Via Casilina Via Casilina

Via Casilina


Descrizione: Centocelle. Via Casilina. Ingresso all’aeroporto Francesco Baracca
Anno: 1936
Fotografo: ()
Fonte: Tratta da ebay archivio sconosciuto
Aggiunta da Stefano Pozzi

1 Response

  1. Sabrina Di Sante ha detto:

    Gianluca Sanna: scusate, aiutatemi… è l’ingresso sulla casilina o su via dell’aeroporto di centocelle?

    Gabriella Paratore dar municipio è sicuramente casilina

    Gianluca Sanna riconoscevo il cancello, ma mi confondeva la costruzione

    Di Domenico Walter questa è eccezionale…
    da quello che so io prima della guerra l’ingresso principale dell’aeroporto era sulla casilina, vicino alla stazione di centocelle.
    Solo nel dopoguerra, dopo la pressochè completa distruzione a seguito dei bombardamenti, l’aeroporto fu in parte ricostruito verso la tuscolana…
    in ogni caso dovrebbe essere proprio la casilina perchè ci sono i fili eletrrici della linea roma -fiuggi!

    ROMA SPARITA Esatto Walter, la presenza della linea elettrificata non lascia dubbi sul fatto che sia la casilina (prima del raddoppiio di carreggiata, avvenuto negli anni 60-70)

    Di Domenico Walter ho fatto un po’ di giri vicino casa per cercare qualche punto di riferimento per individuare quale punto della casilina potesse essere quello con il cancello, ma ormai e’ impossibile…
    cmq mi sembra di ricordare che mio padre mi disse che l’ingresso dell’aeroporto era vicino all’attuale incrocio della casilina con via di centocelle, ti risulta?

    Sandro Iazzetti Confermo, dalle foto aeree dell’epoca risulta che l’ingresso all’aeroporto era su via Casilina, poco dopo via di Centocelle in direzione fuori Roma.

    Di Domenico Walter Grazie per la conferma Sandro…
    attualmente in questo punto si trova un piccolo gruppo di palazzine, che forse una volta erano dei militari dell’aeronautica dell’aeroporto (parliamo del dopoguerra).
    tra l’altro si vede anche la banchina di una fermata del trenino, che anche oggi c’è nei pressi..

    Mario Bellagamba Mi dispiace contradirvi a tutti ma la distruzione dell’aeroporto di Centocelle ( Francesco Baracca ) con ingresso sulla via Casilina non e causa del bombardamento ma da vandali subito dopo dell’Armistizio ,cominciando a portare via dalla caserma di alloggio degli avieri letti,materassi ,coperte lenzuoli e molta altra roba che capitava a tiro,poi … Mostra tuttonon bastando quello cominciarono con infissi ,porte fiestre mobili ed altro. L’ingresso principale dell’Aereoporto, il cancello di ingresso che si vede nella foto si trovava dove ora cè una rimessa di Rulot e Camper subito dopo le palazzine che anno poi costruito credo per personale dell’Aeronautica

    Di Domenico Walter ‎@Mario Bellagamba:Grazie delle notizie che aggiungi alla discussione…sicuramente quello che dici è tutto vero, ma contraddicendo anche a quello che avevo scritto io, ho saputo da una mia zia che il grosso della distruzione dei fabricati dellì’aeroporto fu dovuto all’opera dei genieri tedeschi in ritirata da roma, prima dell’arrivo degli alleati il 4/5 giugno 1944.Mi ha raccontato che, nonostante si sarebbe detto il contrario, i tedeschi avvisarono i residenti vicini all’aeroporto che ci sarebbero state una serie di forti esplosioni e di prendere le misure necessarie x non fare rompere finestre, vetri e quant’altro

    Mario Bellagamba Walter non e vero la distruzione e stata dopo l’armistizio dagli Italiani nostri concittadini ,tanto più che i Tedeschi avevano occupato l’Aeroporto dalla parte di Cinecitta dove cera la polveriera anzi ti dirò che nel periodo che cera questa ruberia la mamma di un mio amico di infanzia con suo fratello persero la vita proprio li perche i Tedeschi vedendo tutta questa gente forse credendo dei partigiani cominciarono a sparare uccidendo madre e figlio.

    Anna Maiello è vero che lì vicino c’erano delle baracche degli immigrati meridionali?una specie di borgata?se si avete delle foto di quella zona, oltre l’aeroporto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *