Aree archeologiche Archives - Roma Sparita | Visite culturali

Category: Aree archeologiche

0

La Villa dei Quintili

Al V miglio della via Appia (oggi, più prosaicamente, a via Appia Nuova 1092) si trova la più grande villa romana dei dintorni della città: appartenne ai fratelli Sesto Quintilio Condiano e Sesto Quintilio...

0

Mitreo del Circo Massimo

Nel 1931, gettando le fondamenta per i piloni del deposito dei costumi e delle scenografie del teatro dell’Opera (ancora operativo), fu rinvenuto un ambiente in mattoni edificato nel II secolo d.C, forse con funzione...

0

Complesso Monumentale di S. Agnese

Lungo la via Nomentana all’inizio del IV secolo d.C fu sepolta una giovinetta cristiana martire, Agnese. La sua morte si fa risalire alle persecuzioni di Diocleziano, e diverse passiones e fonti scritte ci forniscono...

0

Ipogeo di Via Livenza

A poche centinaia di metri fuori dalle mura Aureliane, nei pressi di porta Salaria, precisamente a via Livenza, nel 1923 venne alla luce un ambiente sotterraneo allungato con terminazione ad abside, affiancato da altri...

0

Villa di Livia a Prima Porta

La Villa di Livia a Prima Porta è un piccolo e prezioso gioiello arrivato fino a noi. Sorge su un piccolo poggio, ai cui piedi si è poi sviluppato l’insediamento di Prima Porta, e...

0

La Piramide Cestia

La Piramide Cestia è l’unico monumento superstite di una serie presente a Roma nel I sec. a.C., quando l’edilizia funeraria fu interessata dalla moda sorta a Roma dopo la conquista dell’Egitto nel 31 a.C....

0

Sotterranei di San Crisogono

Il 4 giugno del 1907 si diede l’avvio agli scavi per conto del Ministero delle Belle Arti. Vennero alla luce la schola cantorum, il recinto del presbiterio, la confessione e la cripta semianulare. Le esplorazioni continuarono nell’aula basilicale e in due ambienti posti ai lati dell’abside, incontrando notevoli difficoltà a causa delle fondamenta della chiesa superiore, che occupano purtroppo buona parte della grande aula sotterranea.

0

Ostia Antica

I resti dell’antica Ostia si inseriscono in un contesto geografico e territoriale molto diverso da quello antico: infatti in età romana il Tevere costeggiava il lato settentrionale dell’abitato, mentre ora ne tocca solo in minima parte un tratto del settore occidentale, essendo stato il suo letto trascinato a valle da una rovinosa e famosa alluvione, nel 1557; inoltre la linea di costa, in origine vicina alla città, risulta attualmente distante di circa 4 km, per l’avanzata della terraferma dovuta ai detriti lasciati dal fiume negli ultimi 2.000 anni.

Sepolcro degli Scipioni 0

Sepolcro degli Scipioni

Si tratta di una rarità del IV e II secolo a. C., in quanto la maggior parte dei cimiteri di famiglia romani risalgono anche a cinque secoli dopo.
Gli Scipioni, una delle più celebri famiglie romane con personaggi come Scipione l’Africano che sconfisse Annibale e il fratello Scipione Emiliano che distrusse Cartagine. “Delenda Carthago, Cartagine deve essere distrutta” e così avvenne.