Roma Sparita - Rione Prati

Rione Prati

Rione Prati
Descrizione: Rione Prati. Piccola osteria ai Prati, già intaccati largamente dall’edilizia residenziale, banchetto offerto dall’Impresa Artusi alle maestranze e ai loro famigliari in occasione dell’inizio dei lavori di sbancamento per la realizzazione di Viale Giulio Cesare. Sullo sfondo la Cupola di San Pietro
Anno: (?)
Fotografo: G. Primoli
Fonte: Lando Bortolotti “Roma fuori le mura – L’Agro romano da palude a metropoli” Editori Laterza 1988
Aggiunta da Carlo Galeazzi

3 Responses

  1. Il nome Prati deriva dagli orti e canneti che una volta occupavano la riva destra del Tevere. Anticamente apparteneva a Domizia Longina ,moglie di Domiziano (fratello di Tito e imperatore dall’81 al 96). Il primo nome fu forse proprio Horti Domitii. Più tardi si chiamò prata Neronis e nel medioevo prata San Petri in quanto appartenevano alla Basilica di S. Pietro.
    Una parte della zona veniva chiamata Pulverola – dalla rena del fiume – e parte veniva chiamata Montesecco (montagnola formata da cocciami,come a Testaccio).
    Il primo ad ideare questo rione fu Pietro Ercole Visconti,che nel 1830 pubblicò l’opuscolo ” Progetto di una nuova borgata sulla riva destra del Tevere,rimpetto al Porto di Ripetta”
    Nel 1863 Gregorovius scriveva : << Si ha intenzione di costruire una nuova città nel Campo Vaticano di Nerone. Questo progetto è ideato dagli emigrati napoletani,il Conte di Trani ed un avventuriero ,il Principe Della Rocca. Su lungotevere Prati si trova il "Palazzaccio",cioè il Palazzo di Giustizia,una volta Tribunale Penale,oggi Corte suprema di Cassazione. Costruito dall'archietto Gugliemo Calderini. Nello scavare le fondamenta fu trovata la tomba di Crepereia Tryphaena,una fanciulla benestante di circa 13 anni,con le sua bambole accanto ; e la tomba di un liberto greco, Crepereiu Euhodos. Non distante si trova la chiesa del Sacro Cuore del Suffragio,costruita in stile gotico nel 1890 in suffragio delle Anime del Purgatorio.

  2. Dovremmo essere intorno al 1880, o comunque poco dopo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *