Roma Sparita - Campo de' Fiori

Campo de’ Fiori


Descrizione: Campo de’ Fiori. Viola era un famoso norcino, a Luglio chiudeva la salumeria e diventava un negozio di scarpe
Anno: 1950
Fotografo: Collezione Masson
Fonte: American Accademyin Rome
Aggiunta da Carlo Galeazzi

34 Responses

  1. Avatar Mimi Diamond ha detto:

    Veramente era a Campo de’ Fiori… e mi ha sempre stupito come da venditori di salsicce, si potesse diventare venditori di zoccoletti di legno e scarpe di gomma (non era un negozio di scarpe tradizionale, vendevano giusto queste cose), chissà che strana licenza avevano!

  2. Avatar Irene Virgili ha detto:

    bel ricordo cmq…noto la borsa della spesa della signora che si usava in quegli anni….ricordo che era di pelle (!!!) a piccoli scacchi colorati..erano borse piccole perchè dovevano contenere solo la spesa quotidiana….che si faceva giorno per giorno !!

  3. Avatar Lucia ha detto:

    Buonasera, vivo dalla nascita in via del pellegrino, e, dalla foto che vedo della norcineria Viola, credo si tratti di Campo de fiori e non
    di via dei Giubbonari; tra l’altro il portone che si vede nella foto, penso sia lo stesso che si trova tutt’ora accanto alla norcineria (sempre
    Viola).

    • Avatar Cesare Galieti ha detto:

      E’ vero,Viola è su Campo de’ Fiori e non su via dei Giubbonari. Mio padre aveva il banco sulla piazza di abbacchi e polli quindi ho un ricordo preciso di Viola ( una delle figlie , tra l’altro , era amica di mia sorella ). All’inizio della stagione estiva , mia mamma mi prendeva le scarpe di corda proprio da Viola….

  4. Proprio vicino a dove sono nata e dove vivevo allora, via de’ Coronari 236 !!!!!!!!

  5. Vero,lo ricordo. Anche io Daniela,via dei coronari 14a.

  6. Io me lo ricordo l’odore restava. Che m’avete fatto ricorda’💕💕💕💕💕

  7. Chiedo scusa a Roma sparita , ‘ ma Viola è rimasto ancora oggi a Campo di fiori dov’è sempre stato

  8. C’è una scena di cui ragazzo fui testimone, in quella norcineria poi ripresa anche in un film, un giovanotto entrò con una cesta sulla spalla nella quale dentro c’èra un bambino le salsicce prendevano come un lampadario andando proprio all’interno della cesta il ragazzo chiese un etto di sfrizzoli uscendo insieme ad un chilo di salsicce!

  9. La pelle delle tomaie era sempre morbidissima, ovviamente. Forse troppo.

  10. Era ancora viva questa usanza e non solo qua

  11. Viola d estate vendeva le ciabatte e l inverno maiale

  12. Come in Inghilterra….le macellerie di carne suina in estate vendevano cappelli

  13. Viola sempre stato a campo….mai ai giubbonari

  14. Forse c’è un errore , Viola era a Campo de’ Fiori no in via Dei Giubbonari

  15. Campo de’ Fiori! Ci compravo d’estate i miei sandali blu con i buchi…

  16. Si in effetti e’ Campo de’ Fiori, la descrizione originale del fotografo e’ errata, abbiamo corretto :)

  17. I0 qui ci sono nata ora è tutta un altra cosa aimé

  18. Ricordo il negozio: l’estate vendeva anche cappelli di paglia.

  19. Ora vendita di vestiario…e basta !

  20. Credo che nel gergo “norcino”si chiamassero scarafagottari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *