Via Prenestina

Via Prenestina


Descrizione: Via Prenestina angolo via Alberto da Giussano – Tank tedesco in fiamme
Anno: giugno 1944
Fotografo: (?)
Fonte: Archivio sconosciuto
Aggiunta da Roma Sparita

4 Responses

  1. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Paolo Pompei
    io non sapevo neanche che si era combatutto per le strade che attraverso tutti i giorni. dove c’è quel tank, ci passo 2 minuti tutti i giorni fermo al semaforo!!

    Roberta Fianchini
    nemmeno io sapevo che si era combattuto per queste strade!ci passo quasi tutti i giorni!andavo in palestra proprio li dietro

    Federico Lupetto Carrozza
    se non sbaglio il carro armato va verso P.Maggiore e via a. da giussano inizia a sinistra, prima dell’ultimo palazzo, quindi il tank è all’altezza di via m.attendolo.

    Massimo Castelli
    scusate amici in questo link su Roma in Guerra c’e’ tutta la storia di questa foto :
    http://www.facebook.com/photo.php?pid=30516440&op=26&o=global&view=global&subj=236450386731&id=1188701975…e lo stesso vale per la foto successiva …infatti i due carri armati stavano assieme un Tigre Pkw VI e un Pkw Mark IV.

    Gabriella Cetin
    Il carro tedesco si trova all’altezza di via E. Gattamelata, che all’epoca era senza uscita. Questo carro ha immobilizzato l’avanzata degli alleati per molto tempo. Di tanto in tanto, sbucava sulla via Prenestina e sparava una cannonata in direzione di largo Preneste. Rientrava poi a retromarcia posizionandosi sotto la villa del Direttore della Snia
    Viscosa (angolo Prenestina/ via Gattamelata).

    Massimo Castelli
    giusto Gabriella..e’ vero ..ma come sai queste cose forse eri testimone o te le ha raccontate un genitore?…ho fatto ricerche su questa foto e l’unica testimonianza dell’episodio e’ su un libro del 1994 di raccolte di fatti sul Lazio in Guerra.Dato che le foto dei carri distrutti sono due …ma forse ce n’era anche un terzo sarebbe carino sapere come e da chi sono stati distrutti.Per caso sai tutta la storia?

    Gabriella Cetin
    Il carro di via E. Gattamelata fu colpito durante l’ennesima sortita sulla via Prenestina da uno dei carri alleati bloccati a largo Preneste. Non conosco la storia del secondo carro che con molta probabilità era nascosto in via A. Da Giussano ed un terzo carro era stato colpito non molto distante dal secondo. In quel luogo, per molti anni, c’è stata la “TRATTORIA DEL CARRARMATO”

    Massimo Castelli
    grande Gabriella…e’ vero’ un mio collega di lavoro che abita in zona mi ha raccontato della trattoria del “carro armato”…proprio riferita al carro colpito che rimase li’ davanti per parecchio tempo..se vuoi leggi
    quanto scritto in questo gruppo”Roma in guerra” da me e da altri a proposito di questa foto.
    http://www.facebook.com/photo.php?pid=30516440&op=27&o=global&view=global&subj=236450386731&id=1188701975
    Grazie della testimonianza Massimo.Dal libro “Lazio in Guerra” 1994 edizioni Il Lunario Romano testimonianza:”la mattina presto salgo sul tetto del palazzo sul piazzale prenestino dove abito e con un cannocchiale vedo fino alla villa Gordiani….c’e’ un semovente antiaereo che ogni tanto spara delle raffiche verso il quarticciolo da dove arrivano gli americani..lo fanno ad intervalli regolari…poi ad un certo punto smettono caricano a rimorchio la
    mitragliera e se ne vanno..piu vicino verso largo preneste un tigre e due Mark IV…presidiano l’incrocio e ogni tanto sparano verso la direzione degli americani che ancora non si vedono….sono passate le ore 13.00 ed ecco che arrivano distanti le truppe Usa che si dispongono con carri e cannoni anticarro jeep e semoventi…si allargano …i tedeschi sparano con i carri e gli americani tacciono….si fronteggiano…poi verso le due scoppi cannonate ed ecco subito alte volute di fumo nero …hanno preso qualche carro ma non si vede…il tigre con la torretta puntata verso fuori inditreggia ed ecco che parte il primo colpo degli americani che sibila vicino al carro lo manca ma prende una casa a lato strada e la distrugge altri due colpi a vuoto e alla fine il quarto colpo lo centra e si incendia.I tedeschi escono dal carro e fuggono..e si ritirano col resto del gruppo da combattimento verso il centro della citta’…gli americani arrivano piu’ tardi verso le 16…e scattano le famose foto…che non sono in combattimento ma in posa a beneficio dei numerosi reporter al seguito!”

    Gastone Tucci
    Ho 75 anni e abitavo in via muzio attendolo 61 mi ricordo il carro armato e stava all’angolo di via erasmo gattamelata e via prenestina, entrati gli alleati è stato per tanti giorni fermo abbattuto e noi ragazzini ci abbiamo anche giocato. In via muzio attendolo ricordo anche di una cannonata arrivata sulla via m. a. al n. 44 da L. Preneste. Sono ricordi da ragazzino ma sono rimasti impressi nella mente.

  2. Avatar Mauro Spinelli ha detto:

    Ho abitato per anni in via Guglielmo degli Ubertini ed i miei più cari amici erano in Via Muzio Attendolo ed in via Erasmo Gattamelata ma non avevo idea che il fronte fosse passato da casa mia!

  3. Avatar Giancarlo Monzio Compagnoni ha detto:

    Ricordo benissimo il carro semidistrutto all’angolo di via Erasmo Gattamelata. Rimase lì per molto tempo e noi (all’epoca) ragazzini di Via Villa Lauricella , Gattamelata, ecc. andavamo a giocarci .

  4. Avatar Andrea ha detto:

    Io non ho vissuto quei momenti, ma i racconti della guerra li ho sentiti tanto da mio padre che li ha vissuti in centro città vicino piazza Venezia, e venne ad abitare qui in zona dopo essersi sposato. Interessano a me quelli vissuti in queste zone perché sono le mie della mia infanzia ed è sempre importante conoscere l’evoluzione che ha avuto la società dove si vive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *