Piazza dell’Alberone

Piazza dell'Alberone
Descrizione: Piazza dell’Alberone, foto scattata dal civico 359 di Via Appia Nuova
Anno: Anni ’50
Fotografo: (?)
Fonte: Gentile concessione archivio personale di Alvaro Storri
Aggiunta da Loredana Diana

46 Responses

  1. sono nata e ho vissuto per 15 anni vicino a piazza dell’Alberone quanti ricordi!!!!!

  2. Mamma mia che traffico… Era snervante, ma come facevano all’epoca…

  3. Numero civico 359 ,li abitava colui che poi divenne mio marito,

  4. Quando vedo queste vecchie foto, mi viene da sorridere pensando a quelli che sparano sentenze tipo. ….una volta i mezzi pubblici erano puntuali. ..?

    • fabrizio barbabella ha detto:

      Mi spiace contraddirti, caro Marcello, ma sino agli anni ’60 i mezzi pubblici erano veramente puntuali.
      Io, ad esempio, ero solito usufruire degli allora tram linea 4 e/o linea 7, in genere da Pz Tuscolo. Ebbene, ti posso confermare che le corse erano VERAMENTE regolari. Purtroppo, con le Olimpiadi del ’60, Roma subì una enorme colata di cemento (leggasi palazzinari) che ha aggravato il trasporto pubblico, tra le altre cose.

  5. Ci abito…da ormai 30 anni…ho provato a cambiare ma dopo 7 mesi sono tornata di nuovo nel mio quartiere…… Pregi e difetti ..non lo cambierei

  6. Non ci abito …ho lavorato per alcuni anni in quella zona….ma questa foto d’epoca e’ bellissima

  7. per l’ennesima volta vi faccio i complimenti per queste bellissime foto

  8. Poi, va bene che c’era molto meno traffico all’epoca, ma perché lì con i sampietrini non c’erano problemi? Li mettevano meglio?

  9. non e’ che e’ sparito l’alberone ?

  10. La topolino è bellissima andavamo al mare con quella e sembrava di essere nel posto più bello del mondo stretti come sardine !!!!!!’

  11. mamma mia che nostalgia rivedere quei posti!!!!

  12. Grande nostalgia e tanti bei ricordi.

  13. I sampietrini sulla strada ! Messi a regola d’arte … ed era veramente un’arte!

  14. Ormai ribattezzata : Piazza dell’alberello secco………

  15. Quanti ricordi…ci ho vissuto per 25 anni, gli anni più belli della mia vita. Passavo di lì per andare a scuola, per la spesa, per fare shopping, per lavorare , è un pezzo della mia vita.

  16. Io andavo a scuola li vicino ! AL liceo classico Augusto@

  17. il tram ancora con il bianco-blu Stefer

  18. La via più bella: l’APPIA.

  19. Io ci sono nata nel 1945 , lo ricordo più tardi con il mercato !

  20. Bellissimi ricordi…..ci sono nato e ancora ci abito…

  21. Cara Roma sparita, sono d’accordo con te, ma negli anni 60 le macchine a Roma non erano molte ,quindi è logico che i mezzi pubblici arrivassero in orario. Un saluto.

  22. Mia esperienza personale, anno 1967 a bordo della linea 36 partenza da piazza Sempione alle 7,40 del mattino arrivo a Porta Pia ore 9,15. altro che poche macchine, nelle ore di punta la Nomentana era impraticabile e i mezzi pubblici non avevano le corsie preferenziali!

    • fabrizio barbabella ha detto:

      Implicitamente, con le tue osservazioni confermi quanto da me scritto in risposta alle osservazioni di Marcello Rufini. Io, infatti ho asserito che SINO AL 1960 il traffico era scorrevole. Poi, con i devastanti lavori per le Olimpiadi di Roma appunto del ’60 la situazione è peggiorata da morire, e ne sono un esempio i sottovia di Corso d’Italia. Fino agli inizi anni ’60, avevo una zia che aveva un negozio di parrucchiera in Via Reggio Emilia, e sovente -con mia madre- la andavamo a trovare. Ebbene Via Nomentana era scorrevolissima, e ancora il 36 era servito (se ben ricordi) da filobus. E ti dò ragione sul fatto che nel ’67 il traffico era ormai caotico, merito (o demerito?) della corsa al benessere e al consumismo). Ciao.

  23. sono proprio belle.Non mi stanco mai di guardarle.

  24. fulvio ha detto:

    che meraviglia,ho abitato in via gino capponi per 40 anni e vedere la piazza dell’alberone cosi aperte e’ meraviglioso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.