Roma Sparita - Monte del Grano

Monte del Grano

Monte del Grano
Descrizione: Monte del Grano. Collocato su una strada, oggi scomparsa, che congiungeva la via Latina con la via Labicana, lo strano aspetto del mausoleo, simile ad un moggio da grano rovesciato, ne ha determinato in epoca medievale l’appellativo di Modius Grani, poi diventato Monte del Grano. Il sepolcro si presenta come un cono di terreno alto circa 12 m., sostenuto in origine da un tamburo di blocchi di travertino, di cui rimane un breve tratto di fondazioni. Nel Medioevo il mausoleo era compreso in una vasta tenuta chiamata Casale delle Forme, per la vicinanza degli acquedotti (formae nel latino medioevale). Su di esso venne costruita una piccola torre, che crollò nel 1900 in seguito ad un temporale. Attraverso un corridoio lungo 21 m si accede nella camera sepolcrale circolare del diametro di 10 m. circa. La camera era divisa in due piani da una volta, oggi crollata. Una piccola stanza era ricavata nel piano superiore, nel punto in cui il corridoio d’accesso sbocca nella camera sepolcrale. In questa camera fu scoperto nel 1582 un grande sarcofago, databile, come il sepolcro, al II sec. d.C. ed oggi conservato nei Musei Capitolini. I crolli e le manomissioni succedutesi nel tempo non permettono di interpretare alcuni aspetti dell’edificio. La grandiosità di questo sepolcro ha fatto ipotizzare la sua appartenenza ad un membro della famiglia imperiale.
Anno: Fine ‘800
Fotografo: (?)
Fonte: “La Campagna Romana antica, medioevale e moderna” – Roma 1910-1926 di Giuseppe e Francesco Tomassetti
Aggiunta da Maurizio Fiorini

7 Responses

  1. sto leggendo un libro ambientato in una Roma da sogno …

  2. Non ne conoscevo l’esistenza…e’ grave molto grave ciò… :(

  3. E allora, cara Elena, dicci il titolo….

  4. Io sapevo (e Wikipedia conferma) che quello di Monte del Grano è il terzo mausoleo a tumulo per dimensioni tra quelli ancora esistenti dopo quelli di Ottaviano Augusto e di Adriano. Tuttavia confrontandone le misure (10 metri di diametro per 12 di altezza) con quelle del mausoleo di Lucilio Peto, che la scheda della Sovrintendenza riporta come 34 di diametro e 16 (originariamente) in altezza, evidentemente quest’ultimo è più grande.
    Monte del Grano perde la medaglia di bronzo o c’è qualche ragione per cui il mausoleo di via Salaria non è contemplato nella classifica?

  5. Grazie sempre per il vostro contributo storico. Cosi’ preciso e dettagliato!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *