Canzoni Archivio - Roma Sparita | Storia e Cultura Canzoni Archivio - Roma Sparita | Storia e Cultura

Category: Canzoni

0

Ma ‘ndo Hawaii…

Ma ‘ndo Hawaii… (se la banana non ce l’hai?)
Parte della colonna sonora del film Polvere di stelle
Cantata da Alberto Sordi e Monica Vitti – Musiche Piero Piccioni

0

E cammina

La strada nostra è come un girotondo,
tu credi che vada avanti all’infinito,
ti sembra di aver girato tutto il mondo…

0

Amore, amore, amore

Quanno volevo io tu nun ce stavi,
si te ‘nvitavo fori, me snobbavi.
Solo de fiori ho speso ‘na fortuna
ma tu chissà si l’hai guardati mai.
Quanno telefonavo te seccavi
o me facevi di che nun ce stavi,
si te beccavo me cambiavi voce
e io me ‘nnammoravo sempre più.
Amore amore, amore amore,
o fai ‘n soriso, oppure ‘n omo more.
E tu m’accontentasti e da quer giorno,
nun me te so’ levato più de torno.
Amore amore, amore amore,
un pò pe’ vorta t’ho fregato er core.
Però ce n’è voluta de pazienza,
quanno tu nun me davi mai ‘mportanza.
Ora, si vengo tardi a ‘na puntata,
me tieni er muso tutta la giornata.
A vorte penzi che io t’ho tradita,
anche si sai che nun lo farei mai.
Amore amore, amore amore,
o fai ‘n soriso oppure ‘n omo more.
E tu m’accontentasti e da quer giorno,
nun me te so levato più de torno.
Amore amore, amore amore,….
Però ce n’è voluta de pazienza.
Amore amore, amore amore,
amore amore, amore amore

Franco Califano 1975
( Franco Califano – Roberto Conrado – Edoardo Vianello)

0

Roma è de tutti

Roma è de tutti
De chi c’è nato e de chi ce viene
De chi in saccoccia non c’ha ‘no scudo e de chi sta bene
Roma è ‘na madre che co’ ‘no sguardo già te capisce
Si sei sincero col core in pace, non te tradisce…

Luca Barbarossa (feat Fiorella Mannoia), 1988

1

Piercarlino

Franco Califano 1977
Autori: Francesco Califano / Francesco Del Giudice / Douglas Gattini Ramirez

0

La pennichella

Oh! oh! oh! Lo sai perchè la gente s’arrovella
e dice che la vita nun è bella?
Perchè je tocca de campà de corza,
e stretta in una morza,
nun c’ha pi er tempo della pennichella;
ossìa, quella mezz’ora de dormita,
che se faceva nonno!
La quale, drento ar treno della vita…
è er supplemento rapido dèr sònno!

La pennichella classica, ha il suo cerimoniale,
bisogna stà alle regole, perchè sinnò nun vale,
er letto è sconsigliabile, ch’er sònno la te passa,
ce vo’ le sedia a dondolo, o ‘na poltrona bassa!
E a questo punto, metti a cuccia er cane e accosta le persiane;
ma non le chiude tutte ch’è ‘no sbajo, lassace uno spiraglio,
perchè il brusìo del mondo, t’arrivi in sottofondo…
La vita te diventa un po’ più bella, e capirai che d’è la pennichella!

1

Portoncino de Testaccio

Stasera una gran sete del passato
di un sogno che per colpa mia è sfumato
il cuore mio vuol far l’indifferente
ma vede solo il pianto del presente
andiamo, lui mi dice, è questa l’occasione
di riveder l’antico… turrione
vecchio… rione

Portoncino de Testaccio
senza chiave né paletti son vent’anni che tu aspetti
di vedere un ragazzaccio
con i libri sotto il braccio.
Tu lo sai quanto ho studiato
per la laurea da avvocato
e difendo in tribunale
ho un palazzo in un bel viale
ma la mia felicità
io l’ho lasciata qua
io l’ho lasciata qua

Portoncino de Testaccio
sempre aperto a tutte l’ore
sù riprenditi il mio cuore
che vestito da signore
piano piano se ne muore.

E un giorno mi sposai per convenienza
per l’ambizione persi la coscienza
lasciando Nina mia che m’adorava mi pare di sentirla che diceva
“perchè pé ‘na straniera
signora americana
tu fai soffrì sto core de Romana
de ‘na Romana”

Sto piangendo ma che faccio
io te do l’urtimo abbraccio
portoncino de Testaccio

0

Roma parlaje tu

Tu me giri attorno
Come l’ape ar fiore
Pure si nun voi capire
Roma me regge er gioco
Pe rubatte er core

Roma, parlaje tu
Io so sortanto che je vojo bene
Notte, parlaje tu
Col gorgoglio de tutte le fontane
Con quell’aria che brucia tra i rami
Come un respiro
Daje un brivido dolce
Come vorrei far’io

Roma, parlaje tu
Perché tu ce lo sai
Che l’ho ner core
Roma, parlaje tu
Ma scegli ad una ad una le parole
Lei me capirà
Che nel mentre che gliè rubo er primo bacio
Se stringerà più forte
E si je piacio me lo dirà stanotte

0

Porta Portese

Porta Portese

Fiore de sale
l’amore fa penà ma nun se more…
d’amore nun se more me se sta male…

Claudio Baglioni
tratta da Questo Piccolo Grande Amore 1972