Roma Sparita - Biglietto ATAC

Biglietto ATAC

Biglietto ATAC
Descrizione: Biglietto automobilistico-tramviario dell’ATAC, Azienda Trasporti di Roma, in uso negli anni ’70, prima dell’avvento delle distributrici automatiche, costava 50 lire (0.026 €)
Anno: Anni ’70
Aggiunta da Roma Sparita

269 Responses

  1. che ricordi…col bigliettaio appena salivi da dietro…

  2. me ne rimasto uno anche a me :)

  3. Il bigliettaio sul seggiolimo di legno…. il tram con i sedili di legno e le ruote a raggi…. bei ricordi…

  4. Me lo ricordo anch’io! Poi, quando sparì il bigliettaio, il suo sedile divenne il più ambito!

  5. E prima delle 8, 25 lire,io con cento lire avevo andata,ritorno e cornetto.

  6. Ma qui siamo già al biglietto unico. Chi si ricord “Il biglietto verde da quindici lire è terminato” ?

  7. se lo prendevi prima delle 8…infatti pagavi 15 lire…

  8. Il biglietto costava 15 lire prima delle 8.

  9. Me lo ricordo,sopratutto quando prendevo il 28 o il 23 per andare a Porta portese con mia madre alla fermata del santo spirito.

  10. Ricordo anche un biglietto di colore celeste da 30 lire, credo per il tram. La carta era sottilissima.

  11. Nitido ricordo del bigliettaio, del seggiolino di legno rivestito in vera plastica, della “cassa” in piccole listarelle in legno e della spugnetta sulla quale inumidire il dito prima di staccare il biglietto…

  12. C erano anche verdi,bei tempi,almeno lo pagavano tutti Er bijietto,ari volemo Er bijettaro….

  13. Tariffa ridotta Per chi lo prendeva prima delle 7,30

  14. Credo c’erano anche di un altro colore…mamma mia che ricordi lontani…

  15. bei tempi! tutti pagavano il biglietto,e l’azienda non era in crisi come adesso. rimettete il bigliettaio!

  16. Avatar Raffaele Rizzacasa ha detto:

    Prima delle 8 costava 15 lire.

  17. me li ricordo anche io….a fine corsa …a piazza Cavour davanti al Palazzaccio c’era il botteghino dell’ATAC dove i fattorini riconsegnavano i biglietti rimasti e i soldi incassati….che tempi…

  18. Me li ricordo, e ne ho conservato uno bianco di £.25, perché prima delle 8 di mattina fino al 1975 si pagava metà prezzo!

  19. Avatar Patrizia ha detto:

    E chi si ricorda che si pagava £ 25 prima delle ore 8.00 e dopo £ 50? e la metà corsa?

  20. ho l’età per ricordarmelo, anche se ero piccolina

  21. E c’era il signore che li strappava seduto sullo strapuntino con un copridito di gomma. Che tempi!

  22. sì, lo ricordo benissimo … che nostalgia!

  23. La tacca fatta al regimano se eri piu basso non pagavi se eri piu alto si

  24. io me li ricordo… erano di vari colori pero’ a seconda del prezzo..?? e chi si ricorda….

  25. Se non sbaglio al posto delle obliteratrici c’erano delle punzonatrici che imprimevano una matrice di fori sui biglietti…

  26. Sii!!..ci prendevo il 64 a due piani con mia mamma!!..mitico!!!!

  27. Quando con nonna andavamo a perdere il 64 a piazza della Città Leonina e si riusciva a salire al piano di sopra era una festa..

  28. lo ricordo benissimo ….sul 64 ero al piano superiore e del biglietto ne feci una pallina….passò il controllore e siccome era illeggibile mi costrinse a rifarlo….una vera ingiustizia, non l’ho mai dimenticato!

  29. e se lo prendevi prima delle otto !! pagavi venticinque lire ! e ereno di colore grigio chiaro !!! er biettaro che se sgolava, avanti ce’ posto !!!

  30. che bello è un piacevole ricordo.

  31. …e la mattina fino alle 7,30 per lavoratori e studenti costava 25 Lire ed era di colore grigio …

  32. sigh… io me lo ricordo bene!!!

  33. E c’erano anche dei tagli minori con dei bellissimi colori. Li raccoglievamo e ci facevamo le copertine per i libri di scuola …

  34. Questo ricordo è parte integrante della mia infanzia. Per andare dal mio papà ogni giorno prendevo il 26, accompagnata da mia zia o da mia madre. Ero diventata amica anche dei fattorini ….

  35. Anche se ero piccola me li ricordo!!!! Che bei tempi

  36. Non ci pensare !! Torna da noi !!!!!!

  37. siiii….e se prendevo l’autobus prima delle 7,00 costava la metà… ^_^

  38. e se lo prendevi prima delle 08.00 per studenti e lavoratori 25 lire :)

  39. Anna Campione lo stavo scrivendo io….facevamo le corse per arrivare prima delle 7!! ;-)

  40. Li collezionavo di diversi colori

  41. Mio padre ci lavorava….. era il bigliettaio!!

  42. VERO LA MATTINA PRESTO 25 LIRE.

  43. Ma prima si pagava a seconda della percorrenza…

  44. rimettete i bigliettai…..

  45. si infatti si pagava in base alla percorrenza termini-cinecitta era 90 mentre fino a s.giovanni 50

  46. Ho messo una foto con un biglietto ancora piu vecchio con uno stemma che era sul cappello del personale viaggiante autisti e bigliettai

  47. oddio che salto nel passato…il mio passato!

  48. che ricordiiiiiiiiiiiiiiiiii

  49. io me lo ricordo quando prendevo il tram con nonna, che tempi ;)

  50. e sul retro c’era scritto di conservarlo…aperto a ogni richiesta del personale e giù risate ci siamo capiti?

  51. bei tempi!!!! ma s’era anche quello da 30 Lire

  52. Che spettacolo ricordi belli

  53. io me lo ricordo ai tempi dell’università ..

  54. Avatar patrizio ha detto:

    Sulla salita del forlanini quando non facevo in tempo allo spallanzani lo prendevo all’altra fermata il fattorino mi diceva che lo prendi a fà l’autobus tu corri piu veloce magari ero con gli occhi di fuori e il fiatone mi riprendevo dopo 5 fermate

  55. …e fino alle 8 si viaggiava con 25 lire!!

  56. Io prendevo il trenino sempre alle 7,15

  57. Negli anni precedenti il 1970 la mattina presto, il biglietto costava anche 10 lire, e proprio a seconda dell’orario il fattorino, seduto al suo seggiolino prendeva i biglietti dal loro contenitore-cassa con il colore diverso, e soprattutto quando gli autobus ATAC o il trenino (tranvetto per i romani) della STEFER che percorreva la via Casilina o la via Tuscolana o la via Appia, gridava: avanti che c’è posto , nu’n rimanete in piattaforma e nessuno scampava al suo BIGLIETTIIII! Ora non c’è Più il fattorino o bigliettaio e parecchia gente sale sui mezzi senza il biglietto.

  58. e non era meglio che ci fosse un controllore appunto a controllare? a controllare che le persone pagassero, a controllare che non accadesse nulla nell’autobus, a garanzia dell’autista. e anche a dare informazioni, a calmare i ragazzini scatenati, a dare una voce all’autista se qualcuno si sentiva male.

  59. Me lo ricordo, eccome se me lo ruicordo! Si faceva direttamente in vettura…

  60. Sto proprio invecchiando quanta nostalgia, ricordi quando si pagavano cifre differenti a seconda della fermata a cui si scendeva, ma forse sei troppo giovane..

  61. Io prendevo l’autobus con i miei e mio fratello per andare a trovare i nonni; per tutto il tragitto passavo il tempo ad osservare il bigliettaio che staccava i biglietti e dava i resti da quello strano cassetto.

  62. Avatar sergio ha detto:

    e si era il periodo della mia adolescenza ricordo che per non fare il bilietto mi nascondevo in mezzo alla gente mentre il fattorino ad alta voce diceva biliettooooo che tempi

  63. E……. se ben ricordo prima delle otto costava 25 lire.

  64. mio padre era un bigliettaio dell’atac…

  65. Bello mi ricorda quando ero piccola

  66. Quelli a metà prezzo non li ho mai presi (quando ero piccolo l’autobus lo prendevo solo per andare dal medico, da Trinità de’ Monti a Piazza Sempione)….poi ho scoperto che mio suocero era bigliettaio sui tram, ma non l’ho conosciuto purtroppo, ma mia moglie mi ha raccontato un sacco di storie su di lui.

  67. ricordo! erano fatti con una carta leggera! il tempo passa…

  68. Ancora prima costava 15 lire dopo le 7 e 10 lire prima delle 7 naturalmente di mattina! !!!!!!!

  69. ho un biglietto dell’ A.T.A.G de. cent.50 (ovviamente di lira). Lo vado a postare.

  70. e prima delle 8 15 lire……..che bei tempi……

  71. E prima delle 8, 00 ….25 lire.?

  72. sono spariti anche quelli che pagano il biglietto!

  73. Io ne ho uno del 1973 nel diario di scuola.

  74. mi ricordo che vi erano due fasce di biglietti legati all’orario.Prima e dopo le 8 di mattina.

  75. Il biglietto lo pagavano tutti perchè c’era il bigliettaio o fattorino sul mezzo pubblico. Poi ci fu la privatizzazione dell’ATAC, che gradatamente fece sparire la figura del bigliettaio e gli utenti hanno iniziato a non pagare più il biglietto causando grosse perdite all’azienda che, comunque chiedeva ed otteneva finanziamente (vuoto a perdere) dal Comune. Usanza tutta italiana quella di mantenere aziende che minacciano di licenziare i lavoratori perchè vogliono guadagnare sempre di più, ma a spese dello Stato.—-

  76. Adesso non l’ho paga nessuno ……..

  77. Più che il biglietto mi piace ricordare i bigliettai.

  78. Me lo ricordo bellissimo, che nostalgia….

  79. E’ na cifra che l’ho pubblicato sto bijetto,storico…bellissimo.

  80. prima delle 8 di mattina costava 15 lire….

  81. Mi ricordo che sul retro c’era scritto : “conservare il biglietto e presentarlo….” da bambini ci divertiva piegarlo e far venire fuori la parola “coniglietto” !?

  82. Che significa “automobilistico”?

  83. È vero! Anche io ho dei vaghi ricordi dei biglietti fatto così è del bigliettaio

  84. Ricordo il biglietto si pagava eccome!

  85. Il proprietario di questo titolo, fuoricorso catanzarese alla Sapienza, timbra solo quando salgono i controllori. Ce l’ha ancora in tasca. Non timbrato

  86. qualcuno si ricorda che sulla circolare rossa a seconda di dove scendevi dovevi pagare un’altra tariffa e il fattorino diceva “quindici termina” ?

  87. Sì me lo ricordo io mi divertivo a tenerli per fare finta che erano soldi quando giocavo con le altre bambine Che ricordi . Ora i bambini di ora se non hanno un cellulare in mano non sanno giocare e sopratutto divertirsi

  88. Sì ero piccola e non capivo il significato anche perché i bambini non pagavano

  89. Quanti ne ho strappati, quando da autista facevo ……avanti c’è posto ??

  90. Me lo ricordo benissimo! !siamo quantomeno anziane

  91. Purtroppo ricordo quelli da 25 lire..e prima delle 8 costavano 10 lire.

  92. oddio… me lo ricordo pure io…

  93. E chi si ricorda il cappuccetto di gomma “butterata” che il biglettaio indossava sul pollice?

  94. All’epoca si pagava il biglietto altrimenti i bigliettai non ti facevano salire

  95. Che tempi bellissimi!!! Li ricordo con nostalgia ?

  96. io ce l’ho ancora non si butta via! che bei tempi!

  97. A botte per sedersi su quel seggiolino

  98. Mezza piotta…quanto costava una fetta di cocomero….

  99. si e la mattina presto costava 25 lire

  100. Io avevo mio padre bigliettaio perciò questi commenti li condivido tutti.

  101. Caro vecchio biglietto che ti consegnava il caro vecchio bigliettaio.

  102. A quei tempi tutti pagavano il biglietto e si ogni vettura lavoravano 2 persone. Poi parlano di disoccupazione. Rivoglio il bijettaro come se dice a Roma

  103. Come no! E in orario notturno era bianco e costava 25 lire!

  104. Ricordo quelli mattutini prima delle 8 da 15 lire

  105. C’erano anche da 15 e da 25, a seconda della destinazione.

  106. “A regá, la dietro, l’hai fatto er bijetto?”
    Quante volte me lo hanno detto.

  107. Io lo conservo ancora uno dai tempo della scuola….

  108. Da 15 perché acquistato prima delle 8

  109. A me sembra una cosa recente.Firmato “un settantacinquenne”.

  110. Avatar Orlando Ragnisco ha detto:

    Ginnasio e liceo sempre lo stesso prezzo ! E prima ancora i biglietti differenziati secondo il percorso: “biglietto da venti lire e’ terminato!…” urlava la voce stentorea del bigliettaio. Ma siamo nella preistoria. Portavo i capelli a spazzola e ne avevo tanti..

  111. C’era pure quello da 25 lire. Grigio.

  112. Cambiavano anche il colore. A volte erano verdi gialli blu…… me lo ricordo bene. Bei tempi

  113. Io lo ricordo benissimo,erano di carta molto sottile

  114. La mattina presto prima dello 8 costava 25.lire

  115. Il biglietto di 50 lire si pagava dopo le 8 del mattino, prima si pagava 25 lire

  116. Ne ho qualcuno in qualche libro e anche l’abbonamento

  117. Negli anni ’60 c’erano anche da 30, 40 e 75 lire…

  118. 50 lire… pari a 0,025 euro… qualcuno dice che l’euro ci ha salvati… ma…. vaffanculo..a tutti i grandi figli di puttana che hanno introdotto la nuova moneta……

  119. Me lo raccontava sempre mia madre se prendevi il tram prima delle 8 costava 25 lire

  120. Io ce l’ho sulla mia pagina FB…

  121. E poi se eri al di sotto della tacca del metro…non pagavi…come sono vecchia!!!

  122. Eccome se lo ricordo 50lire…..

  123. Ed il bigliettaio che col pollice staccava il biglietto dalla mazzetta….e poi la rimetteva nella piccola cassa a scomparti con la serrandina grigia!!!!

  124. e la mattina prima delle 7 si pagava 25 lire io prendevo l,autobus assieme a mia sorella x andare al lavoro

  125. Proma delle 7,30 era di 25 lire

  126. quello da 25 lire era grigio..

  127. un infinita’ di ricordi la carta era molto sottile diversi colori …e che rimpianto del bigliettaio che diceva sempre: Andate avanti, avanti c’è posto!…

  128. Si acquistava dal bigliettaio quando si saliva solamente dalla porta posteriore.

  129. Quanti ricordi e quanto tempo è passato..

  130. dentro qualche scatola dei ricordi, ne dovrei avere uno, chissà dove è nascosto? ma lo cercherò!

  131. Ricordando mi sento vecchietta

  132. MA MAGARI RIMETTONO LE LIREEEEEEE

  133. Co nonno a san paolo o a porta portese da parco schuster

  134. Me lo ricordo anche io…mi sembra azzurro..per l’autobus con il bigliettaio. ..fine anni ’70

  135. che bei ricordi. mi ricordo che prima delle 8 costava 10lire.

  136. Io li mettevo da parte, erano colorati e il rumore di quella “carta velina” mi piaceva tanto! Che nostalgia 😔😔😔😔

  137. Mi ricordo che c ‘era un giochino tra i numeri…un numero si nascondeva e con un calcolo preciso si trovava quello nascosto..ma non ricordo il procedimento….ma cercavamo di mettere in difficoltà i compagni.

  138. Bei tempi….ero piccolo ma ricordo bene…il bigliettaio figura eliminata perché costava troppo….adesso l Atac sta sotto terra….!!

  139. Altro mondo..Altro modo di viaggiare ….

  140. e se prendevi i mezzi prima delle 8, se ben ricordo, lo pagavi 30 lire

  141. Prima delle 8 si pagava 25 lire e dopo 50 lire..

  142. Me lo ricordo ero piccolo ma lo ricordo con il bigliettaio e la cassettina che aveva davanti con la saracinesca di legno 😊😊😊

  143. Quando con il bigliettaio tutto pagavano e l’Atac non era piena di buffi,

  144. Struggente….!!! Un fiume di ricordi di sensazioni solo sedimentate…. vivissime …!!!!!

  145. Li raccoglieva e poi con pazienza ci facevo le foderine per i libri … erano brllisdimi: rosa, celesti, grigi…

  146. Sono vecchia. Me lo ricorda. Rimetterei il
    Bigliettaio sull’autobus. Scommetto che l’Atac guadagnerebbe di più

  147. Che bei ricordi , 391 piazza talenti ..

  148. Roma sparita, é sparita anche l’Atac…

  149. C’era il bigliettaio….. Ricordiiiii

  150. Cercate dentro qualche vecchio libro, spesso si mettevano lì una quarantina di anni fa, come segnalibro

  151. In certi orari era di 30 lire e di colore verde

  152. piegarlo veniva fuori mi pare la scritta coniglietto chi lo ricorda ?

  153. Con il controllore a bordo che Te lo vendeva! Ripristinare e si risana ATAC

  154. Evviva allora si che pagavano tutti il biglietto

  155. ….e la societa’ che stampava i biglietti era la BIMOSPA (se ben ricordo degli….ABETE, un discendente del quale ora in B.N.L. ……sta’ facendo…diciamo non troppo bene…..!!!)……

  156. io lo prendevo negli anni sessanta e costava 10 lire prima delle 8 di mattina , e 20 lire dopo . noi , mio fratello e io , avevamo cosi 20 lire da spendere dalla “vecchietta”…. liquirizia , caramelle …..

  157. Non ci pensavamo minimamente a non pagare il biglietto e l’atac era efficiente oggi sta sotto un treno piena di debiti

  158. Scherzi??? .. ma cosi’ bisogna far nuovamente lavorare la gente🤓🤓🤓🤓….pure ai supermercati bisognerebbe far fuori le macchinette automatiche, e quelle degli aereoporti, delle stazioni, delle metropolitane, nelle banche, dei robot nelle fabbriche…..provate a dirlo ai politici che dicono di creare milioni di posti di lavoro…..che invece spariscono sempre piu velocemente.!! Fra altri 10 anni lavorera’ solo la meta‘ della popolazione, e gli altri…!!?? Forse comincieranno davvero a fare la rivoluzione, perche’ seno’ ……moriranno lostesso….di fame… !!!🤐🤐😤😤

  159. me lo ricordo perfettamente, ero piccolissima quando sul tram c era il bigliettaio seduto sul tram e staccava i biglietti….che nostalgia, che bellezza tutta romana!

  160. Biglietto economico e azienda ricca, oggi biglietto ricco e azienda povera.😀

  161. Ma mi ricordo anche i famosi aumenti del biglietto…50..100..150…300…500 lire

  162. Dovrebbero metterlo di nuovo se non vogliono andare a rotoli nessuno paga.

  163. Conservare il biglietto e presentarlo aperto ad ogni richiesta del personale.

  164. Da figlia di bigliettaio li ricordo bene,bei tempi

  165. C’ero anche io sono dei bei ricordi

  166. Anche il servizio è rimasto lo stesso!

  167. Me lo ricordo e prima delle 8 il biglietto costava 25 lire!

  168. Con il bigliettaio a bordo nessuno scappava

  169. Avatar 29 gennaio 2018 ha detto:

    Ricordare questi avvenimenti mi porta indietro di più di cinquant’anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *