Roma Sparita - Piazza di Spagna

Piazza di Spagna

Piazza di Spagna
Descrizione: Filobus della linea EF a Piazza di Spagna
Anno: 20-2-1940
Fotografo: (?)
Fonte: Tratta da tramroma.com
Aggiunta da Remia Marcello

17 Responses

  1. I vecchi e gloriosi filobus, rimasti in servizio fin quasi al 1970, piuttosto bruttini, spesso si staccavano le sbarre di alimentazione elettrica, ed il bigliettaio scendeva per riagganciarle alla linea elettrica…………quanti ricordi……..

  2. Vorrei solo far notare come fosse lo stato della pavimentazione in sampietrini quasi 80 anni fa, e nonostante il filobus che ci passava sopra. Manco uno fuori posto.

    • Nota anche l’assenza totale di traffico…

    • Avatar fabrizio barbabella ha detto:

      Perché venivano usati i “veri serci” romani, lunghi quasi 25 cm e larghi circa 8, non quelli cinesi che vengono usati oggi (vedi Via Nazionale, il cui manto, poggiato pochi anni fa, già è tutto fuori posto) e che non sono più lunghi di 7 – 8 cm e larghi appena 4 cm. Possono reggere il peso del bus (o filobus che sia) atteso anche che il lavoro di fondo di preparazione (sabbia e conglomerato) viene (nella stragrande maggioranza dei casi) come si dice a Roma “fatto alla carlona”?

    • Per forza appena si era iniziato a rimettere un pó in piedi il Paese, s’iniziavano ad acquistare alcuni beni a rate: la cucina a gas, il frigorifero, la tv, le auto ancora nemmeno a rate ci si poteva permettere di acquistarle, inizió ad essere possibile qualche anno dopo.

  3. Hai detto bene 80 anni fa ….ci passava solo il filobus …che paragoni ….magari arrivavano anche in orario ? Forse perché il traffico non esisteva ?

  4. Il 62 da piazza Bologna a san Pietro dove lavoravo. Che ricordi! !!

  5. Penso cari Marcello e Aldo , se dite queste cose, che non abbiate mai visto lo stato delle strade di metropoli come Londra, Berlino, Parigi, dove il traffico non è certo da meno, il fatto che la’ ci sono amministratori degni di questo nome, qui invece siamo in Italia.

  6. Io farei una petizione per rimuovere il filobus 90 express odierno, ingombrante, intasante, lento (tutt’altro che express) e con quei fili orrendi per aria. Inquinamento visivo puro.

  7. Fabrizio hai perfettamente ragione, ma non è da poco tempo, che accade ciò, io fine anni 80 credo di ricordare per andare al lavoro , passavo con il ciclomotore , provenendo da Via delle botteghe oscure intorno all’altare della patria dirigendomi in via dei fori imperiali verso il Colosseo, ci voleva un’abilità di equilibrista per gli scossoni che il ciclomotore subita a causa del selciato, che dire sconnesso è dire poco, io ogni mattina imprecavo contro l’allora Sindaco di Roma, questa era la situazione.
    In quanto a Lorenzo Roselnoz , non discuto l’utilità del filobus 90, ma ai miei tempi esistevano filobus e tram a rotaie, a Roma si respirava un aria non solo pulita, ma quando dal mare arrivava il famoso ponentino te ne andavi alGianocolo o al Pincio ed era una goduria, poi la lobby dei petrolieri, foraggio’ l’allora governo (DC), dove Andreotti regnava indisturbato, ed eliminarono tutti i filobus ed una gran parte della circolazione su rotaia, con la scusante che gli autobus erano più efficienti dal punto di vista della mobilità, essendo in grado di modificarne il percorso e quindi la gestione della viabilità, supportato in ciò anche dai cosiddetti supporter di quello che tu chiami inquinamento visivo non degno di una città come Roma , un’alternativa c’era , incrementare la viabilità su rotaia e iniziando già d’allora ( parlo degli anni 60) la costruzione di linee metropolitane degne di questo nome, ma le tangenti enormi devolute alla classe politica dalle lobby sia dei petrolieri che dalle aziende costruttrici di quegli orrendi, si ,autobus, ci hanno in breve tempo condotto all’attuale cappa di gas irrespirabili.
    PS.
    A fine anni 60 mi recai a Londra per motivi personali, e riguardo a questo argomento, rimasi folgorato dalla visione della rete metropolitana londinese, che loro chiamano “underground” e che in pratica copriva quasi tutte le zone della citta’ , ed in quel periodo stavano costruendo la linea Vittoria , che in pratica collegava tutta La famosa zona centrale di Londra, tanto è, ed anche Parigi inquel periodo aveva già una linea metropolitana degna di questo nome.

    • Avatar fabrizio barbabella ha detto:

      Oggi, al Gianicolo o al Pincio per gustare il “ponentino” è inutile che tu vada! Il ponentino non soffia più, e sai perché? Perché, grazie a una sciagurata lottizzazione, hanno edificato (tra l’altro sotto il livello del Tevere) il quartiere della Magliana che, a causa dei suoi orribili palazzoni, impedisce che il romano de’ Roma se possa ariconzolà cor ponentino!

  8. Avatar gelsomina ha detto:

    Ammettiamo però che piazza di Spagna è più bella tutta pedonale!
    Quel vecchio filobus stona proprio.

  9. Piazza di Spagna è il salotto di Roma….voi fareste passare una macchina nel vostro salotto?

  10. Avatar Bruno ha detto:

    meno male che oggi lì si può camminare a piedi senza rischiare di essere investito.
    Una delle pochissime isole pedonali rispettata al 99%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *