Roma Sparita - Stazione Termini

Stazione Termini


Descrizione: Stazione Termini
Anno: 1955
Fotografo: (?)
Fonte: Tratta da ebay archivio sconosciuto
Aggiunta da Loredana Diana

59 Responses

  1. su Facebook ha detto:

    Ora non ci sono chi se l’e’ prese le piante…..?

  2. su Facebook ha detto:

    La differenza! 1955 aiuole con fiori! 2018 mondezza a non finire!

  3. su Facebook ha detto:

    E mi sembra che fosse decisamente meglio!!

  4. su Facebook ha detto:

    Sembra incredibile.

  5. su Facebook ha detto:

    Spettacolare

  6. su Facebook ha detto:

    Photoscoppata d’annata

  7. su Facebook ha detto:

    Uguale uguale ai giorni nostri :D Povera Roma mia come ti hanno ridotta…

  8. su Facebook ha detto:

    Meraviglioso.😊

  9. su Facebook ha detto:

    Viene quasi da ridere per come è ridotta oggi, a vedere queste immagini

  10. su Facebook ha detto:

    Era la nostra civiltà ora perduta. Ma nel 2018 stiamo imparando la nuova civiltà importata dai nostri cari politici,ed imposta a noi comuni mortali.

  11. su Facebook ha detto:

    Se sei romana, invece che da ridere, te vie’ da piange😭😭😭

  12. su Facebook ha detto:

    evoluzione al contrario che amarezza

  13. su Facebook ha detto:

    Mauro Marco…. che dire….

  14. su Facebook ha detto:

    C’era più educazione

  15. su Facebook ha detto:

    Copiano tutto dalle altre metropoli ma la civiltà l’abbiamo inventata noi romani basta guardare indietro

  16. su Facebook ha detto:

    Come bello….

  17. su Facebook ha detto:

    Come ora!

  18. su Facebook ha detto:

    Povera Roma nostra. Ormai siamo troppi!!!!! E con tutta questa gente, Roma purtroppo ha perso parte della sua bellezza. Difficile mantenerla bella e pulita quando molti cittadini non la amano perché nn ci sono nati e non la curano.

  19. su Facebook ha detto:

    …! wow

  20. su Facebook ha detto:

    Era come un SALOTTO per i TURISTI, ma i veri “STRANIERI”😉

  21. su Facebook ha detto:

    Propi cum adess…

  22. su Facebook ha detto:

    Non ci posso credere😲

  23. su Facebook ha detto:

    C’era anche questo però, a pochi chilometri e davvero non lo rimpiangerei

    • su Facebook ha detto:

      Che cos’era?

    • su Facebook ha detto:

      Daniele Amato Baracche di quello che era borghetto prenestino

    • su Facebook ha detto:

      É vero che c’erano i borghetti fatti di baracche, ma era anche il 1955, pochi anni dopo la guerra e molti meridionali si erano riversati nelle grandi città in cerca di fortuna. Purtroppo la storia si ripete con gli extracomunitari ma non cadiamo nel tranello del razzismo.

    • su Facebook ha detto:

      quelli erano italiani…oggi non sono italiani…

    • su Facebook ha detto:

      Sugar Kandinsky All’epoca, per fortuna non a Roma, erano chiamati terroni, ci vuole poco a trovare una scusa per discriminare gli ultimi. poi tutto sto nazionalismo da una che si chiama sugar kandinsky :)

  24. su Facebook ha detto:

    Claudia de Durante

  25. su Facebook ha detto:

    Pensa un po’?

  26. su Facebook ha detto:

    Il progresso oppure regresso forse è. Questa la parola giusta regresso

  27. su Facebook ha detto:

    Esattamente come oggi. Quante cose si sono perse in questi anni?A parte la tecnologia il decoro, il rispetto, la civiltà,la giustizia,l’ onestà, la solidarietà,la legalità… tutti questi valori hanno il giusto peso nella nostra vita? La differenza tra la foto del 1955 e l’immagine della stessa Stazione oggi 2018 mi urla e forte un gigantesco NO!

  28. su Facebook ha detto:

    Ma che cambiamento .ora solo mondezza😣😤

  29. su Facebook ha detto:

    Piango.

  30. su Facebook ha detto:

    che bella la modernità!!😨😨😨😨

  31. su Facebook ha detto:

    quando Roma era solo nostra…

  32. su Facebook ha detto:

    Che Bella!

  33. su Facebook ha detto:

    Accidenti com’è era bella, nulla a che vedere con quella di oggi.

  34. Fabrizio Barbabella ha detto:

    Si adattano benissimo, per analoia, le parole di una canzone cantata dal Grande Gigi Proietti, che recita così: “Me viè da piagne – pe carità – che me significa – sta novità – l’omo nun piagne – ma io perché – me metto a piagne – si penso a te!”. Lì il grande Gigi si disperava per la fine del suo amore e della ragazza che l’aveva lasciato: qui, io piango per il decoro che ha abbandonato Roma, e per tutti quelli che “se ne fregano” della Città Eterna! E penso anche che, in questo momento, anche Pasquino si starà rivoltando nella tomba!

  35. su Facebook ha detto:

    …ma voi mette adesso co…i banchetti dei bangladesh…!!! c’e’ molto piu’ colore…!!!

  36. su Facebook ha detto:

    Altro che fiori! Oggi c’è solo il piscio dei barboni!!!!!!

  37. su Facebook ha detto:

    A me non sembra affatto del 1955 questa foto

  38. su Facebook ha detto:

    Ieri mattina……cacca su una panchina, non foto per schifo.

  39. su Facebook ha detto:

    Non si potrebbe fare oggi ????!!!che bello

  40. su Facebook ha detto:

    C’ero !!!!

  41. su Facebook ha detto:

    Bella pulita …..

  42. su Facebook ha detto:

    Propio come adesso hahaha

  43. su Facebook ha detto:

    Che meraviglia !!!!!!
    Quando mai tornerà così!!!!!

  44. su Facebook ha detto:

    Più “sparita” di così! …

  45. su Facebook ha detto:

    Ovvio che tanta bellezza suscitasse invidia …insudiciare Roma è stata la parola d’ordine …!!! Sigh! !!

  46. su Facebook ha detto:

    Ora solo parcheggi e deiezioni

  47. su Facebook ha detto:

    Che bellezza!!!!!! Quando la rivedremo cosi’?

  48. Marco ha detto:

    Mi sembra un dipinto, più che una foto.
    Forse erano previsti dei filari di bei pini domestici (quelli che oggi abbattono con intrinseca idiosincrasia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *