Roma Sparita - Er zegretario de Piazza Montanara

Er zegretario de Piazza Montanara


Siggnori, chi vvò scrive a la regazza
venghino ch’io ciò cqua llettre stupenne.
Cqua ssi tiè ccarta bbona e bbone penne,
e l’inchiostro il piú mmejjo de la piazza.

Cqua ggnisuno, siggnori, si strapazza.
Le lettre ggià ssò ffatte coll’N.N.
Basta mettérci il nome, e in un ammenne
chi ha ppresscia d’aspettà cqua ssi sbarazza.

Io ciò llettre dipinte e ttutte bbelle.
C’è il core co la frezza e cco la fiamma:
c’è il zole co la luna e cco le stelle.

Cuant’al prezzo, tra nnoi ci accomodamo:
cuant’a scrive, io so scrive a ssottogamma:
duncue avanti, siggnori: andiamo, andiamo.

Giuseppe Gioacchino Belli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *