Montesacro

Montesacro


Descrizione: Via Nomentana, Ponte Nomentano, Ponte Tazio e Città Giardino
Anno: 1923
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Adriano Candali

5 Responses

  1. Sabrina Di Sante Sabrina Di Sante ha detto:

     Giuliana Arcidiacono Ponte Nomentano, in basso a destra Ponte Tazio, al centro Piazza Sempione e in fondo che se ne va nei prati Via Nomentana…13 gennaio 2010 alle ore 0.19 · Mi piaceMarco Marzano scusa se correggo, Ponte Tazio è quello in alto al centro, in basso a destra è l’antichissimo Ponte Nomentano, detto anche Ponte Vecchio ora pedonalizzato e risistemato come l’area attigua.
    E’ una foto stupenda, grazie da uno di “Sacco Pastore”14 gennaio 2010 alle ore 0.13 · Mi piaceGiuliana Arcidiacono ops..forse un giorno mi entrerà in testa che il Ponte vecchio è ponte nomentano…;)
    Questa è la splendida Città Giardino ancora in costruzione in parte, e in alto c’è la Via Nomentana che se ne va da sola nei prati lassù…14 gennaio 2010 alle ore 13.04 · Mi piace ·  1 personaRomano Paolini la via nomentana da p.zza menenio agrippa, verso fuori, ha il medesimo tracciato di ora, stesse curve, prima che la foto finisca si intravede l’odierna via zanardini…14 gennaio 2010 alle ore 23.25 · Mi piaceDaniela Conti bellissima! v.le tirreno era solo una traccia sul terreno ed anche il ponte tazio e via nomentana nuova sembrano ancora in costruzione!16 gennaio 2010 alle ore 22.47 · Mi piaceMarco Marzano Già, e il quartiere di Sacco Pastore non esisteva, se togliamo i palazzi costruiti come alberghi per l’EUR 42, quelli che ora si trovano tra via val trompia, via valdinievole, via val chisone, via val di fiemme, via dei campi flegrei ed ovviamente via nomentana. Siamo quindi prima del 55 direi16 gennaio 2010 alle ore 23.17 · Mi piaceDaniela Conti molto prima del ’55 saremo nel ’20 o ’21 il ponte tazio è del ’22 e qui sembra ancora non finito!17 gennaio 2010 alle ore 22.55 · Mi piacePaolo Scatarzi Manca ancora la Scuola Don Bosco…19 gennaio 2010 alle ore 15.13 · Mi piaceAdriano Candali La fotografia è proprio del 1923, l’ho scansionata io.22 gennaio 2010 alle ore 23.37 · Mi piaceVeraFiorellino Castellucci In fondo a destra, al confine con i prati, chissà se già esisteva Via Levanna, dove ora c’è il Brancaleone…io abitavo lì. Il Brancaleone, ex scuola media, era la mia scuola…come mi manca casetta mia :-((26 gennaio 2010 alle ore 9.36 · Mi piacePietro Tiburzi A me sembra che quella in alto a destra in mezzo ai prati, sia via casal de’pazzi.29 gennaio 2010 alle ore 20.06 · Mi piaceRomano Paolini No Pietro, quella è l’odierna via zanardini, il semaforo appena prima della Dear ;)29 gennaio 2010 alle ore 21.39 · Mi piacePietro Tiburzi ai ragione Romano, ma prima si chiamava casal de’ pazzi, e finiva sulla tiburtina.30 gennaio 2010 alle ore 11.58 · Mi piaceRomano Paolini scusa, non sapevo, io pensavo che la detta via fosse l’odierna v.le Kant…anche perchè non c’è congiunzione tra l’odierna via casal de pazzi e via zanardini 
    http://maps.google.it/maps?source=ig&hl=it&q=via+casal+de+pazzi+roma&lr&ie=UTF8&hq&hnear=Via+di+Casal+de%27+Pazzi%2C+00156+Roma%2C+Lazio&ll=41.932422%2C12.561021&spn=0.01194%2C0.038409&z=1530 gennaio 2010 alle ore 17.28 · Mi piaceArpad Vincenti stupenda!6 febbraio 2010 alle ore 17.05 · Mi piaceFrancesca Urbani Grazie Adriano. Sono una talentina…mi sa che di Talenti non c’era neanche l’ombra all’epoca.10 febbraio 2010 alle ore 11.57 · Mi piaceAntonio Desiderio bellissima10 febbraio 2010 alle ore 15.40 · Mi piacePaolo Lombardini ‎…ponte Tazio e la chiesa di piazza Sempione “chiudevano” Roma! Al max si poteva salire a sinistra per l’attuale via Gargano per andare a Tufello luogo dei “coatti” (non nel senso di oggi!)15 febbraio 2010 alle ore 19.46 · Mi piaceAntonella Fiorelli Il mio regno!!! Che bello….16 febbraio 2010 alle ore 12.24 · Mi piaceEmma Alfonsi vero me lo ricordo abitavo da quelle parti che quando pioveva il tazio lo chiudevano e io arrivavo tardia scuola16 febbraio 2010 alle ore 15.23 · Mi piaceAndrea Bianchi tutto quello che era libero, tutto quello che era verde e pensato come tale, da chi all’epoca immaggino una città che si espandeva dialogando con la campagna romana…adesso è saturo!
    sono le foto di un fallimento22 marzo 2010 alle ore 10.33 · Mi piaceCarlo Grossi Via Casal de’ Pazzi finiva sulla Nomentana prima degli studi Dear, il rifer. è il Castello ( della famiglia Pazzi) a dx uscendo da Roma, sbucava lì..Peccato aver sacrificato la via. Fino agli anni ’90 mi ricordo che c’era ancora…25 aprile 2010 alle ore 12.40 · Mi piaceEnzo Caucci Molara Il quartiere Talenti cominciò a svilupparsi nel periodo a cavallo fra gli anni 50 e 60. Posseggo una guida stradale del 1963 in cui le strade della zona non erano classificate come quartiere Talenti ma una non meglio identificata zona “Coatto” una denominazione che oggi offenderebbe tutti !10 giugno 2010 alle ore 18.21 · Mi piaceFabrizio Manfrè mitico Monte Sacro…Piazza Sempione, Viale Tirreno, Piazza M.Agrippa…da bambini (fine 70′) arrivare a piedi da piazza Capri fino a li era già come varcare i confini dello Stato. Lo stesso a sx della foto dove proseguendo su viale Tirreno si arriva(va) al Ponte delle Valli e ai miti “pratoni” di Conca d’Oro…..poi, dopo, tanta Pianura Padana….quanto sei BBBBBBella Roma!Giuliana Arcidiacono Ponte Nomentano, in basso a destra Ponte Tazio, al centro Piazza Sempione e in fondo che se ne va nei prati Via Nomentana…13 gennaio 2010 alle ore 0.19 · Mi piaceMarco Marzano scusa se correggo, Ponte Tazio è quello in alto al centro, in basso a destra è l’antichissimo Ponte Nomentano, detto anche Ponte Vecchio ora pedonalizzato e risistemato come l’area attigua.
    E’ una foto stupenda, grazie da uno di “Sacco Pastore”14 gennaio 2010 alle ore 0.13 · Mi piaceGiuliana Arcidiacono ops..forse un giorno mi entrerà in testa che il Ponte vecchio è ponte nomentano…;)
    Questa è la splendida Città Giardino ancora in costruzione in parte, e in alto c’è la Via Nomentana che se ne va da sola nei prati lassù…14 gennaio 2010 alle ore 13.04 · Mi piace ·  1 personaRomano Paolini la via nomentana da p.zza menenio agrippa, verso fuori, ha il medesimo tracciato di ora, stesse curve, prima che la foto finisca si intravede l’odierna via zanardini…14 gennaio 2010 alle ore 23.25 · Mi piaceDaniela Conti bellissima! v.le tirreno era solo una traccia sul terreno ed anche il ponte tazio e via nomentana nuova sembrano ancora in costruzione!16 gennaio 2010 alle ore 22.47 · Mi piaceMarco Marzano Già, e il quartiere di Sacco Pastore non esisteva, se togliamo i palazzi costruiti come alberghi per l’EUR 42, quelli che ora si trovano tra via val trompia, via valdinievole, via val chisone, via val di fiemme, via dei campi flegrei ed ovviamente via nomentana. Siamo quindi prima del 55 direi16 gennaio 2010 alle ore 23.17 · Mi piaceDaniela Conti molto prima del ’55 saremo nel ’20 o ’21 il ponte tazio è del ’22 e qui sembra ancora non finito!17 gennaio 2010 alle ore 22.55 · Mi piacePaolo Scatarzi Manca ancora la Scuola Don Bosco…19 gennaio 2010 alle ore 15.13 · Mi piaceAdriano Candali La fotografia è proprio del 1923, l’ho scansionata io.22 gennaio 2010 alle ore 23.37 · Mi piaceVeraFiorellino Castellucci In fondo a destra, al confine con i prati, chissà se già esisteva Via Levanna, dove ora c’è il Brancaleone…io abitavo lì. Il Brancaleone, ex scuola media, era la mia scuola…come mi manca casetta mia :-((26 gennaio 2010 alle ore 9.36 · Mi piacePietro Tiburzi A me sembra che quella in alto a destra in mezzo ai prati, sia via casal de’pazzi.29 gennaio 2010 alle ore 20.06 · Mi piaceRomano Paolini No Pietro, quella è l’odierna via zanardini, il semaforo appena prima della Dear ;)29 gennaio 2010 alle ore 21.39 · Mi piacePietro Tiburzi ai ragione Romano, ma prima si chiamava casal de’ pazzi, e finiva sulla tiburtina.30 gennaio 2010 alle ore 11.58 · Mi piaceRomano Paolini scusa, non sapevo, io pensavo che la detta via fosse l’odierna v.le Kant…anche perchè non c’è congiunzione tra l’odierna via casal de pazzi e via zanardini 
    http://maps.google.it/maps?source=ig&hl=it&q=via+casal+de+pazzi+roma&lr&ie=UTF8&hq&hnear=Via+di+Casal+de%27+Pazzi%2C+00156+Roma%2C+Lazio&ll=41.932422%2C12.561021&spn=0.01194%2C0.038409&z=1530 gennaio 2010 alle ore 17.28 · Mi piaceArpad Vincenti stupenda!6 febbraio 2010 alle ore 17.05 · Mi piaceFrancesca Urbani Grazie Adriano. Sono una talentina…mi sa che di Talenti non c’era neanche l’ombra all’epoca.10 febbraio 2010 alle ore 11.57 · Mi piaceAntonio Desiderio bellissima10 febbraio 2010 alle ore 15.40 · Mi piacePaolo Lombardini ‎…ponte Tazio e la chiesa di piazza Sempione “chiudevano” Roma! Al max si poteva salire a sinistra per l’attuale via Gargano per andare a Tufello luogo dei “coatti” (non nel senso di oggi!)15 febbraio 2010 alle ore 19.46 · Mi piaceAntonella Fiorelli Il mio regno!!! Che bello….16 febbraio 2010 alle ore 12.24 · Mi piaceEmma Alfonsi vero me lo ricordo abitavo da quelle parti che quando pioveva il tazio lo chiudevano e io arrivavo tardia scuola16 febbraio 2010 alle ore 15.23 · Mi piaceAndrea Bianchi tutto quello che era libero, tutto quello che era verde e pensato come tale, da chi all’epoca immaggino una città che si espandeva dialogando con la campagna romana…adesso è saturo!
    sono le foto di un fallimento22 marzo 2010 alle ore 10.33 · Mi piaceCarlo Grossi Via Casal de’ Pazzi finiva sulla Nomentana prima degli studi Dear, il rifer. è il Castello ( della famiglia Pazzi) a dx uscendo da Roma, sbucava lì..Peccato aver sacrificato la via. Fino agli anni ’90 mi ricordo che c’era ancora…25 aprile 2010 alle ore 12.40 · Mi piaceEnzo Caucci Molara Il quartiere Talenti cominciò a svilupparsi nel periodo a cavallo fra gli anni 50 e 60. Posseggo una guida stradale del 1963 in cui le strade della zona non erano classificate come quartiere Talenti ma una non meglio identificata zona “Coatto” una denominazione che oggi offenderebbe tutti !10 giugno 2010 alle ore 18.21 · Mi piaceFabrizio Manfrè mitico Monte Sacro…Piazza Sempione, Viale Tirreno, Piazza M.Agrippa…da bambini (fine 70′) arrivare a piedi da piazza Capri fino a li era già come varcare i confini dello Stato. Lo stesso a sx della foto dove proseguendo su viale Tirreno si arriva(va) al Ponte delle Valli e ai miti “pratoni” di Conca d’Oro…..poi, dopo, tanta Pianura Padana….quanto sei BBBBBBella Roma!

  2. Sabrina Di Sante Sabrina Di Sante ha detto:

     Giuliana Arcidiacono Ponte Nomentano, in basso a destra Ponte Tazio, al centro Piazza Sempione e in fondo che se ne va nei prati Via Nomentana…13 gennaio 2010 alle ore 0.19 · Mi piaceMarco Marzano scusa se correggo, Ponte Tazio è quello in alto al centro, in basso a destra è l’antichissimo Ponte Nomentano, detto anche Ponte Vecchio ora pedonalizzato e risistemato come l’area attigua.
    E’ una foto stupenda, grazie da uno di “Sacco Pastore”14 gennaio 2010 alle ore 0.13 · Mi piaceGiuliana Arcidiacono ops..forse un giorno mi entrerà in testa che il Ponte vecchio è ponte nomentano…;)
    Questa è la splendida Città Giardino ancora in costruzione in parte, e in alto c’è la Via Nomentana che se ne va da sola nei prati lassù…14 gennaio 2010 alle ore 13.04 · Mi piace ·  1 personaRomano Paolini la via nomentana da p.zza menenio agrippa, verso fuori, ha il medesimo tracciato di ora, stesse curve, prima che la foto finisca si intravede l’odierna via zanardini…14 gennaio 2010 alle ore 23.25 · Mi piaceDaniela Conti bellissima! v.le tirreno era solo una traccia sul terreno ed anche il ponte tazio e via nomentana nuova sembrano ancora in costruzione!16 gennaio 2010 alle ore 22.47 · Mi piaceMarco Marzano Già, e il quartiere di Sacco Pastore non esisteva, se togliamo i palazzi costruiti come alberghi per l’EUR 42, quelli che ora si trovano tra via val trompia, via valdinievole, via val chisone, via val di fiemme, via dei campi flegrei ed ovviamente via nomentana. Siamo quindi prima del 55 direi16 gennaio 2010 alle ore 23.17 · Mi piaceDaniela Conti molto prima del ’55 saremo nel ’20 o ’21 il ponte tazio è del ’22 e qui sembra ancora non finito!17 gennaio 2010 alle ore 22.55 · Mi piacePaolo Scatarzi Manca ancora la Scuola Don Bosco…19 gennaio 2010 alle ore 15.13 · Mi piaceAdriano Candali La fotografia è proprio del 1923, l’ho scansionata io.22 gennaio 2010 alle ore 23.37 · Mi piaceVeraFiorellino Castellucci In fondo a destra, al confine con i prati, chissà se già esisteva Via Levanna, dove ora c’è il Brancaleone…io abitavo lì. Il Brancaleone, ex scuola media, era la mia scuola…come mi manca casetta mia :-((26 gennaio 2010 alle ore 9.36 · Mi piacePietro Tiburzi A me sembra che quella in alto a destra in mezzo ai prati, sia via casal de’pazzi.29 gennaio 2010 alle ore 20.06 · Mi piaceRomano Paolini No Pietro, quella è l’odierna via zanardini, il semaforo appena prima della Dear ;)29 gennaio 2010 alle ore 21.39 · Mi piacePietro Tiburzi ai ragione Romano, ma prima si chiamava casal de’ pazzi, e finiva sulla tiburtina.30 gennaio 2010 alle ore 11.58 · Mi piaceRomano Paolini scusa, non sapevo, io pensavo che la detta via fosse l’odierna v.le Kant…anche perchè non c’è congiunzione tra l’odierna via casal de pazzi e via zanardini 
    http://maps.google.it/maps?source=ig&hl=it&q=via+casal+de+pazzi+roma&lr&ie=UTF8&hq&hnear=Via+di+Casal+de%27+Pazzi%2C+00156+Roma%2C+Lazio&ll=41.932422%2C12.561021&spn=0.01194%2C0.038409&z=1530 gennaio 2010 alle ore 17.28 · Mi piaceArpad Vincenti stupenda!6 febbraio 2010 alle ore 17.05 · Mi piaceFrancesca Urbani Grazie Adriano. Sono una talentina…mi sa che di Talenti non c’era neanche l’ombra all’epoca.10 febbraio 2010 alle ore 11.57 · Mi piaceAntonio Desiderio bellissima10 febbraio 2010 alle ore 15.40 · Mi piacePaolo Lombardini ‎…ponte Tazio e la chiesa di piazza Sempione “chiudevano” Roma! Al max si poteva salire a sinistra per l’attuale via Gargano per andare a Tufello luogo dei “coatti” (non nel senso di oggi!)15 febbraio 2010 alle ore 19.46 · Mi piaceAntonella Fiorelli Il mio regno!!! Che bello….16 febbraio 2010 alle ore 12.24 · Mi piaceEmma Alfonsi vero me lo ricordo abitavo da quelle parti che quando pioveva il tazio lo chiudevano e io arrivavo tardia scuola16 febbraio 2010 alle ore 15.23 · Mi piaceAndrea Bianchi tutto quello che era libero, tutto quello che era verde e pensato come tale, da chi all’epoca immaggino una città che si espandeva dialogando con la campagna romana…adesso è saturo!
    sono le foto di un fallimento22 marzo 2010 alle ore 10.33 · Mi piaceCarlo Grossi Via Casal de’ Pazzi finiva sulla Nomentana prima degli studi Dear, il rifer. è il Castello ( della famiglia Pazzi) a dx uscendo da Roma, sbucava lì..Peccato aver sacrificato la via. Fino agli anni ’90 mi ricordo che c’era ancora…25 aprile 2010 alle ore 12.40 · Mi piaceEnzo Caucci Molara Il quartiere Talenti cominciò a svilupparsi nel periodo a cavallo fra gli anni 50 e 60. Posseggo una guida stradale del 1963 in cui le strade della zona non erano classificate come quartiere Talenti ma una non meglio identificata zona “Coatto” una denominazione che oggi offenderebbe tutti !10 giugno 2010 alle ore 18.21 · Mi piaceFabrizio Manfrè mitico Monte Sacro…Piazza Sempione, Viale Tirreno, Piazza M.Agrippa…da bambini (fine 70′) arrivare a piedi da piazza Capri fino a li era già come varcare i confini dello Stato. Lo stesso a sx della foto dove proseguendo su viale Tirreno si arriva(va) al Ponte delle Valli e ai miti “pratoni” di Conca d’Oro…..poi, dopo, tanta Pianura Padana….quanto sei BBBBBBella Roma!Giuliana Arcidiacono Ponte Nomentano, in basso a destra Ponte Tazio, al centro Piazza Sempione e in fondo che se ne va nei prati Via Nomentana…13 gennaio 2010 alle ore 0.19 · Mi piaceMarco Marzano scusa se correggo, Ponte Tazio è quello in alto al centro, in basso a destra è l’antichissimo Ponte Nomentano, detto anche Ponte Vecchio ora pedonalizzato e risistemato come l’area attigua.
    E’ una foto stupenda, grazie da uno di “Sacco Pastore”14 gennaio 2010 alle ore 0.13 · Mi piaceGiuliana Arcidiacono ops..forse un giorno mi entrerà in testa che il Ponte vecchio è ponte nomentano…;)
    Questa è la splendida Città Giardino ancora in costruzione in parte, e in alto c’è la Via Nomentana che se ne va da sola nei prati lassù…14 gennaio 2010 alle ore 13.04 · Mi piace ·  1 personaRomano Paolini la via nomentana da p.zza menenio agrippa, verso fuori, ha il medesimo tracciato di ora, stesse curve, prima che la foto finisca si intravede l’odierna via zanardini…14 gennaio 2010 alle ore 23.25 · Mi piaceDaniela Conti bellissima! v.le tirreno era solo una traccia sul terreno ed anche il ponte tazio e via nomentana nuova sembrano ancora in costruzione!16 gennaio 2010 alle ore 22.47 · Mi piaceMarco Marzano Già, e il quartiere di Sacco Pastore non esisteva, se togliamo i palazzi costruiti come alberghi per l’EUR 42, quelli che ora si trovano tra via val trompia, via valdinievole, via val chisone, via val di fiemme, via dei campi flegrei ed ovviamente via nomentana. Siamo quindi prima del 55 direi16 gennaio 2010 alle ore 23.17 · Mi piaceDaniela Conti molto prima del ’55 saremo nel ’20 o ’21 il ponte tazio è del ’22 e qui sembra ancora non finito!17 gennaio 2010 alle ore 22.55 · Mi piacePaolo Scatarzi Manca ancora la Scuola Don Bosco…19 gennaio 2010 alle ore 15.13 · Mi piaceAdriano Candali La fotografia è proprio del 1923, l’ho scansionata io.22 gennaio 2010 alle ore 23.37 · Mi piaceVeraFiorellino Castellucci In fondo a destra, al confine con i prati, chissà se già esisteva Via Levanna, dove ora c’è il Brancaleone…io abitavo lì. Il Brancaleone, ex scuola media, era la mia scuola…come mi manca casetta mia :-((26 gennaio 2010 alle ore 9.36 · Mi piacePietro Tiburzi A me sembra che quella in alto a destra in mezzo ai prati, sia via casal de’pazzi.29 gennaio 2010 alle ore 20.06 · Mi piaceRomano Paolini No Pietro, quella è l’odierna via zanardini, il semaforo appena prima della Dear ;)29 gennaio 2010 alle ore 21.39 · Mi piacePietro Tiburzi ai ragione Romano, ma prima si chiamava casal de’ pazzi, e finiva sulla tiburtina.30 gennaio 2010 alle ore 11.58 · Mi piaceRomano Paolini scusa, non sapevo, io pensavo che la detta via fosse l’odierna v.le Kant…anche perchè non c’è congiunzione tra l’odierna via casal de pazzi e via zanardini 
    http://maps.google.it/maps?source=ig&hl=it&q=via+casal+de+pazzi+roma&lr&ie=UTF8&hq&hnear=Via+di+Casal+de%27+Pazzi%2C+00156+Roma%2C+Lazio&ll=41.932422%2C12.561021&spn=0.01194%2C0.038409&z=1530 gennaio 2010 alle ore 17.28 · Mi piaceArpad Vincenti stupenda!6 febbraio 2010 alle ore 17.05 · Mi piaceFrancesca Urbani Grazie Adriano. Sono una talentina…mi sa che di Talenti non c’era neanche l’ombra all’epoca.10 febbraio 2010 alle ore 11.57 · Mi piaceAntonio Desiderio bellissima10 febbraio 2010 alle ore 15.40 · Mi piacePaolo Lombardini ‎…ponte Tazio e la chiesa di piazza Sempione “chiudevano” Roma! Al max si poteva salire a sinistra per l’attuale via Gargano per andare a Tufello luogo dei “coatti” (non nel senso di oggi!)15 febbraio 2010 alle ore 19.46 · Mi piaceAntonella Fiorelli Il mio regno!!! Che bello….16 febbraio 2010 alle ore 12.24 · Mi piaceEmma Alfonsi vero me lo ricordo abitavo da quelle parti che quando pioveva il tazio lo chiudevano e io arrivavo tardia scuola16 febbraio 2010 alle ore 15.23 · Mi piaceAndrea Bianchi tutto quello che era libero, tutto quello che era verde e pensato come tale, da chi all’epoca immaggino una città che si espandeva dialogando con la campagna romana…adesso è saturo!
    sono le foto di un fallimento22 marzo 2010 alle ore 10.33 · Mi piaceCarlo Grossi Via Casal de’ Pazzi finiva sulla Nomentana prima degli studi Dear, il rifer. è il Castello ( della famiglia Pazzi) a dx uscendo da Roma, sbucava lì..Peccato aver sacrificato la via. Fino agli anni ’90 mi ricordo che c’era ancora…25 aprile 2010 alle ore 12.40 · Mi piaceEnzo Caucci Molara Il quartiere Talenti cominciò a svilupparsi nel periodo a cavallo fra gli anni 50 e 60. Posseggo una guida stradale del 1963 in cui le strade della zona non erano classificate come quartiere Talenti ma una non meglio identificata zona “Coatto” una denominazione che oggi offenderebbe tutti !10 giugno 2010 alle ore 18.21 · Mi piaceFabrizio Manfrè mitico Monte Sacro…Piazza Sempione, Viale Tirreno, Piazza M.Agrippa…da bambini (fine 70′) arrivare a piedi da piazza Capri fino a li era già come varcare i confini dello Stato. Lo stesso a sx della foto dove proseguendo su viale Tirreno si arriva(va) al Ponte delle Valli e ai miti “pratoni” di Conca d’Oro…..poi, dopo, tanta Pianura Padana….quanto sei BBBBBBella Roma!

  3. Avatar Ivan ha detto:

    Ciao, se questa foto fosse del 1923, dalle informazioni in mio possesso, non ci dovrebbe essere la costruzione ad angolo tra via nomentana e via Monte Subasio, cioè la costruzione che ospita la Trattoria Menenio Agrippa che mi risulta essere stata edificata nel 1928. Come possiamo essere certi della data?

  4. Avatar Ivan ha detto:

    Scusate, aggiungo ulteriormente: la chiesa è stata eretta dal 1924 al 1925, quindi la foto è almeno del 1925.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *