Alberto Sordi Archivio - Roma Sparita | Storia e Cultura

Tagged: Alberto Sordi

Alberto Sordi 23

L’indolenza

“E’ più l’aria di chi ne ha viste tante. L’indolenza è una filosofia che raccomando a tutti: oggi il cittadino romano non esiste più, siamo presi da una vita convulsa, tutti vanno di fretta. A Roma un tempo, se uno passava di corsa, lo prendevano, lo sbattevano contro una porta e gli dicevano: «’Ndo’ scappi?». Perché a Roma, se correvi come un matto, poteva voler dire solo che scappavi. Ma l’indolenza era anche un aspetto della voglia di ragionare sulle cose, di non accettare in maniera ottusa, di non seguire le mode. Oggi non riflettiamo più sulle nostre azioni, trasgrediamo o commettiamo delle crudeltà anche per mancanza di riflessione. Una volta anche solo il fatto di andare a piedi, di salutarsi, di sentirsi parte di una società, aiutava ad essere più umani.”

Alberto Sordi

2

Carnevale romano

Del romano patriziato
gentiluomo popolar
per le vie sono ammirato
dalla folla al mio passar!

Dicon tutti che son strano…
sento molti a mormorar…
sol il buon popolo romano
mi vuol bene e lascia far!

Spesse volte la mia mente
burle atroci sa trovar…
sol pero’ per quella gente
che e’ un dover il castigar!

Se i costumi son corrotti
so la satira adoperar
che alla volta a bestie e a dotti
puo’ la schiena raddrizzar!