San Basilio

San Basilio


Descrizione: San Basilio – Lotta per la casa. Manifestazione per l’occupazione delle case tra via Montecarotto e via Fiuminata. In lontananza, sopra la testa della giovane donna, si vede, immerso nelle campagne, il casale di Torraccia.
Anno: settembre 1974
Fotografo: (?)
Fonte: archivio sconosciuto
Aggiunta da Adriano Calderini

3 Responses

  1. Avatar Loredana Diana ha detto:

    Cinzia Denaro
     DIETRO CASA MIA…………

    Giancarlo Paccapelo
     E poi la rivolta finì con la morte di Fabrizio Ceruso…fù una guerra che durò alcuni giorni.

    Maria Silvia Borzi 
    la ricordo bene, non si respirava per i lacrimogeni…

    Giampy Vass
     praticamente il set dell’onorevole angelina????

    Adriano Calderini 
    No Giampy, l’Onorevole Angelina è del 1947, e a quell’epoca a San Basilio c’erano le casette “Peter”, non queste. Il set “naturale” dell’Onorevole Angelina è a Pietralata (via Flora, via Silvano ecc.). Se poi intendi che la situazione è ‘analoga a quella del film (lotta per la casa), ci siamo quasi, anche se l’epoca è diversa e nel film non è morto nessuno…

    Teresangela Adamo
     Salve…qualcuno sa dirmi di chi è il progetto del Piano di zona c1 di Torraccia di san basilio? sto facendo una tesi in questa zona..

    Roberta Ferrari 
    me lo ricordo bene!!! ci fu’ la guerra!!!

    Antonietta Tonicello 
    grazie .sapete che sta signora è mia madre e il 14 giugno compie 87 anni , ma fabrizio lo portiamo tutti nel cuore, è la sua tomba si trova al cimitero di TIVOLI se quacuno non lo sa .è lungo il viale ,ed è stata guerra vera…

    Ciro Giorgini 
    ricordo di Fabrizio Ceruso, Pelle per i suoi compagni, come fosse ieri.

    Claudio Giacomini 
    le foto passate alla storia degli anni 70 sono quelle scattate dal grande fotografo Tano D’Amico

    Lia Civardi 
    auguri alla mamma di Marisella Rossi…ricordo quel periodo sembrava la guerra….anche se io in quei giorni ero strafelice mi sarei sposata in ottobre!

    Enzo Caucci Molara
     In questa zona fu girato nel 1972 uno dei più migliori sceneggiati (allora si diceva così) della nostra televisione: “diario di un maestro” con Bruno Cirino affiancato da alcuni bambini di quella borgata.

    Antonietta Tonicello
     oggi ne stanno girando un altro a via corinaldo ( nel bar vicino al partito del p.d)(.e speriamo che non tornino gli anni 70)

    Giovanni Mattei Sì, il fotografo è Tano D’Amico. Io non ero nato, ma i miei fratelli grandi e i miei genitori abitavano a via Sarnano, a un tiro di schioppo (è il caso di dirlo…). Tra i “rivoluzionari” che alimentavano il fuoco popolare dell’insorgenza, pare ci fosse anche Erri De Luca. Qualcuno disse che all’ombra delle case occupate si formasse pure la colonna romana delle Br.

    Luigi Di Cesare
     Io c’ero quel giorno, a settembre del ’74. Lo ricordo eccome. E quast’anno (sett. 2010) abbiamo fatto la commemorazione di Fabrizio Ceruso.29

    Franco Calzetta 
    madonna me lo ricordo con tutta quella polizia ! ero un bambino mi ricordo di mio padre che ci porto via di casa prendendo la strada nei campi vicino dove era il cinema all’ aperto

    Antonietta Tonicello 
    rispondo a Giovanni Mattei.. i rivoluzionari erano solo persone che aiutavano alte persone a resistere un occupazione che durava da un anno..e di punto in bianco ci sono state persone del partito comunista locale che dicevano di lasciare le case..e dietro le quinte cera solo disperazione di chi aveva bisogno di un alloggio.e ti anno informato male le BR..NON SONO MAI ENTRATE NEL CONTESTO …PUOI DIRE LADRI E ALTRO…E LA STORIA LA CONOSCIAMO SOLO NOI CHE L’ABBIAMO VISSUTA ….

  2. Avatar Walter Bonucci ha detto:

    Prendere il 109 per la rivoluzione

  3. Avatar stefania ha detto:

    sono 53 anni che sto a san basilio,,,ricordo tutto ,,,prima era una piccola borgata dove ci conoscevamo tutti,,si stava bene,, ricordo tutto le case occupate i cellerini ,,e’ stata sempre nominata e anche se succedeva qualcosa nei dintorni la radio nominava sempre san basilio,,chiamavo la radio e mi incazzavo anche dicendogli di controllare bene la via,,,ma non mi sono mai vergognata di apartenere a questa borgata ne sono fiera xke’ c’e’ gente perbene, e’ una borgata che non cambierei mai con nessun altra anche se ora e’ davvero diventata “un disastro” !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *