Via Flaminia

Descrizione: Prima Porta. Via Flaminia. Vecchia osteria della Celsa. Il tetto di canne, era l’unico posto di ristoro per viandanti e viaggiatori che giungevano alla prima porta di Roma. Con il tempo, l’urbanizzazione non l’ha soffocata, trovandosi tra la strada Giustiniana e una collina risparmiata dalle costruzioni e mantenendo così uno spazio verde, autentica oasi immersa tra olivi e fichi.Caduta in disuso, usata come abitazione da sfollati alla fine della seconda guerra mondiale, diventò ben presto un rudere sprofondato su se stesso.Ma su quelle rovine nascoste da rovi ed alberi, mise gli occhi l’architetto Davide Talone. Dopo una accurata ricerca storica, iniziò con passione l’opera di ricostruzione cercando con successo di riutilizzare gli stessi materiali di allora. Cominciò svuotando l’area ma senza disperdere il materiale del fabbricato. Scoprì così la cantina, recuperò i mattoni originali, ricostruì l’incannucciata assecondando il modello originario e la suddivisione dei locali.
Anno: (?)
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Roma Sparita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *