Roma Sparita - Porta Maggiore

Porta Maggiore

Porta Maggiore
Descrizione: Porta Maggiore. Tram MRS 2239 della Linea 30 sotto la neve dell’85
Anno: 6 Gennaio 1985
Fotografo: Mario Kaiblinger
Fonte: (?)
Aggiunta da Roma Sparita

37 Responses

  1. Stefano Tassone ha detto:

    Il tram della foto è una motrice tipo MRS ATAC di terza serie (2205-2263, solo numeri dispari). La sigla “MRS” significava “Moto-Rimorchiata Saglio”, dal nome del progettista, l’ingegnere Roberto Saglio dell’allora ATAG, nonchè dal tipo di veicolo, che a livello progettuale derivava dall’unione in un’unica vettura di una motrice a due assi e di un rimorchio analogo, e ne conservava la stessa capacità, ma richiedeva originariamente l’impiego di due agenti anzichè tre. Furono tram progettati nel 1926 e costruiti tra il 1927 ed il 1934, ripartiti in tre serie, dalla ditta Carminati&Toselli di Milano (tranne le unità 2235-2263, costruite dalle Officine Meccaniche Meridionali di Napoli), con parte elettrica CGE, per un totale di 133 unità, e si possono considerare tra i primi tram a carrelli italiani monodirezionali. Di queste, otto motrici furono distrutte nella seconda guerra mondiale, mentre le rimanenti 125 unità restarono in servizio fino ad una decina di anni fa circa, ed alcune di queste furono anche radicalmente ammodernate presso le officine aziendali ATAC. Oggi sono tuttora esistenti e funzionanti le unità 2035, 2047 e 2137, quest’ultima convertita in tram ristorante. Non erano vetture molto riuscite e funzionali: erano scomode come accessibilità, avevano solo due porte e soffrivano di una cronica mancanza di aderenza; tuttavia svolsero regolarmente il loro servizio per tanti anni, grazie alla robustezza ed alla semplicità costruttiva dei componenti. Anche la STEFER, nel 1935-37, ne acquistò una versione più moderna per il servizio urbano delle Tramvie dei Castelli, ossia i tronchi Termini-Capannelle e Termini-Cinecittà, ripartite in due serie (301-312 e 321-328).

  2. Valerio ha detto:

    Il 30! Queste a cabina singola le spostarono poi sulla linea del 13 fino a fine anni novanta, mentre ammordernarono in sequenza il 30 e il 14. Cronici i ritardi sulla linea all’uscita di scuola :(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *