antiautoritarismo,non furono ne’ i comunisti,ne’ i conservatori e,tanto meno, i reazionari.
    Quando Pier Paolo Pasolini nel ’68 scrisse la famosa accusa di “figli della borghesia” al Movimento Studentesco ( dopo i fatti di Valle Giulia) intendeva dire che gli studenti lavoravano per il Re,non per la rivoluzione ,lavorano per preparare una società compatibile con l’avvento del nuovo capitalismo,peggiore del fascismo quanto a omologazione delle coscienze.
    Il divorzio e l’aborto sono riforme che ogni società neo capitalista vuole ottenere perchè ogni riforma che disgrega il modello della famiglia classica torna utile al mercato dei beni di consumo prodotti dalla sua industria.
    Ragazzi,una vera rivoluzione intacca a fondo i rapporti di produzione,i rapporti di scambio ,i rapporti tra il gruppo sociale dominante e il gruppo sociale subordinato. Il ’68 non ha fatto niente di tutto ciò.
    A Piazza Campo de’ Fiori ci ho preso qualche manganellata nel ’72 ,insieme a un corteo delle femministe .
    Anche il cinema Farnese era un luogo di appuntamenti. Quando nel ’74 c’era timore di un colpo di stato tutti volevamo vederci per accordarci come evitare brutte sorprese. Tutti al Farnese.
    Cerchiamo di passare una bella giornata nonostante la callaccia romana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *