Roma Sparita - Borgata Finocchio

Borgata Finocchio


Borgata Finocchio – Via Casilina – Abbattimento dell’ecomostro
Anno: 2004
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Riccardo de Feo

1 Response

  1. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Lorenzo Giovannetti
     l’ecomostro su via casilina,ora abbattuto. oggi c’è un parco: la collina della pace.

    Riccardo De Feo
     E’ stato abbattuto nel 2004 e il parco è stato inaugurato nel 2007.

    Daniele Ballerini 
    ammappate..da regazzino (1986) andavo col mommo il monaco e altri amici a fumare… di nascosto in quello stabile. salivamo anche sul tetto.

    Elena Caponetti 
    ci passavo davanti ogni domenica per andare a pranzo da nonna a finocchio, da torremaura…mi sono sempre chiesta cosa fosse, qualcuno lo sa?

    Tania Palone
     credo fosse una costruzione sotto sequestro….ma ora c’è un bellissimo parco!

    Tania Palone 
    ‎…di preciso una costruzione confiscata alla banda della magliana…costruita per reciclaggio di soldi…xò ank’io l’ho saputo solo quando la stavano demolendo…prima la guardavo e basta ogni volta ke in quel punto della casilina ci si passano ore per il traffico!

    Fabrizio Cremonesi 
    come si di dice….Io c’ero!

    Gianluca Diana 
    ‎…vederlo andare giù è stata una soddisfazione…

    Daniele Dedde Proietti 
    L’unico rammarico è che il parco che hanno costruito è senza senso estetico, lo hanno progettato degli ingegneri edili, mica architetti del paesaggio. Hanno messo gli olivi sulla casilina, che quando faranno cadere le olive, i motorini per strada cammineranno sull’olio. Pini sopra gli olivi, invece di qualche bella quercia. Massicce gettate lineari di cemento, lastre finissime di peperino che si spaccheranno al primo gelo. Il parco doveva essere fatto meglio, cosi è stato un favore fatto a qualche costruttore da parte di Veltroni.

    Giovanni Belotti 
    da noi si dice che fare e disfare è tutto lavoro,ma sarebbe meglio che chi decide di fare lo facesse con più …e senza secondi fini

    Damiano Mastroiaco 
    Un giorno le demolizioni saranno un affare. E il restauro ambientale un affare ancora più grosso.

    Tamara Ramoscelli 
    Signor Daniele Proietti credo che lei si debba informare meglio sulla progettazione del parco ‘Collina della Pace’, affidata l’arch. Franciosini. Gli ingegneri edili faranno brutti progetti ma non parlano mai a vanvera!

    Vincenzo Nitti
     in tutti i modi è stato abbattuto quell’ecomostro, e questa è la cosa che più importava, tra l’altro c’era pure la grù tutta arrugginita nel corso degli anni e se non la smontavano poteva succedere una tragedia tanto era rasente la Casilina, il resto è questione di gusti!

    Simone Conti 
    anche la teca dell’ara pacis è stata progettata da un noto architetto…eppure è un obbrobrio…comunque sia meglio un parco bruttoccio che uno scheletro incompiuto

    Vittorio Pavoncello 
    ‎”L’ecomostro” doveva essere un polo medico all’avanguardia costruito da Enrico Nicoletti lo stesso che ha edificato la seconda università. Poteva essere molto utile se ultimato per la gente dell’VIII e dei castelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *