Roma Sparita - Storie di Roma

Storie di Roma

Dipinto di anonimo del XIX sec

Dipinto di anonimo del XIX sec


Si racconta che a Roma ci fosse una donna molto litigiosa e attaccabrighe. Quando le donne si ritrovavano a lavare i panni al fiume lei non perdeva occasione per litigare con le sue vicine, per qualsiasi motivo, ed era quindi diventata famosa per le sue invettive.
Ma era sicuramente anche molto famoso il suo modo di scaricare la rabbia: dopo aver tanto litigato era solita recarsi sotto un’immagine di una Madonnina, posta in un’edicola vicino casa sua. Fattosi il segno della croce con tutta la devozione possibile, cominciava ad intonare questa litania indirizzata alla persona con la quale aveva litigato:
Che je possino dà tante cortellate
pe’ quanti giorni cià un anno
ora pre nobbi
Che possi sta’ tant’anni a letto
pe’ quanto un pidocchio fa er giro der monno
ora pre nobbi
Che je possino pijà tant’accidente
pe’ quant’ova ce vonno pe ruppe la cuppola de San Pietro
ora pre nobbi
Che possi fa la fine del lanternone, che s’abbrucia,
casca da la finestra e tutti l’acciaccheno co li piedi
ora pre nobbi
Che possino fa’ la fine der bove
che prima lo mazzoleno, poi lo scanneno
poi ce balleno sopra
ora pre nobbi

Una volta terminata questa litania, che poteva essere anche molto più lunga e colorita, la buona donna si faceva il segno della croce e se ne tornava a casa tutta contenta e con l’aria compunta, proprio come se avesse recitato delle preghiere.

16 Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *