Piazza Barberini Piazza Barberini

Piazza Barberini


Descrizione: Piazza Barberini. La Fontana delle Api, nella sua integrita’ ed al suo posto originario, all’angolo della Via Felice, ora Sistina. Nel 1871,la fontana venne smontata,danneggiata e nascosta in un deposito comunale. Venne mal rimontata dopo cinquanta anni nella sede attuale,con molti pezzi in meno
Anno: ante 1871
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Romna Sparita

5 Responses

  1. Avatar Roberto Pagani ha detto:

    La Fontana delle api,nella sua integrita’ ed al suo posto originario,all’angolo della Via Felice,ora Sistina.Nel 1871,la fontana venne smontata,danneggiata e nascosta in un deposito comunale.Venne mal rimontata dopo cinquanta anni nella sede attuale,con molti pezzi in meno…

  2. Avatar Loredana Diana ha detto:

    David Malizia
    Bellissima, scattata da via Sistina. Si vede la fontana delle api nella prima versione quando era appoggiata all’angolo della strada. La foto è precedente al 1867

    Editta Campello
    Com’era….. Bello!

    Giuseppe Batini
    La porta in fondo e all’ inizio di Via Barberini. Non vi è più traccia.

    Emanuele Aymerich Di Laconi
    che meraviglia, era bellissimo, molto più di adesso. ah, con il senno di poi quante cose adesso non sarebbero state fatte… adesso ci passi e manco la guardi e palazzo Barberini non lo noti neppure.

    Stella Zucca
    la mia infanzia-giovinezza

    Daniele Pietrini
    Solo ora che vedo la conchiglia “aderente” allo spigolo di un palazzo capisco la concezione originaria della fontana. Oggi, isolata al centro di un marciapiede, è incomprensibile.

    Daniela Conti
    fontana delle api: ideata dal bernini nel 1644 come una grande conchiglia bivalve aperta. posta all’angolo con via sistina. smantellata nel 1880 fu rimontata nel 1917 all’angolo opposto della piazza con via veneto. nella ricostruzione moderna la valva inferiore è stata sostituita da un catino e le api appoggiate ad una cerniera diversa dall’originale

  3. Avatar carlo Grossi ha detto:

    La fontana attuale è in travertino e fu inaugurata il 28 gennaio 1916, l’originale berniniana era in bianchissimo marmo lunense, carrara insomma, un’altra cosa. La fontana vecchia era addossata all’angolo di palazzo Soderini, era scolpita ad angolo per addossarsi bene al muro, tranne un unico frammento residuo, quello dell’ape centrale, la fontana attuale è totalmente nuova. Ricostruita col travertino della vecchia Porta Salaria demolita, non somiglia all’originale che aveva due valve di conchiglia, la superiore ad angolo e l’altra valva raccoglieva l’aqua per i cavalli. L’attuale vasca ha il bacino di forma tonda. Grave errore dello scultore Rodolfo Apolloni che lavorava al Comune di Roma, e che si basò su un rilievo comunale del 1865, mal fatto, senza consultare un ottimo disegno dell’olandese Lievin Cruyl del 1665 fatto ventun’anni dopo il lavoro berniniano.

  4. Avatar Bruno Leoni ha detto:

    Si confonde la data in cui fu effettuato il rilievo (1865) con quella in cui la fontana fu smontata (complic anche il’autorevole D’Onofrio).
    Nel 1884 E.R.Franz la fotografò ancora nella posizione originaria (imbocco via Sistina) e l’anno dopo da quella foto trasse un dipinto della serie Roma Sparita. Quindi la data in cui la fontana fu rimossa va cercata dal 1884 in poi.

  5. Avatar maurodc ha detto:

    Sulla vasca della fontana c’è una scritta. Su un’altra copia della stessa foto si legge un ’85 (di mano dello stesso Roesler Franz?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *