Festività Natalizie

Festività Natalizie
Descrizione: Festività Natalizie. Piazza Fiume
Anno: gennaio 1950
Fotografo: Jack Birns
Fonte: LIFE
Aggiunta da Carlo Galeazzi

13 Responses

  1. erano bei tempi per i pizzardoni erano pieni di regali.

  2. Bellissima foto con tanta nostalgia per un tempo che non c’è più ….

  3. E quella concessionaria FIAT? Ci sarebbe sorta poi la Rinascente? Dato che è precedente anche al sottopassaggio di Corso d’Italia…. E poi, l’edicola! C’è ancora un’edicola allo stesso posto.

  4. Al Rivoli: Amore sotto i tetti (1948).

  5. Non l’avrei mai riconosciuta ?

  6. Il palazzo con la scritta FIAT è stato abbattuto per far posto alla Rinascente. Giusto?

  7. Esatto, al posto della rimessa bianca con la scritta Fiat, nel 1961 venne costruito il palazzo della Rinascente (’57-’61), opera di Franco Albini, architetto legato al razionalismo. Di fianco per tanti anni, vi sarebbe stata la gelateria Fassi con il suo cortile dove era possibile ballare. E’ vero, l’edicola è ancora in quella posizione e si nota che non vi sono i sottopassaggi dove oggi sorge la libreria Arion. In tutta la zona sono presenti molti resti romani (nel sotto passaggio le antiche mura Aureliane, il mausoleo di Lucillo Peto in via Salaria, gli Orti Sallustiani e alcune settimane fa, alcuni lavori alla fine di via Piave, hanno svelato un tratto del selciato dell’antica via Salaria, senza contare altre chicche in superficie). Camminiamo sulla storia.

  8. Dopo la gelateria Fassi (Via Tevere), c’era uno straordinario palazzo liberty, anch’esso abbattuto, all’epoca di proprietà di una certa signora Calderai, dove tra l’altro (nota personale), c’era la casa dei miei nonni materni.

  9. questa era la Befana ai pizzardoni

  10. Bei tempi, mia nonna al palazzo Calderari in corso d’Italia, lì ricordi d’infanzia con Antonio Santi(,Tonino) mio cugino e non soltanto lui. tanti gelati della gelateria Fassi e quante risate …sempre nel mio cuore, la zona Piazza Fiume!

  11. …nella gelateria Fassi, c’era uno spazio esterno, dove spesso suonava un’ orchestra.io guardavo dalla finestra che dava su via Tevere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *