Roma Sparita - Piazza Venezia

Piazza Venezia

Piazza Venezia
Descrizione: Piazza Venezia prima delle demolizioni per la realizzazione del Vittoriano. Al centro il Palazzetto Venezia che sarà “girato” sul lato meridionale. Verranno demoliti il Palazzo Torlonia a sinistra e la Torre di Paolo III sullo sfondo.
Anno: 1880/1885
Fotografo: Ettore Roesler Franz
Fonte: Roma Scomparsa nelle fotografie di Ettore Roesler Franz (C.Bernoni, R.Mammucari) Newton Compton Editori
Aggiunta da Sandro Bardaro

14 Responses

  1. un crimine contro l’umanità

  2. il vittoriano? sicuro non è tutta ‘sta bellezza…

  3. ho visto gli altri progetti…forse ci ha detto bene…:-)

  4. è solo uno dei tanti “crimini urbanistici” compiuti in nome di un’ideologia, ma la storia comincia molto, ma molto tempo prima … a tal proposito consiglio la lettura di “La distruzione di Roma Antica” di Rodolfo Lanciani … alla fine del libro probabilmente non sarete felici, ma avrete almeno la consapevolezza di “chi” ha distrutto la nostra città e di “cosa” è andato distrutto (purtroppo.

  5. gli scempi li hanno fatti in tutte le epoche, è una malattia italiana!

    • Avatar maurizio ha detto:

      Guarda il buon Veltroni cosa ha combinato con l’ara pacis, e li è stato fatto sotto gli occhi di tutti non c’era un dittatore fascista..

  6. Grazie davvero della collezione di foto e delle didascalie.

  7. E’ davvero irriconoscibile Piazza Venezia vista così!

  8. Avatar maurizio ha detto:

    Bella , ma un pò anonima……..concordo che il vittoriano è un UFO atterrato da Marte che non centra proprio nulla con il tessuto urbanistico in cui è posto….una simile schifezza nemmeno il Duce l’avrebbe fatta, visto che a molti sfugge che è precedente al ventennio fascista. Senza le successive demolizioni di via dell’impero perpretate da Mussolini oggi piazza Venezia sarebbe ancora più brutta compressa tra gli edifici che erano in via dei fori imperiali e quella mastodontica macchina da scrivere bianca chiamata vittoriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *