Sant’Alessandro


Descrizione: Basilica e catacombe di Sant’Alessandro in Via Nomentana
Anno: (?)
Fotografo: (?)
Fonte: cartolina
Aggiunta da Stefano Pozzi

4 Responses

  1. Loredana Diana ha detto:

    GIANNI ANELLI:
    Vicino c’era e forse c’è ancora una zona militare della Marina, dove feci a mio tempo il corso di Radiotelegrafista… ai miei tempi le catacombe di Sant’Alessandro si visitavano..parlo del 1956

    SILVANA CICCHIELLO LUPONIO:
    io mi sono sposata a s. alessandro nell’aprile 1969. So che il mausoleo sia collegato con le catacombe di s. agnese attraverso dei tunnel sotterranei, scavati daqgli antichi cristiani romani per scmpare alle persecuzioni

    FABIO CELANI:
    anche io mi ci sono sposato nel 1990 la zona la conosco benissimo ,ho lavorato poco più avanti ,al bar di pinzari per 25 anni ,conosco quella zona propio bene e gianni morandi cliente abituale. e non solo lui.tantissimi attori e cantanti,visto che la RCA. ITALIANA ERA LI VICINO.

    CARLO GROSSI:
    Morandi abitava alla Bufalotta e Peppino de Filippo, su Nomentana lì vicino…

    Nicolucci Pietro 
    ma non e’ molto lontano da Mentana?

    Alessandro Ferri 
    Peppino de Filippo abitava in quel complesso residenziale di via Nomentana, sulla sinistra procedendo verso il GRA tra le vie Sannazzaro e Romagnoli. Quanto alle catacombe, non credo che Sant’Agnese e Sant’Alessandro fossero collegate da tunnel sotterranei: avete un’idea della distanza tra i due luoghi? E come avrebbero fatto a scavalcare l’Aniene? Scusate la diffidenza.

    Anna Maimone 
    peppino De Filippo abitava dunque vicino casa mia di adesso???!!!??!! OHIBO’!! :-)

    Roberto Pagani 
    C’e’ una lapide che lo ricorda..Fa un certo effetto,perche’ l’edificio e’moderno ed ha forme molto particolari.Non te lo aspetteresti.Non e’ difficile vedere questa lapide,in genere li’ c’e’la fila per il semaforo.

    Anna Maimone 
    grazie dell’informazione, appena rientro in italia ci voglio passare! :-)

    Hector L Gamiz 
    si me lo ricordo bene! …….

    Alessandro Ferri 
    Il palazzo è esattamente all’angolo tra via Nomentana e via Emilio De Marchi.

    Anna Maimone ‎:-)
    ti voglio come mio Cicerone personale!!! :-)

    Luigia Bonasera 
    Avete fatto confusione, io abito li’ vicino da 15 anni. La chiesa di s Alessandro e’ tutt’ora funzionante poiche’ ci vado a messa, per quanto riguarda le catacombe forse sono l’edificio tondo che si vede e che ora si trovano dall’altra parte della Nomentana che dunque divide la chiesa dalle catacombe che pero’ non conosco. Tutto cii0′ e’ fuori raccordo mentre la casa di Peppino De Filippo e’ sulla Nomentana tre o quattrocento metri prima dell’innesto su piazza Sempione

    Luigia Bonasera 
    Rettifico e’ tutta chiesa e catacombe che comunque non ho visitato

    Claudia Lelli 
    Dall’uscita 11 del G.R.A. direzione Mentana all’incirca dopo 1 km si vede sulla sinistra la chiesa di S.Alessandro,che dà ancora idea delle chiesette di campagna fortunatamente,sulla destra c’è una casetta e subito dopo ci sono le catacombe ch…e non sono cosi visibili come nella foto perchè coperte dagli alberi.Sono chiuse,sono state aperte, mi pare una quindicina di anni fa, in una visita di Giovanni Paolo IILa marina militare c’è ancora…Morandi abitava a Tor Lupara l’attuale Fonte Nuova e giocava nei campi di calcio della chiesa di S.Alessandro e mi dicono che Peppino De Filippo ha abitato forse prima di Talenti a Prato Lauro che sta all’incirca ad un altro km dopo la chiesa…

  2. Serena ha detto:

    Nei primi anni settanta mio zio lavorava come custode presso le catacombe, e io vi ho passato molto temo ed in quel periodo erano ben curate con un giardino bellissimo

    • Luigi Volpe ha detto:

      Buongiorno. Mio padre Corrado Volpe giocava nella squadra di calcio di S. Alessandro tra gli anni 1955-1970.

  3. Luigi Volpe ha detto:

    Qualcuno ha fotografie della squadra del Sant’Alessandro di calcio di quelli anni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.