Piazza Esedra

Piazza Esedra
Descrizione: Piazza della Repubblica (già Piazza Esedra). Dopoguerra – Alcuni bambini giocano con l’acqua della Fontana delle Naiadi
Anno: 1945
Fotografo: Federico Patellani
Fonte: Lombardia Beni Culturali
Aggiunta da Carlo Galeazzi

5 Responses

  1. virgili irene ha detto:

    …allora con la miseria che c’era…. a maggior ragione si bagnano nelle fontane…

  2. nel 1945 di sicuro non si chiamava ”Piazza della Repubblica”. :-(

  3. La piazza deriva il nome Esedra dal latino Exedra,a indicare un luogo un cui c’erano molti sedili sui quali i cittadini romani potevano sedersi e discutere per trascorrere il tempo. Attualmente la piazza si chiama Piazza della Repubblica,in ossequio al referendum tra Repubblica e Monarchia del 2 giugno 1946. In passato venne chiamata anche Piazza Termini o Piazza delle Terme,vista la vicinanza alle antiche Terme di Diocleziano ( imperatore di Roma dal 284 al 305)
    La fontana che si vede è chiamata Fontana delle Naiadi (figure mitologiche greche che presiedono al mantenimento delle acque dolci della Terra). La fontana attuale è stata progettata dall’architetto Mario Rutelli, del quale è bisnipote il nostro ex sindaco Francesco Rutelli)..Il gruppo centrale della fontana ha sostituito il gruppo che adesso si trova nei giardini di Piazza Vittorio e che viene chiamato scherzosamente ” fritto misto” o ” l’uomo col pesce in mano”..
    Per un po’ di tempo la fontana venne parzialmente nascosta ai romani poichè la parte più conservatrice riteneva le statue figure lascive. Ma nel 1901 un gruppo di studenti sbracò nottetempo la copertura in legno e i romani poterono osservare da allora tranquillamente la spettacolare fontana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.