Il Vicolo Sterrato

Vicolo Sterrato


Descrizione: Una delle visioni piu’ romantiche e pittoresche, ora scomparsa: il Vicolo Sterrato,con la Chiesa di San Caio ed il celeberrimo Pino Barberini
Anno: 1841
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Roberto Pagani

4 Responses

  1. Avatar Ligato Lorenzo ha detto:

    perchè celeberrimo Pino Barberini? Dov’era collovato? E il Vicolo Sterrato che via è oggi?

    • Sabrina Di Sante Sabrina Di Sante ha detto:

      Il Vicolo Sterrato non esiste più. Corrispondeva più o meno all’attuale salita di San Nicola da Tolentino, la via che parte da Piazza Barberini, ma la zona cambiò completamente aspetto già alla fine dell’800, quando si procedette alla sua urbanizzazione. Il vicolo era quindi in “campagna”, e sterrato, quindi probabilmente senza alcun tipo di pavimentazione e “scomparve” nel 1906. 
      Costeggiava il muro di cinta dei giardini Barberini da cui si ergeva un maestoso pino, che si vede nella foto. Il Pino è famoso perchè ritratto in molti dipinti e incisioni. Si stagliava nel cielo di Roma, come anche il Pino Colonna, ma mentre questo fu colpito da un fulmine e poi abbattuto, il Pino Barberini fu volontariamente abbattutto alla fine dell’800, quando tutta l’area cominciò ad essere interessata appunto dai processi di urbanizzazione e nuove costruzioni. 

  2. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Kaliroi Thouas
     ‎”l’antico Vicolo Sterrato, ora Salita San Nicola da Tolentino, era uno di quegli angoli ‘pittoreschi’ che facevano la delizia di un’intera generazione di artisti in cerca di motivi da ritrarre all’acquerello per i ‘souvenirs’ da vendere agli stranieri. Anche il Museo di Roma ne possiede uno intitolato ‘Il Pino Barberini’ facente parte della serie ‘Roma sparita’ di R.Franz. La stradina lunga e stretta, vista in salita, aveva per fondale l’architettura barocca e la chiesetta di S.Caio
    Daniele Pietrini 
    ‎1841… Deve essere una delle prime foto di Roma… Quali sono le foto più antiche di Roma?

    Roberto Pagani 
    Si,e’ tra le prime.Il fatto che sia stata fatta in questo luogo,ne avvalora l’importanza e la suggestione che esso emanava.Le prime foto sono del 1840,la prima dovrebbe essere una veduta del Ponte e del Castel S.Angelo,anteriore alla Pasqua di quell’anno.Daguerre,liberalizzo’la sua invenzione nell’agosto 1839,a Parigi.

    Carlo Grossi 
    Quindi è un daguerrotipo..

  3. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Presso il vicolo il Lanciani pone la Porta Salutare a cui si accedeva mediante il clivus Salutis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *