Roma Sparita - EUR Roma Sparita - EUR

EUR


Descrizione: EUR – Istituto forestale Arnaldo Mussolini progettato da Armando Brasini. Fu costruito parzialmente fino al 1942, poi i lavori furono interrotti per gli avvenimenti bellici. Nel 1953 fu definitivamente demolito. Si trovava a ridosso di Viale dell’Umanesimo. Ora nel luogo in cui doveva esserci questo edificio c’è l’hotel “Villa Eur – Parco dei Pini
Anno: primi ’50
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Enrico de Iulis

1 Response

  1. Sabrina Di Sante ha detto:

    Armando Brasini progetta un palazzo ispirato all’ars muraria dei Romani:
    un’architettura basata sull’uso della muratura e dell’arco. L’Istituto Forestale,
    in parte circondato da acqua, è costituito da un avancorpo scandito da enormi colonne in travertino separato da un canale dal resto dell’edificio; un
    ponte collega l’avancorpo ad un grande cortile intorno al quale si articola il
    palazzo.
    La struttura portante è in muratura (laterizio) rastremata verso l’alto per alleggerire i carichi dei muri di spina. Gli spazi interni sono voltati, con virtuosismi
    costruttivi come la sala rotonda sorretta da un unico pilastro cruciforme convesso; gli apparati decorativi, i contrafforti e i basamenti sono in travertino.
    Il prospetto principale di classica semplicità prelude, nei contrafforti ai lati
    del colonnato, alla scabra rudezza dei prospetti laterali, interrotti alla cesura del canale sottolineata da contrafforti e bassorilievi e da altre due aperture ad arco sempre incorniciate da contrafforti giganteschi che separano
    grandi archi in muratura.
    All’interno del cortile l’edificio appare della stessa classica semplicità: dal
    lato del canale un arco trionfale incornicia il ponte che porta all’ingresso;
    alle spalle di questo si trova una parete traforata da una teoria di archi che
    rievoca l’architettura di un acquedotto romano. Dal lato opposto del cortile
    si trova l’ingresso della sala rotonda: una scalinata monumentale che porta
    ad una stretta apertura affiancata da colonne sormontate da statue.
    I due corpi laterali del cortile sono strutturati secondo una sezione digradante: all’altezza del primo piano una fila di colonne esce a sbalzo dalla parete in muratura; nel secondo piano ritorna il filo del muro bucato da una serie
    di archi scemi che affacciano su un ballatoio.
    Nell’ultimo piano, che è solo dalla parte terminale dell’edificio, il muro arretra sulla stessa linea delle stanze, che è la stessa per tutti i piani.
    I lavori per la realizzazione dell’Istituto Forestale si interruppero, in fase
    avanzata, a causa degli avvenimenti bellici.
    Nel dopoguerra, dopo un lungo periodo di abbandono dell’edificio, a differenza di molti altri fabbricati rimasti incompleti dell’E42, fu deciso di demolire ciò che era stato fin lì costruito. Attualmente, nel luogo dove sorgeva
    l’edificio di Brasini, si trova l’hotel “Villa Eur – Parco dei Pini”
    Scheda a cura di Vincent Pepe
    http://www.cesar-eur.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *