Roma Sparita - Via di Santa Passera

Via di Santa Passera

Via di Santa Passera
Descrizione: Chiesa di Santa Passera sulla via omonima
Anno: (?)
Fotografo: (?)
Fonte: Archivio sconosciuto
Aggiunta da Remia Marcello

13 Responses

  1. La Via prende il nome dall’omonima chiesa edificata nel 462 per volere di una matrona di nome Teodora. Venne edificata per deporvi i corpi dei SS. Giovanni e Ciro ( qualcuno ,del resto, la chiam Chiesa di S. Ciro).
    In realtà sembra che non sia mai esistita una santa Passera e che il nome derivi da trasformazioni del nome Abbas Circus,Abbaciro,Appacero,Pacero,Pacera e infine Passera. C’è anche chi lo fa derivare dal nome Prassede; e infatti la chiesa fu anche dedicata a “S. Prassede al Pozzo Pantaleo”.

    • Avatar alain ha detto:

      Negli anni 70, all’ora studente liceale feci uno studio e un rilievo architettonico proprio su questo che inizialmente era un sepolcreto romano fatto erigere da una matrona romana (?) lo testimoniano i resti di intonacatura tipica del 79 sec . d.C
      confrontare affreschi di S.Sebastiano a Roma, anche se questi sono meno elaborati. Sulla parete di fondo ,scesa la ripida scaletta, erano presenti sulla destra tracce di tre figure di Santi, probabilmente i al cui centro doveva rappresentare Ciro o Apaciro, le cui reliquie traslate dall’Egitto furono sepolte all’interno di questo sepolcreto in direzione dell’abside . In seguito terminato l’uso relifgioso, si ipotizza che venne utilizzato come luogo di sosta dei pellegrini che si recavano a Roma, provenienti dal sud, come lo dimostrano le arcate , oggi cieche, di un possibile porticato quale riparo per la notte, che con il tempo divenne abitazione per il custode. In quei lontani anni l’allora parroco permise e alcuni parrocchiani di procedere con un saggio oltre una breccia presente nella parete, da cui venne recuperato un teschio non ben identificato se fosse di donna o uomo, per poi chiudere nuovamente tutto.La parte superiore ha tutte le sembianze di un oratorio paleocristiano con tanto di abside altare e affreschi sacri riutilizzando un’aula di epoca tardo romana . Per lungo tempo chiusa, dopo che le suore che l’avevano in custodia non la seguirono più. la piccola chiesa di cui furono fatti saggi archeologici dietro l’attuale abside, tornò in auge con messe domenicali , matrimoni,…per giungere fino a d oggi…il resto è storia. (

  2. Sulla Magliana prima di piazza Fermi. Bellissima!

  3. …non ci fu mai santa più santa di questa!!!

  4. la vedevo due volte al giorno quando andavo a lavorare e quando tornavo. ormai in pensione me la sono dimenticata.

  5. Una piccola chiesa molto importante dal punto di vista storico religioso: nell’interrato c’è un tunnel ostruito che pare collegasse la chiesetta alla vecchia Basilica di San Paolo (per chi non lo sapesse l’attuale Basilica di San Paolo è un “rifacimento” a seguito della distruzione quasi totale dopo un incendio)

  6. C’è ancora, in parte diroccata, nascosta tra capannoni e tetti in lamiera.

  7. Avatar gelsomina ha detto:

    Poveracci quelli che abitano nella via omonima! Quante battute, sorrisini e doppi sensi dovranno subire ….

  8. Non è diroccata. È stata restaurata anni fa dopo aver tolto tutto ciò che la copriva alla vista tipo erbacce, alberi e “altro”. Non capisco come possa collegarsi a S.Paolo dato che ci sta il Tevere in mezzo.

  9. Chissà … forse una nostalgia?

  10. Chissà … forse una nostalgia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *