San Giovanni

San Giovanni


Descrizione: San Giovanni. Bombardamenti dell’estate 1943
Anno: data della ripresa fotografica, annotata in margine, ottobre 1943
Fotografo: Mario Mazzei
Fonte: Archivio personale
Aggiunta da Paola Mazzei

6 Responses

  1. Sabrina Di Sante Sabrina Di Sante ha detto:

    Questa foto è una di quelle che mi piacciono di più di tutta la raccolta di Roma Sparita. la trovo bellissima e molto espressiva del momento storico. Stupenda!

  2. Avatar paola mazzei ha detto:

    Cara Sabrina, prima di riferirvi quello che mi ricordavo dalla… tradizione orale di famiglia, ho fatto una ricerchina di riscontro storico-topografico-cronologico, e le memorie coincidono con i fatti. Dunque, la foto è stata sviluppata nell’ottobre del 1943, come dice l’annotazione autografa dell’autore, insieme a quelle della stessa serie che documentano i bombardamenti dello Scalo San Lorenzo del 19 luglio del 1943. Questa foto, però, dove c’è mia madre, è assai improbabile che sia San Lorenzo, e molto più probabile che si tratti di San Giovanni, quartiere dove mia madre abitava. Lì si svolge un episodio che mia madre raccontava: durante un’incursione aerea, quando ormai non si scendeva più nei rifugi come all’inizio della guerra (per mancanza di tempo, per paura di rimanervi intrappolati sotto le macerie, per sopravvenuto fatalismo) mia madre guarda da una delle finestre di casa e vede davanti a sé aprirsi in due un palazzo di fronte. Potete immaginare che cosa significava. Non posso esserne certa in assoluto, ma ritengo che il palazzo sia questo, altrimenti non avrebbe senso la fotografia in sé. Come risulta dalla cronologia e dalla topografia dei bombardamenti dell’estate del 1943, le bombe del 13 agosto colpirono estesamente il quartiere di San Giovanni e, in particolare, proprio la zona di via Taranto, dove mia madre abitava, in un palazzo di via Nicastro all’incrocio con via Taranto. Tra le “fonti” trovate in rete vi linko questa: http://3.bp.blogspot.com/_r2C3TPymbfI/THOtR2ZW1AI/AAAAAAAACG8/Q-WZOMG6ja4/s1600/2010-08-23_233227.jpg 
    con pagina di quotidiano:  gihttp://3.bp.blogspot.com/_r2C3TPymbfI/THOtR2ZW1AI/AAAAAAAACG8/Q-WZOMG6ja4/s320/2010-08-23_233227.jpg

  3. Avatar paola mazzei ha detto:

    Cara Sabrina, prima di riferirvi quello che mi
    ricordavo dalla… tradizione orale di famiglia, ho fatto una ricerchina di
    riscontro storico-topografico-cronologico, e le memorie coincidono con i fatti.
    Dunque, la foto è stata sviluppata nell’ottobre del 1943, come dice
    l’annotazione autografa dell’autore, insieme a quelle della stessa serie che
    documentano i bombardamenti dello Scalo San Lorenzo del 19 luglio del 1943.
    Questa foto, però, dove c’è mia madre, è assai improbabile che sia San Lorenzo,
    e molto più probabile che si tratti di San Giovanni, quartiere dove mia madre
    abitava. Lì si svolge un episodio che mia madre raccontava: durante
    un’incursione aerea, quando ormai non si scendeva più nei rifugi come
    all’inizio della guerra (per mancanza di tempo, per paura di rimanervi
    intrappolati sotto le macerie, per sopravvenuto fatalismo) mia madre guarda da
    una delle finestre di casa e vede davanti a sé aprirsi in due un palazzo di
    fronte. Potete immaginare che cosa significava. Non posso esserne certa in assoluto,
    ma ritengo che il palazzo sia questo, altrimenti non avrebbe senso la
    fotografia in sé. Come risulta dalla cronologia e dalla topografia dei
    bombardamenti dell’estate del 1943, le bombe del 13 agosto colpirono
    estesamente il quartiere di San Giovanni e, in particolare, proprio viaproprio
    la zona di via Taranto, dove mia madre abitava, in un palazzo di via Nicastro
    all’incrocio con
    http://3.bp.blogspot.com/_r2C3TPymbfI/THOtR2ZW1AI/AAAAAAAACG8/Q-WZOMG6ja4/s1600via
    Taranto. Tra le “fonti” trovate in rete vi linko questa:
    /2010-08-23_233227.jpg 

    con pagina di quotidiano:
     gihttp://3.bp.blogspot.com/_r2C3TPymbfI/THOtR2ZW1AI/AAAAAAAACG8/Q-WZOMG6ja4/s320/2010-08-23_233227.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *