Roma Sparita - Tevere

Tevere

Tevere
Descrizione: Il Tevere prima della costruzione dei Muraglioni. In primo piano Palazzo Altoviti, demolito nel 1888, più in lontananza la chiesa di San Giovanni dei Fiorentini e Palazzo Salviati
Anno: Ante 1888
Fotografo: (?)
Fonte: Tratta da ebay archivio sconosciuto
Aggiunta da Carlo Galeazzi

127 Responses

  1. Si vede in alto a sinistra il Fontanone del Gianicolo

  2. Ogni pioggia si allagava tutto

  3. Dannati savoiardi invasori! Indipententismo Romano!

  4. molto bello, si arrivava al fiume subito

  5. fu Garibaldi a promuovere la costruzione dei muraglioni

  6. Foto incredibile, presa da Castel Sant’Angelo peraltro

  7. Garibaldi propose di deviare il corso del Tevere, se non erro in qualità di consigliere comunale. Caracciolo, Roma Capitale(non ricordo pagina e casa editrice )

  8. Garibaldi propose di deviare il corso del Tevere, se non erro in qualità di consigliere comunale. Caracciolo, Roma Capitale(non ricordo pagina e casa editrice )

  9. Giusto, Garibaldi propose un canale scolmatore

  10. Giusto, Garibaldi propose un canale scolmatore

  11. Meglio ora. Ooltre ai tanti problemi di allagamento, mi da un senso di confusione e di disordine…bella immagine ed è bene che rimanga tale

  12. Meglio ora. Ooltre ai tanti problemi di allagamento, mi da un senso di confusione e di disordine…bella immagine ed è bene che rimanga tale

  13. So amazing to see the Tiber before the embankments, utterly different

  14. Incredibile, ho vissuto a Roma per quasi 30 anni e a volte pensavo a come potesse essere prima che costruissero i Muraglioni. Bellissima!!!

  15. Occorrevano gli .. Unni .. Si capisce .. Od anche un qualsiasi ” Benitez ” ..

  16. Bellissima foto. ..mi mette anche molta ansia. Preferisco i muraglioni.

    • Lo dico sempre anch’io: la Roma trovata dai Piemontesi nel 1870 era in condizioni pessime: il piano regolatore del 1873 si propose l’abbattimento del 20% degli edifici della capitale risalenti all’epoca medievale: si dovettero costruire strade di raccordo e viali di scorrimento e dare alla città uno standard di capitale europea: attorno alla basilica di s.pietro un castello di case vecchie soffocava la chiesa e un orribile ponte in ferro ne segnava il confine col tevere.

    • Infatti stavo per aggiungere al mio commento “meno male che son venuti i piemontesi! ” ma se la foto è del 1888 c’erano già da 18 anni!

    • che spettacolo.. altro che muraglioni….

    • Standard di capitale europea…e si vede! Roma fu declassata da capitale del mondo a feudo e finta capitale di uno staterello regno del marchesato più rozzo, montanaro e indebitato di tutta la Francia! Catapecchie…come quelle di campo de fiori, Trastevere, rione monti ecc immagino che sarebbe meglio demolire pure quelle!

  17. La “catapecchia”in basso a sinistra era il bellissimo Palazzo Altoviti del Quattrocento.Era una “catapecchia”dove i Reali d’Italia si degnavano di entrare per assistere alla Girandola di Castello.Questi giudizi,su una foto sgranata di 130 anni fa,sono azzardati.

  18. ma ogni volta che pioveva erano ca…!!!

  19. molto suggestiva. Bye Nata.

  20. Avatar Giorgio Franceschetti ha detto:

    Spettacolare. I muraglioni sono una schifezza, soprattutto pensando ad oggi: sarebbe tutta zona pedonale, e le “catapecchie” di cui parla qualche invasato costerebbero 10.000 euro al mq, come quelle rimaste in piedi a Trastevere, Ghetto, Campo de Fiori ecc.

  21. Garibaldi voleva far sparire l’isola Tiberina

  22. Si, però per fortuna il progetto fu abbandonato.

  23. Adoro queste antiche immagini,quanti cambiamenti hanno vissuto quei palazzi?❤️

  24. Il “disordine” che in realtà sarebbe meglio chiamare convivenza e sovrapposizione di tutte le epoche storiche degli ultimi 2700 anni, è la principale cifra estetica di Roma…che non aveva bisogno di vivere l’epoca storica savoiarda e repubblicana…

  25. Con la annessa pretesa di grandeur a la parisienne in versione cheap

  26. Quelle case oggi varrebbero qualche fantastiliardo!

  27. Ma perché non è rimasta così?! C’era proprio bisogno che arrivassero i “piemontesi” a distruggerla?

  28. Te credo che se alluvionava….a Piazza Navona ci sono ancora i segni

  29. Mariaelena Farulla guarda mari, è la nostra chiesa lì!! ?

  30. mi torna in mente uno stornello romano risalente agli anni ’30 Quanno c’è ‘r sole cò quer manto d’oro
    pè tutto Lungotevere è ‘na festa!
    Li regazzini giocheno tra loro
    le madri se li stanno a rimirà
    quanta tranquillità! Ma ammalappena
    spunta la prima stella: se cambia scena.

    Lì sotto l’arberi de Lungotevere
    le coppie fileno li baci scrocchieno…
    si nun sei pratico de regge moccoli
    pè Lungotevere nun ce passà!

    Io m’aricordo sempre a San Lumino
    cò li lampioni a gasse de ‘na vorta
    se dava quarche sordo a ‘n regazzino
    de corsa te l’annavaveno a smorzà
    mò quelli posti poco illuminati
    de prima sera già sò accaparati!

    Lì sotto l’arberi de Lungotevere
    le coppie fileno li baci scrocchieno…
    si nun sei pratico de regge moccoli
    pè Lungotevere nun ce passà!

  31. avete foto anche della costruzione del muraglione??

  32. Bella a vedersi ma immagino malsana e invasa da topi giganti.

  33. Odio i Savoia …ma le piene erano una catastrofe

  34. Da questa immagine si capisce perché Roma era costantemente alluvionata. L’ultima grande alluvione era nel dicembre 1870. In seguito nel 1900 per volontà del Re Umberto I furono costruiti i muraglioni. Il Tevere si alzava spesso ma Roma non era più sommersa d’acqua.

  35. Gli argini saranno stati essenziali per evitare le esondazioni ma hanno cambiato il volto della città e il suo rapporto con il fiume. Penso che un terzo della città storica sia stato abbattuto. Oggi si sarebbe potuto intervenire con opere di ingegneria sfruttando il principio dei vasi comunicanti.

    • Anche allora si poteva, e fu formulata una proposta per creare un letto di sfogo che passava per la valle dove ora c’è la tangenziale est e l’anello ferroviario. Ma speculare e darsi una grandeur che non si aveva era ben più allettante pei buzzurri

  36. Era È e sarà sempre la più bella

  37. Ma veramente trovate belle quelle case fatiscenti?
    Tutte le città del mondo cambiano nei secoli.

  38. il tevere era la città ora separato. non vissuto.

  39. I muraglioni hanno salvato Roma dalle continue inondazioni che allagavano alcuni quartieri del centro storico con tutte le conseguenze. I piemontesi, i buzzurri, come li chiamavano a Roma, qualcosa di buono l’hanno fatto e questo non è poco.

  40. Immagino che tutti sti geni vorrebbero i muraglioni anche a Venezia

  41. Ogni scelta comporta sacrificio. Altrimenti non è una scelta.

    Certo che avere il fiume a portata è più romantico e bello e, all’epoca, permetteva anche utilizzi pratici come il lavare i panni o andare a pescare.
    Ma con le piene, che sono ogni 2-3 anni ci moriva un sacco di gente.

    Poi ve ce vojo vedè a girà in machina senza lungotevere!

  42. Quasi svengo, è questa la Roma che sogno.

  43. Caratteristico…ma anche fatiscente.

  44. Straordinaria! Complimenti e grazie per queste meravigliose testimonianze

  45. A me piace più adesso ,immagino poi i disagi.

  46. eh…son dovuti arrivare i Piemontesi….

  47. Io la preferivo prima quando la vita scorreva sul fiume, canale di grande comunicazione dalla terra e dal mare, quando c’erano le peschiere, quando c’era Ripa Grande e Ripetta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *