Roma Sparita - Affaccete Nunziata

Affaccete Nunziata


Affaccete Nunzià, core adorato
che ‘sta nottata invita a fa l’amore
er celo è tutto quanto imbrillantato
la luna manna a sfascio lo sprennore.

E tira un venticello dorce dorce
che fa tremà le foje adacio, adacio
a quando ammalappena che le storce
pe’ faje appiccicà tra loro un bacio

Affaccete Nunziata
boccuccia de cerasa
fravola inzuccherata
fatte vedè lassù.

Però ce manchi tu ‘nde sta nottata,
ce manca la bellezza de quer viso;
quanno t’affacci tu che sei ‘na fata
sto monno se trasforma in paradiso.

Quanno t’affacci te, tutte le stelle
perdeno de bellezza e de chiarore,
perchè tu sei la bella fra le belle
che poi compete co’ quarsiasi fiore.

Affaccete Nunziata
boccuccia de cerasa
fravola inzuccherata
fatte vedè lassù.

di Nino Ilari – Antonio Guida
1893

1 Response

  1. Sabrina Di Sante Sabrina Di Sante ha detto:

    Bellissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *