Roma Sparita - Tevere - Tempio di Ercole Olivario

Tevere – Tempio di Ercole Olivario

Tevere
Descrizione: Veduta del Tevere dal campanile di Santa Maria in Cosmedin. Tempio di Ercole Olivario.
Anno: 1865
Fotografo: T.H. McAllister (Slide per lanterna magica colorata da Joseph Hawkes)
Fonte: Brooklyn Museum – Goodyear Archival Collection
Aggiunta da Carlo Galeazzi

5 Responses

  1. Avatar Loredana Diana ha detto:

    ROMA SPARITA
    La ridipintura accresce enormemente la bellezza evocativa di questa foto del 1865,facendola sembrare piu’ recente.Forse possiamo comprendere lo stato d’animo del grande storico tedesco Gregorovius che decise,d’impulso,di scrivere la”Storia di Roma nel Medioevo”,osservando la citta’ affacciato da uno dei ponti dell’Isola Tiberina(Roberto)

    Gabriele Wittfeld
    Non ho mai visto l’isola Tiberina da questa posizione! Il panorama è eccezionale! Quanto amo questa città! Dovrei tornare subito!

    ROMA SPARITA
    Ponte Rotto crollo’ per sempre nella piena del 1598,la peggiore di tutte.Fu sottoposto a tanti rifacimenti nel medioevo e rinascimento.Il problema stava a monte:nella chiusura degli archetti laterali dei ponti dell’Isola Tiberina,per le costruzioni che si erano affollate sulle rive(nell’alto medioevo).(Roberto)

    ROMA SPARITA
    La presenza dei mulini galleggianti,visibili dietro l’arcata di Ponte Cestio,testimonia che la foto e’ anteriore al 1870,allorche’dopo la famosa piena di quell’anno,non vennero piu’ ricostruiti(costituivano un enorme ostacolo al deflusso delle acque ed ostruivano i ponti,se si disancoravano(roberto)

    Daniela Piermattei
    Quello che si credeva essere il tempio di Vesta (solo perché circolare) è ormai appurato essere dedicato a Ercole Vincitore (Olivario), divinità prottetrice delle mandrie. Infatti Ercole ha sconfitto e ucciso il gigante Caco (è una delle 12 fatiche!) che terrorizzava i Romani con i suoi furti di bestiame , la collocazione del tempio nel Foro Boario è perciò assolutamente pertinente.
    PS A proposito di Ponte Rotto: dopo l’alluvione del 1598 (la peggiore di sempre: basta controllare la facciata di Santa Maria sopra Minerva!) alla famiglia Cenci era stato suggerito di ricostruire il ponte, offerta peraltro presentata a papa Clemente VIII, con la speranza di salvare Beatrice e i suoi fratelli.

    Fabio Claudio
    I mulini sul Tevere ci sono almeno dal 537, quando del Belisario, difensore la città dall’assedio dei Goti, che avevano tagliato gli acquedotti, trasferì quelli del Gianicolo, ormai a secco, all’altezza di Porta Settimiana.

    Fabio Claudio
    Dal Medioevo in poi, hanno macinato grano per i romani fino al 1870, al tempo della terribile piena. E’ proprio un classico caso di “Roma Sparita”. Infatti, tra via Acciaioli e Lungotevere degli Altoviti, tra Ponte S.Angelo e Ponte Duca D’aosta, via Mola de’ Fiorentini, proprio a ricordo dell’antica mola. Che i mulini fossero noti ai romani d’altri tempi è confermato da un sonetto del Belli, nel quale un popolano che sente parlare di Castel S. Angelo come della Mole Adriana”, confonde Mole con Mola, e commenta:
    Accidenti! che bbuggera de mola!
    Avevano impicciato tutt’er fiume
    Co li rotoni de sta mola sola!
    Oh, vvarda, Cristo! come va er custume!
    Mascinà pprima er grano pe la gola,
    Eppoi pell’occhi fà girelli e fume!

    ROMA SPARITA
    La foto e’ stata scattata dal campanile di S.Maria in Cosmedin.Nell’album Ripa,c’e’anche un’altra foto di Lorenzo Suscipj del 1840, scattata dal medesimo punto di osservazione.Manca la passerella metallica di Ponte Rotto,per il resto,e’ quasi identica.(Roberto)

  2. oltre queste bellissime foto, non sarebbe possibile di fare alcuni filmetti, per tutti gli italiani vivendi al’estero e a chi manca tanto l’Italia e sopratutto Roma ! In ogni caso Grazie ! Aurelio !

  3. Non sapevo di quel ponte di ferro..

  4. La passerella di ferro completava il moncone di Ponte Rotto (che all’epoca conservava ancora la parte verso la riva di Trastevere), rendendolo nuovamente transitabile. Rimase lì dal 1853 al 1887, quando fu rimossa per problemi legati al cedimento del rudere.

  5. Immagine molto bella e interessante e in un certo senso anche abbastanza recente………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *