Roma Sparita - Piazza Irnerio

Piazza Irnerio


Descrizione: Piazza Irnerio – Dopolavoro Madonna del Riposo
Anno: (?)
Fotografo: (?)
Fonte: Tratta da ebay archivio sconosciuto
Aggiunta da Carlo Galeazzi

9 Responses

  1. Avatar Mauro Marchingiglio ha detto:

    Questa mi sa che è via Aurelia, venendo dal S.Carlo, prima di piazza Irnerio, adesso c’è un negozio di motocicli

  2. Avatar Alberto B. ha detto:

    Questa è Via Aurelia 403. La strada in salita a sinistra è Via Giuseppe Palombini. L’officina moto Lollobrigida c’è stata per una vita, poi er Sor Tonino Lollobrigida ha ceduto agli attuali gestori, ma tutto questo nella porta a sinistra, nella porta a destra c’era la “bisca” di Giorgio e Tonino.

    • Avatar massimo ha detto:

      Bravo sono del posto, ero sempre in bisca e alla cassa c’era l’ex bidello del valadier a. perilli

      • Avatar Francesco ha detto:

        Perilli non era un bidello del Valadier, ma era il Super Capo dei bidelli :-) che quando ricopriva quel ruolo andava a raccattare quelli che saltavano la prima ora per andare alle bische imtorno alla scuola :-)

  3. Avatar massimo ha detto:

    tutto vero come dice alberto e conferma massimo. ho passato molto tempo nella bisca di giorgio e tonino. e di fronte c’e il bar che a quel tempo apparteneva al mitico…. donato. (matto spaccato)..

  4. Avatar mauro Villafranchi ha detto:

    quanti pomeriggi, dopo l’uscita dalla scuola (media Donato Bramante), si andava in bisca a giocare a “stecca”

  5. Avatar Fabio ha detto:

    Perfetto grandi pomeriggi a bigliardo da bambino il ping pong anni 60/70

  6. Avatar piero bucci ha detto:

    Ragazzi………………facevamo tutti le stesse cose…….magari negli stessi anni o quasi…..all’uscita dal Bramante si giocava prima con le figurine davanti al cinema Riposo, poi si scendeva verso la bisca dove però non mi facevano entrare , poi a casa a P.Irnerio…….

  7. Avatar Giancarlo Giacobbo ha detto:

    Prima di diventare “bisca”, dopo la II guerra divenne la sede del PCI Aurelio. I due palazzi all’inizio di via Palombini erano genericamente chiamati come punto di riferimento “palazzi Persichetti” dal nome del costruttore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *