Largo Chigi

Largo Chigi
Descrizione: Largo Chigi, inaugurazione del servizio municipale; di fronte ai magazzini Bocconi la motr. 131
Anno: 1911 ca
Fotografo: (?)
Fonte: Tratta da tramroma
Aggiunta da Loredana Diana

7 Responses

  1. I magazzini Bocconi, non erano la vecchia Rinascente? L’aspetto è diverso per altezza e per decorazione. Quel palazzotto è stato abbattuto?

  2. Mario Visconti ha detto:

    Il palazzotto che si vede nella foto è la vecchia “Galleria Colonna”; la costruzione attuale è stata modificata e inoltre oggi la Galleria si chiama “Alberto Sordi”. In effetti la descrizione della foto pubblicata può essere fuorviante, perché quello che si vede in primo piano è la Galleria e non i Magazzini Bocconi che sono a sinistra della foto. I magazzini “Alle Città d’Italia” furono poi ribattezzati da Gabriele d’Annunzio in “La Rinascente”. La foto, però, fa riferimento alla motrice 131 del tram che iniziava le corse proprio davanti ai Magazzini; d’altra parte la fonte della foto è “TramRoma” pertanto il tram era il soggetto principale anche se non in primo piano a sinistra della foto. Per la cronaca “La Rinascente” ora si trova a piazza Fiume come sede principale, mentre un negozio è nella Galleria Sordi, Spero di essere stato utile.

  3. Approfitto per fare un’ altra domanda. Nella libreria Feltrinelli, galleria Alberto Sordi, ci sono dei marmi a sinistra. Mi hanno detto che sono residui delle case degli Antonini, che sorgevano li. Ne sa niente?

  4. Mario Visconti ha detto:

    L’area dove ora si trova la Galleria “Alberto Sordi” era occupata dal palazzo Piombino. Vedere le belle foto nell’archivio di “Roma Sparita”. Una volta abbattuto il palazzo l’area è rimasta senza nessuna costruzione, vedere sempre le foto di “Roma Sparita”, pertanto è rimasta in tale stato per molti anni. La famosa famiglia romana degli Antonini ha prodotto molti imperatori da Antonino Pio a Commodo, passando per Marco Aurelio. D’altra parte la colonna che si trova davanti alla Galleria è dedicata a Marc’Aurelio, infatti viene chiamata anche colonna Antonina. Da notare che nella sommità della stessa non c’è la statua di Marc’Aurelio, ma quella bronzea di San Paolo, come voluta dal papa Sisto V, che ha sistemato l’aerea. Pertanto la famiglia Antonini era di casa in quella zona; ora da qui, dire che alcuni marmi nella libreria Feltrinelli provengono dalle case degli Antonini che sorgevano in quell’area, senza nessun riscontro storico, può essere vero o falso. La domanda che faccio: dove erano stati conservati, per tutti quegli anni, quando lo spazio della Galleria non era occupato da alcuna costruzione? Se non si hanno certezze storiche si parla solo di ipotesi, posso dire tutto e il contrario di tutto. Sono stato chiaro?

  5. Mélanie ha detto:

    Buongiorno, approfito pure io per una domanda. Sono francese e studio la via del corso per l’università. Pero non riesco a trovare informazioni sulle date d’introduzione del tram o delle mappe delle sur linee, neppure sul traffico automobile… Lei sa qualcosa su questi soggetti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.