Roma Sparita - Via Appia Nuova

Via Appia Nuova

Via Appia Nuova
Descrizione: Via Appia Nuova. Stabilimenti FATME (Fabbrica Apparati Telefonici e Materiali Elettrici), una delle più importanti aziende di quel periodo, insediatasi nel 1919 nei pressi di Largo dei Colli Albani e legata alla casa madre svedese Ericsson, rimase nella zona fino al 1964 e costituì il maggior datore di lavoro, insieme al Poligrafico di via Gino Capponi. Alla fine degli anni 60, dove sorgeva la Fatme fu costruito il comprensorio noto agli abitanti della zona come “la palmetta”che sulla via Appia occupa lo spazio compreso tra Piazza Cesare Cantù e via Mario Menghini
Anno: 1929
Fotografo: (?)
Fonte: Memorie di quartiere IX municipio edito da edilazio
Aggiunta da Roma Sparita

13 Responses

  1. la conosco bene,faceva prodotti di buona qualità!

  2. Attualmente viene chiamata, dagli ex dipendenti anziani, “la Fatme vecchia” .Negli anni 80 arrivò ad avere quasi 3000 dipendenti comprese le fabbriche satelliti fuori Roma.

  3. ci lavorava mio zio…… e in famiglia era considerato quasi “un privilegiato” aveva un buon posto

  4. è dove ora ci abitano le mie zie

  5. io, piu’ che altro, vedo la scritta trattoria…. :-9

  6. Ci ho lavorato del 1961 al 1967, solo che io ero distaccato al reparto Cavi del Quarto Miglio e poi nella nuova sede di via Anagnina.

  7. Ci abitano i mei zii!!!!!!!!!!!!

  8. C’ha lavorato pure mi suocera!! E tanta gente di zona..Vero Romano De Santis?

  9. Ha ragione: “era” un buon posto!

  10. Credo che anche la Ericsson, su via Anagnina abbia chiuso o quasi.

  11. No, Ericsson non ha chiuso, non è ai massimi livelli ma si difende discretamente, in fondo sta dietro agli impianti di molti gestori cellulari in giro per il mondo. La divisione telefonini invece fu venduta alla Sony.

  12. Mia moglie ha lavorato per parrecchi anni presso la sede di via Anagnina, all’epoca erano tantissimi i dipendenti, aveva un ottimo asilo nido all’avanguardia nel suo genere. I lavoratori in generale erano ben retribuiti, un’ottima mensa aziendale

  13. Avatar Fabio Marchioni ha detto:

    Ericsson è sempre leader mondiale nelle Telecomunicazioni (TLC) perché si occupa da molto tempo di progettare ed integrare le reti di TLC dei maggiori operatori in Italia e nel mondo con grande qualità ed altissima professionalità e competenza realizzando prodotti di alta qualità e valore. In aggiunta è tra le primissime Aziende in grado di offrire servizi di supporto alle reti telefoniche di tutte le generazioni tecnologiche ancora disponibili e di erogare formazione ad altissimo livello sia tecnico specialistico che manageriale sia in aula che via eLearning. La crisi economica mondiale e l’altissimo livello di competizione cui tutti i settori industriali sono stati sottoposti, ha reso indispensabili delle misure forse impopolari e dei sacrifici bilateralmente subiti e condivisi ma che finora hanno salvato leadership e molti posti di lavoro. L’asilo nido non c’è più ma la mensa aziendale esiste sempre e con apprezzabilissima efficienza e qualità. Gli stipendi sono nella norma, un po’ sacrificati per taluni comparti e figure professionali, ma finora non abbiamo mai avuto brutte sorprese e tutti i mesi riceviamo lo stipendio e le competenze previdenziali puntualmente e quando possibile anche le meritate gratifiche arrivano. Confermo che il segmento di mercato relativo ai cellulari è stato ceduto a Sony qualche anno fa, ma anche quando faceva parte del portfolio rappresentava una percentuale non molto significativa dei profitti rispetto alla grandezza e vastità di prodotti e servizi che è a tutt’oggi in grado di erogare. Ci lavoro da quindici anni e spero resterà sempre aperta ed attiva in modo che i giovani d’oggi possano avere l’occasione, come oggi per me e tanti altri colleghi, di prestare seriamente e con possibilità di crescita la propria opera professionale in un ambiente ancora promettente e che ha già dato prova di sicura tenuta benché talvolta sollecitata dai riflessi della crisi. L’Italia è un paese all’avanguardia ed avrà sempre bisogno di infrastrutture di reti di telecomunicazione e servizi di TLC capaci, efficaci ed efficienti ed in grado di interoperare con le altre reti mondiali. Ericsson ha sempre valorizzato la cultura e la capacità di sostenere ad altissimo livello la sfida quotidiana perché capace di scegliere bene e coltivare le sue risorse. Considerando che oggi il IX ed il X Municipio sono stati uniti per costituire il VII Municipio, Ericsson fa ancora parte del nostro Territorio ed è tra i più importanti datori di lavoro in termini di lavoratori anche se evidentemente più snello rispetto alla ex gloriosa FATME degli anni 90 e più decentrato rispetto al passato, ma sempre in grado di offrire un “buon posto” per chi ha voglia di fare, specie con i tempi d’oggi. Se pensate potrà esser utile una foto attuale per il futuro, la fornisco io. Scusate la lunghezza del commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *