Roma Sparita - Via Casilina

Via Casilina

Via Casilina
Descrizione: Straordinaria foto della Via Casilina all’altezza dell’attuale Palmiro Togliatti che si intravede dove c’è l’autobus, notare che era ad una sola corsia per senso di marcia. A destra si vede, ancora circondata dai suoi pini in buona salute la “Torraccia”
Anno: 1 giugno 1986
Fotografo: Tibert
Fonte: Tratta da tramroma
Aggiunta da Remia Marcello

33 Responses

    • Io mi ricordo il trenino Laziali-Grotte Celoni, ancora quello marrone che la mattina presto, all’altezza di Torpignattara, MONUMENTO AI CADUTI col cannone, era sempre stracolmo e spesso i viaggiatori erano sui predellini; c’era poi il fattorino che purtroppo ora non esiste più e quanto servirebbe, visto che molti non hanno il biglietto! Prima ancora credo che rea della società Zeppieri poi passata alla Stefer. Ora quelli “nuovi” bianchi e gialli sono sporchi, con le scritte sui finestrini ed anche alle porte per non parlare dell’imbrattamento esterno. Io prendevo questo trenino dalla fermata dopo il monumento fino all’allora capoline di P.za dei Mirti per farmi poi via dei Castani dove c’era la scuola media che frequentavo, anni 1962-1965; ora il capolinea non esiste più per fare posto prima agli autobus poi ai lavori per la metro C e per questi lavori hanno tolto perfino il mercato rionale dove si spendeva benissimo. Da 3 anni vivo con mio marito e mia figlia a Centocelle e mi capita spesso di prendere ancora il trenino; da alcuni mesi è aperta la stazione metro C Parco di Centocelle, vicino all’incrocio con la Togliatti. che da qui arriva a oltre il G.R.A.. ed hanno messo anche il bus 50 che dal Parco Centocelle arriva fino a Termini come linea espresso per cui fa meno fermate del 105 e che dal 27/4 continueranno le corse fino alle 23,00.

  1. Questa è l’unica “Roma che non è sparita”!

  2. Dove adesso c’è la stazione Parco di Centocelle della Metro C!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Il trenino dei disagiati! Stupenda foto…

  4. Sullo sfondo a destra si vedono i palazzi di Piazza Sor Capanna.

  5. scusa Alessandra, perche’ il trenino dei disagiati?

  6. In alto a destra, la Torraccia che lambisce la < napoletanissima > Via Marcio Rutilio 40… grazie, per averla postata e buona domenica dall’Aspromonte…

  7. Bella foto. Si nota, quasi in primo piano, dietro il tram, la “Rotonda di Centocelle” Bella struttura di epoca romana molto ben conservata, che per molti anni ha ospitato un’osteria. Da tempo in completo abbandono e per anni depredata dai nomadi del vicino campo.

  8. Non e’ in quella Osteria che un Caccia Militare cadde prima di riuscire ad arrivare alla pista dell’ aeroporto FRANCESCO BARACCA ?Non ricirdo l’anno ma credo sia il 1961 o 1962.

  9. X me….quella sullo sfondo è TorreSpaccata, infatti sulla Casilina, c’è quell’obbligo di svolta a destra, dove adesso c’è il semaforo

  10. Sicuramente questa foto è degli anni settanta. Io abito lì e ci sono dal 1971. La zona è un pò cambiata, ma il trenino è sempre lo stesso anche se ora i vagoni sono camuffati di bianco e giallo.

  11. Anni ’80.
    L’autobus è un Iveco Effeuno, entrato in servizio nel 1984.

  12. La conosco bene e” una strada che da 25 anni la percorro 2 volte al giorno.!!!!!

  13. Avatar virgili irene ha detto:

    quanto mi è familiare questo tratto di strada ! sono nata e vissuta molto vicino a questo incrocio, nonchè ho molto frequentato per motivi lavorativi….cmq a me la foto non sembra molto vecchia…il tranvetto mi sembra della Cotral, bianco e azzurro….e intravedo sul lato dx dopo “l’osteria di Centocelle” poco prima della Togliatti, la stradina in terra battuta che portava al campo nomadi denominato Casilino 900, ( il più vasto d’Europa) sgombrato solo pochi anni orsono !!

  14. Il trenino e’ lo stesso di oggi…nel vero senso della parola.

  15. mancano gli sfasciacarrozze la casa c’è e viale palmiro togliatti è poco visibile ora davanti c’è la fermata della metro “parco di centocelle

  16. Avatar silvia di luzio ha detto:

    vicino alla torraccia nel periodo di “roma città aperta” (sett. ’43-giu.’44) fu allestito dai tedeschi un campo sfollati per i cittadini dei paesi dei castelli e di quelli intorno a cassino……per le scarsissime condizioni igieniche e la grande fame era più simile a un campo d’internamento dato che poi molti di quei sfollati venivano mandati al nord o in germania e usati come mano d’opera ….diverse furono le operazioni dei GAP dell’VII° zona in particolare della sez. di centocelle…… tra il febbraio e il marzo ’44 ,visto che quella zona era un immenso prato, le forze militari di zona portavano lì i partigiani per insegnargli a sparare con le loro armi

  17. Avatar Tibert ha detto:

    È la mia foto – scattata il 1 giugno 1986 al lato est della stazione di Centocelle (rimessa del trenino).
    Si vede le vetture ACOTRAL 061-423-060.
    Giusto – queste vetture sono ancora in servizo (in bianco/giallo).
    Giusto – ora si trova lì la fermata metro C Parco di Centocelle.
    Chissà come questa foto è entrato in questo archivio?
    Come capostazione svizzero ho visitato molte ferrovie concesse italiane.
    Ne ho regalato tante foto ai colleghi italiani – sicuro anche questa.

  18. Avatar Andrea ha detto:

    Fortunatamente l’autore della foto è intervenuto a sciogliere ogni dubbio! Va però a questo punto precisato e corretto in didascalia che Viale Palmiro Togliatti in quell’anno era a due corsie per senso di marcia. Non guidavo ancora ma l’ho percorsa spesso da questo incrocio verso cinecitta e da che ho memoria (anni 70) è stata sempre in quel tratto a due corsie e anche tre per senso di marcia. Anzi, ora è tornata a due da quando è stata fatta corsia preferenziale dei bus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *