Roma Sparita - Campo Testaccio

Campo Testaccio


Descrizione: Stadio Campo Testaccio dall’alto. Venne inaugurato nella stagione 29/30, prendeva il nome dall’omonimo rione popolare che lo ospitava. Progettato dall’ingegner Silvio Sensi su modello degli stadi inglesi (su quello dell’Everton in particolare). Il Campo Testaccio era uno stadio per il calcio, nel quale giocò la Associazione Sportiva Roma, dal 3 novembre del 1929 (prima partita: 2-1 contro il Brescia) fino al 30 giugno del 1940 (ultima gara: 2-1 contro il Livorno) per ben 161 incontri (103 vittorie, 32 pareggi e 26 sconfitte). Il campo era situato nell’area fra via Nicola Zabaglia (dove si trovavano l’ingresso e la tribuna principale), via Caio Cestio e via Ottavio Leoni.
Anno: 1929
Fotografo: Regia Aeronautica
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Alessandro Castellotti

2 Responses

  1. Avatar mauro ziantoni ha detto:

    Vedete quelle due finestre e due porticine sul lato sinistro della recinzione dello stadio?,bene,io sono nato in quel palazzo di fronte nel 1947.e poi mi dicono perché’ sei della ROMA!!!!

  2. Avatar Fabio ha detto:

    Da regazzino mi affacciavo dalla finestra di casa di nonna ed il campo era ancora lì.
    Credo ormai ci giocassero solo regazzini come me, come fosse un campetto parrocchiale. Credo in pochi si rendessero conto di quale terra battuta stessero calpestando.
    Poi fu chiuso, per anni.
    Adesso c’è il mercato rionale, un albergo, un parcheggio sotterraneo, locali mordi e fuggi.
    Forse meglio così che non il degrado totale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *