Roma Sparita - Venditore di lupini

Venditore di lupini

Fusajaro
Descrizione: Piazza di Siena- Villa Borghese- Venditore di lupini, “er Fusajaro” per i romani
Anno: Aprile 1977
Fotografo: Pacol
Fonte: Archivio personale
Aggiunta da Paolo Colesanti

8 Responses

  1. Le fusaje erano buone ed economiche,all’uscita da scuola ne compravo sempre un bel cartoccio con 10 lire

  2. Eh si. Ricordo ke da piccolo mio padre mi portava a villa celimontana e li’ c’ era er fusaiaro. Figure di un passato ke non tornera’ +. Un altro grande era er “callarostaro” ke c’ era solo in autunno. Ps da notare ke er fusaiaro della foto e’ vedovo. sul bavero della giacca porta il bottone nero del lutto. Ma ki lo usa +? : (

    • Avatar Massimo ha detto:

      me li ricordo tutti, i venditori di fusaje, di caldarroste e quelli delle olive…

      mi hai fatto notare anche il bottone nero per il lutto, cosa che oggi non si usa più.

  3. Il fusaiaro e olivaro era sempre li fuori scuola a viale manzoni e di inverno diventava castagnaro. Quei cartocci un ricordo indelebile!!!!;-)

  4. carta color paglia x le caldarroste x i lupini carta oleata…

  5. mi ricordo che fuori del colle Oppio c’era sempre il nonnetto che vendeva le fusaie e i bruscolini!

  6. Avatar paolo de maio ha detto:

    Ragazzi ve sete dimenticato er castagnaccio le carrube e li zeppi de liquirizia oltre ai pescetti e le barchette de liquirizia. Che tempi… Via India scuola media Tiziano Villaggio Olimpico 1961…

  7. Avatar antonio ha detto:

    davanti alla scuola UGO BARTOLOMEI di via asmara c’era sempre all’uscita i fusajaro che vendeva anche la liquirizia, i lacci di liquirizia e la farina di castagne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *