Viale dei Romanisti

Viale dei Romanisti


Descrizione: Torre Spaccata – Viale dei Romanisti
Anno: anni ’60
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Roma Sparita

7 Responses

  1. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Elena Caponetti
     e la gente in mezzo alla strada tranquillamente? incredibile!

    Pietro Sammaciccia 
    vorrei passeggiare ora cosi…sai che silenzio???

    Luca Toni 
    basta togliere le macchine e tutto è più umano

    Enrico Simeoli 
    siamo all’incrocio con via Rugantino, procedendo verso via Marforio… e oltre sembra non cia sia nulla!!

    Barbara Grottesi 
    così…è fantastica..!

    Francesca D’Amico 
    fantastico,,,,è surrreale!

  2. Avatar erBasetta ha detto:

    la foto è del 1960 e all’epoca non c’era ne via Subaugusta ne la Palmiro Togliatti e tutta la zona delle case Ina-Casa ed Incis erano denominate Via di Torre Spaccata, lotto… e palazzina…. poi successivamente e dopo l’assegnazione misero le vie attuali ma ripeto viale dei Romanisti era una strada senza uscita. Per fare le altre abitazioni dovettero intubare un fosso di una Marrana che attraversava i campi e proseguiva in direzione del Quarticciolo nella attuale Via Palmiro Togliatti che era ancora piena di baracche del dopo guerra

  3. Avatar Gianfranco Marino ha detto:

    La prima traversa a destra a via dei Romanisti e’ via Giggi Pizzirani, dove nel 1976 ho conosciuto mia moglie e abitiamo ancora la
    Io venivo dal lotto 13 dove ero arrivato con imiei nel1969 E’ fantastica la nostra torrespaccata

  4. Avatar Giampiero ha detto:

    Io al lotto 32,via Giuseppe Martellotti,dai miei nonni negli anni 70….loro dal 1960

  5. Avatar Michele ha detto:

    Sono andato ad abitarci nel 1962

  6. Avatar Giovanni Demirgian Loyman ha detto:

    La ricordo perfettamente così! Ci sono arrivato a settembre del 1961, non c’era una chiesa, solo un bar ed un edicola dei giornali. Le prime Messe furono celebrate con un camioncino e, poi, in un negozio … ci si conosceva tutti, anche se, ai primi tempi, non fu facile! Le feste, con il giradischi, in cantina, si “cazzeggiava” sui muretti! le “comitive”! I “portici” nei pressi di quella che, poi, diventerà la parrocchia! Tempi che non torneranno mai più, altra umanità, altra “educazione”!

    • Avatar gianfranco ha detto:

      Via Barbosi 5 di fronte all’oratorio, io sono il figlio della Mercantina di via Augusto Lupi. Una infanzia bellissima in un quartiere meraviglioso. Sui montarozzi che sono a dx rispetto alla foto ci ho passato tutta la mia fanciullezza. Ci conoscevamo tutti e c’era una grandissima solidarietà. Sono felice di poter avere vissuto tutto questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *