Canzone popolare Archivio - Roma Sparita | Storia e Cultura

Tagged: Canzone popolare

11

La società de’ li magnaccioni

Canto popolare di fine ottocento

Fatece largo che passamo noi,
Li giovanotti de ‘sta Roma bella.
Semo ragazzi fatti cor pennello,
E le ragazze famo innamorà.
E le ragazze famo innamorà.

Ma che ce frega, ma che ce ‘mporta,
Se l’oste ar vino c’ha messo l’acqua:
E noi je dimo, e noi je famo,
“C’hai messo l’acqua, e nun te pagamo!” ma però,
Noi semo quelli, che j’arisponnemo ‘n’coro:
“È mejo er vino de li Castelli
Che questa zozza società”.

[…] Continua a leggere…

6

Le ferovie

Le Ferovie appartengheno a lo Stato
È bello assai er servizio che te fanno!
Si monti drento ar treno, dopp’un anno
Si nun mori acciaccato, sei arivato.
Si voi fà quarche viaggetto
E pià te voi er diretto,
Poco ce manca
Che arivi vecchi e co’ la barba bianca.
Poco ce manca
Che arivi vecchio e co’ la barba bianca.

Sor Capanna, Stornelli Romani

5

Core de mamma

S’anninna quanno è sera er pupo bello
e mamma se lo strigne sopra ar core
je brilla drento l’occhi tanto amore
come na fiamma de felicità
ce sta la vita sua in quell’antra vita
che già conosce mamma e vo’ parlà

Su dormi tranquillo boccuccia de rosa
che mamma è la cosa piu’ santa che c’e’
dorcezza de mamma passione der core
sei gioia e dolore sei tutto pe’ mme

0

Alla renella

Alla Renella…
più cresce er fiume e più legna vie’ a galla
io più ve guardo e più ve fate bella…

A ttocchi a ttocchi la campana sona,
li turchi so’ rivati alla marina.
Chi c’ha le scarpe rotte l’arisola,
io me l’ho risolate stammatina.

10

Sora Menica

A Roma a Roma belle le romane
ma so’ più belle le trasteverine
l’arubbacori so’ le monticiane
l’arubbacori so’ le monticiane

Sora Menica Sora Menica
oggi è domenica. Lassece stà.

Semo trasteverine e nun tremamo
Paura nun avemo de nisuno
c’avemo bona lingua e mejo mano
c’avemo bona lingua e mejo mano.

Sora Menica Sora Menica
oggi è domenica. Lassece stà.

Sete la banderola de Castello
avete dato er core a questo e quello
‘na botta ve cercate de cortello
‘na botta ve cercate de cortello

Sora Menica Sora Menica
oggi è domenica. Lassece stà.

Er core mio l’ho dato a chi me pare
l’anno tenuto tutti come ‘n fiore
er vostro s’è appassito ner cantone
er vostro s’è appassito ner cantone

Sora Menica Sora Menica
oggi è domenica. Lassece stà.

Canzone popolare di un autore anonimo che racconta della contrapposizione tra rioni di Roma attraverso il “botta e risposta” tra le ragazze di Monti e quelle di Trastevere.