Roma Sparita - Velodromo Olimpico Roma Sparita - Velodromo Olimpico

Velodromo Olimpico

Velodromo Olimpico
Descrizione: Velodromo Olimpico. Progetto dell’architetto Cesare Ligni
Anno: 1957/59
Fotografo: (?)
Fonte: SISTEMA Archivistico Nazionale
Aggiunta da Remia Marcello

35 Responses

  1. Peccato sia stato abbattuto dopo che è stato anche depredato.

  2. Come è stato possibile distruggere un’opera apprezzata a livello mondiale?…

  3. Non c’erano praticanti di ciclismo su pista.

  4. Questo è stato fatto sparire

  5. Porco zio ..nun se mai capito perchè demolire un opera d’arte, c’era Allemanno , mi pare …

  6. Abbandonato a se stesso e poi demolito….la stessa fine che farà lo stadio Flaminio…che vergogna

  7. Da ragazzino, mio fratello e i suoi amici più grandi mi portarono a vedere una competizione su pista. Ho un ricordo bellissimo di quella serata e di quell’impianto. Che peccato averli distrutto…..

  8. Avatar Giorgio Franceschetti ha detto:

    Era già ammalorato, cadente e pericoloso nel 1978, un posto da incubo.
    Il problema come sempre irrisolto è cosa fare dell’area… Zero assoluto.

  9. Un vero peccato. Con una buona ristrutturazione sarebbe potuto essere lo stadio della Lazio o dell’ AsRoma, oppure un ottimo stadio per il Rugby :(

  10. Era bellissimo. Ricordo ancora il “botto” della demolizione…. Peccato: si poteva restaurare e conservare anziché dare spazio alle oscenità architettoniche che sono sorte come funghi nei dintorni …

  11. Farlo esplodere per inquinare meglio l’ambiente con l’amianto. Da criminali..

  12. Cesaretto Ligini era un grandissimo architetto che ho avuto l’onore e il piacere di conoscere bene. Firmo’ anche il progetto delle torri del Ministero delle Finanze all’Eur, anch’esse in fase di demolizione … Si stara’ rivoltando nella tomba.

  13. Bellissimo. Ma pieno di eternit. Allora non se ne conoscevano gli effetti letali.

  14. ..pieno di amianto …e con gravi problemi strutturali….la demolizione era necessaria…..il problema è che non è mai stato studiata la riqualificazione dell’area……anche nelle altre nazioni europee si sostituiscono impianti sportivi ormai desueti…ma sempre dopo aver avviato una progettazione di quello nuovo!….. ;-)

  15. Il Velodromo Olimpico all’EUR! Questa meraviglia dell’arch. Cesare Ligni; dopo anni ed anni di abbandono e di degrado senza mai un serio e fattibile piano di riassetto e di risistemazione all’uso, anche di tipo diverso, è stato abbattuto da alcuni anni ! Non prima di essere diventato un serio problema di salute e di ordine pubblico per tutta l’area circostante !

  16. La tettoia della tribuna era pericolante già dai primi anni 70 Si poteva utilizzare solo il campo da Hockey su prato ma i passaggi sotto la pista erano sempre pieni d’acqua

  17. Quanti bei ricordi da giocatore e da arbitro?

  18. Demolita sotto Veltroni da un docente universitario per dare spazio a delle palazzine , questo non lo dice nessuno .

  19. Avatar Fabrizio Barbabella ha detto:

    Olimpiadi 1960: ve li ricordate Maspes e Gajardoni? Che ciclisti!

  20. Avatar Fabrizio Barbabella ha detto:

    Gajardoni, appunto nel 1960, fu l’unico ciclista italiano a vincere due ori al Velodromo Olimpico: velocità e chilometro da fermo!

  21. Avatar SILVANA ALESSANDRONI ha detto:

    Nel 1968 vi si svolsero i Campionati Mondiali Professionisti su pista. Che bel ricordo! Mio padre mi accompagnava a vederli e c’era pure tanta gente. Poi tutto è morto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *