Roma Sparita - Porta Angelica

Porta Angelica


Descrizione: Porta Angelica, demolizioni in corso per realizzare Piazza del Risorgimento.
Anno: 1880/85
Fotografo: Ettore Roesler Franz
Fonte: Roma Scomparsa nelle fotografie di Ettore Roesler Franz (C.Bernoni-R.Mammucari)Newton Compton Editori
Aggiunta da Sandro Bardaro

12 Responses

  1. Demolizioni inutili!1!! Era meglio prima! Fassisti maled3tt!1!! (Semi cit)

  2. Maledetto Cavour, Vittorio Emanuele e Garibaldi, bella cazzata questa farsa del Risorgimento, sono passati oltre 150 anni e a cosa è servito il Risorgimento?
    Mah……

  3. Avatar pierluigi rizzo ha detto:

    Peccato veramente. Ma pur vero che senza demolizioni e revisioni urbanistiche Roma sarebbe rimasta un villaggio di capanne.
    Quanto era più romantica Roma senza gli argini, solo che ci si affogava fino a Monte Mario.
    Poi non vedo cosa c’entri questa demolizione con l’epoca fascista!

    • infatti oggi si riscoprono i centri storici, le passeggiate romantiche, i parchi( Roma aveva decine di ville come quella Borghese, andate distrutte)…un villaggio di capanne non ha bisogno di demolizioni, si sono demolite le opere storiche e artistiche, poi era meglio per me non farla capitale, visto che oggi è un buco nero di statali fannulloni e corrotti..

      • Avatar pierluigi rizzo ha detto:

        Mi spiego meglio; se non ci fossero state innovazioni, si sarebbe restati ai tempi di Romolo e Remo, e chissà se non sarebbe stato preferibile. Lo dicevo in senso cronologico.
        Purtroppo col tempo molto va perso e spesso per costruire è necessario distruggere.

  4. Scempio postunitario ..un questo caso prima del fascismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *