Via Casal de' Pazzi Via Casal de' Pazzi

Via Casal de’ Pazzi


Descrizione: Via Casal de’Pazzi, incrocio con Via Tiburtina.
Anno: (?)
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Roma Sparita

2 Responses

  1. Loredana Diana ha detto:

    Adriano Calderini 
    ‎(Ex Chimica Aniene). Lo slogan di qualche anno fa recitava “Mille cose risolve per te bicarbonato Solvay”, ma qui, se non sbaglio producevano varechina…

    Roberto Cecili 
    Quel vaso in primo piano l’ho già visto da qualche parte… ahah

    Adriano De Bonis 
    si confermo facevano varecchina

    Carlo Grossi 
    La Solvay era famosa tantissimi anni fa per la Soda…la Soda Solvay….scarichi industriali…nell’Aniene

    Lia Civardi 
    questa foto e’ stata scattata presumibilmente dall’osteria di fronte e accanto c’era un negozio di alimentari di uno dei fratelli Sebastiani.

    Emanuele Testa ‎
    @ Carlo Grossi: faresti bene a fare più attenzione a ciò che dici, quello stabilimento non produceva soda, ma faceva elettrolisi, derivati di trielina e bicarbonato. Vai più a monte per risalire agli inquinanti…c’era la Farmaceutica LEO di cui ancora oggi si vedono i fabbricati a scheletro all’incrocio con via del Casale di San Basilio..

    Carlo Grossi 
    ‎@Testa-carino, so quello che scrivo e quello che scrivi tu lo devi prima filtrare, molto. Manchi di classe.La soda Solvay era in vendita in tutta Italia, e si produceva li’, pacchetti bianchi da un chilo. era, forse, un prodotto di by-process.Nel mio commento mica ho detto che facevano soltanto soda….Gli scarichi di cui parlavo c’erano eccome, un tubo in cemento che scaricava in continuazione acque luride, come scritto, accanto al ponte, dal lato del casale del xii secolo…. auguri sodi a te

  2. Emanuele Testa ha detto:

    Mio padre ha diretto quello stabilimento per molti anni dopo aver diretto quello di Rosignano Solvay. Lo scarico che andava al fiume era quello dovuta alla torre di raffreddamento della lavorazione e produzione della varechina e della salamoia. Il sistema dell’elettrolisi serviva appunto alle lavorazioni della trielina e della varechina, la Chimica Aniene inoltre produceva perborato e bicarbonato. La soda è sarà prodotta solo a Rosignano Solvay e a Bussi. Nell’Aniene scaricavano la Farmaceutica Leo (ormai scheletro pericolante e percolante) e lo fanno ancora ora il palazzone rosso sulla collinetta a sinistra di via di Ponte Mammolo ( di proprietà comunale) e gran parte delle abitazioni che seguono la sponda destra del fiume, fin’anche dopo il ponte banco. Sono nato nel Casale della Vannina al 30 di via di Ponte Mammolo quando questo fabbricato era la foresteria della Chimica Aniene e ci vivo ancora essendo divenuto di proprietà dei miei genitori (ormai defunti) quando, allora direttore, mio padre fu costretto, per i desiderata della Solvay & Cie, a chiudere per sempre lo stabilimento. Magari qualche notizia ce l’ho.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *