Roma Sparita - Non guido la macchina

Non guido la macchina

Renato Nicolini
“Non guido la macchina, giro molto a piedi ed è una città che solletica il mio lato surrealista. Arrivo sempre tardi agli appuntamenti perchè lungo il cammino trovo sempre qualcosa che mi incuriosisce”.

Renato Nicolini

66 Responses

  1. Il fatto che non abbia fatto in tutta la vita un giorno di lavoro vero aiuta però.

    • Paolo ha detto:

      Mi piacerebbe sapere che cosa sarebbe un giorno di lavoro “vero” per lei. Lei che lavoro fa/faceva? Chi è che “lavora” veramente e chi no secondo lei? Tra un idraulico, un insegnante, un astronauta, un assessore, un industriale, uno scrittore, chi lavora e chi no secondo lei? Nicolini è stato un pioniere. Spesso andava a piedi, si, invece di ingombrare la strada con scorte e macchinoni, come fanno in tanti paes normali i politici, nonostante siano impegnati e lavorino.

      • E … io facevo il tassista. :D
        Però l’essere un creativo permette di avere assai tempo “libero” e pochi cartellini da timbrare.
        Essere un politico, che come ricordo non ha tangibilmente lasciato segni, lascia molto spazio alle passeggiate.
        Essere lautamente pagato per produrre parole agevola molto nella lotta allo stress.
        Chi è che lavora, secondo me, è una bellissima domanda.
        Nella scala dei valori partirei dallo spazzino che monda i peccati del popolo.
        O il Vigile del Fuoco che spegne i focolai di paura.
        O l’anziano Umberto D. che porta avanti la guerra contro l’oblio.
        Non uno sfaccendato che va a spasso perchè i soldi glieli danno i fessi. :)
        Stavolta divergiamo di brutto.
        Ma le foto di ROMA sono comunque un gran bel vedere.

      • Pioniere, ma pioniere in quale vergine territorio?
        Il radicalchicchismo.
        Mi sarebbe molto gradito correggere la mia impressione se voleste buttar lì due o tre eclatanti opere di Nicolini.
        A me piace imparare.

  2. Era forte, Renato Nicolini !

  3. Purtroppo tra escrementi di animali bancarelle ed altro la città nn si presta

  4. Ricordo che era docente alla facoltà di Architettura a Reggio Calabria. Peccato non venisse mai alle lezioni. Non conosco nemmeno il tono della sua voce.

  5. Eri un grande, Renato Nicolini

  6. Vivere Roma cosi e il massimo, anche io lo faccio quando posso!

  7. Mi manca e mi mancano persone come te…umane

  8. Al Comune di Roma ci vorrebbero persone come te,con la tua preparazione e la tua cultura.

  9. Camminare a Roma apre agli occhi un mondo che sollecita la vista, i sensi ,il pensiero : pavimentazioni sconnesse, sporcizia ,macchine di grossa cilindrata in doppia fila, monconi di alberi abbattuti e non piu’ ricollocati…..ultimamente anche il senso dell’olfatto in alcuni alcuni punti della citta’ e´ sollecitato da un lieve odore di orina di cani e cristiani. Certo ai tempi di Nicolini era tutta un’altra poesia…………..Io francamente sento la mancanza delle parole, il pensiero e la scrittura di Pier Paolo Pasolini e Antonio Gramsci.

  10. Grande Renato tu e Petroselli avete fatto tanto per Roma ci mancate tanto

  11. Ha voluto mettere Roma ,le sere d’estate , a disposizione dei cittadini.Bellissime iniziative !

  12. Bè adesso hanno la Raggi, chissà se lei va in bici ? Sai com’è Raggi/bici….ah ah ah ! Scherzo, scherzo, che quelli se la prendono subito a male !

  13. Bella scusa per persone maleducate. La puntualità è una dote delle persone ben educate.

  14. nel suo caso si che si può dire… ah quando c’era LUI !!!

  15. Ci sdogano’ dalle serate di coprifuoco anni ’70..alle serate di svago ,cultura. e divertimento,fu copiato in tutta Italia..un bel personaggio..grazie Renato

  16. Credo che Roma sia una delle città più difficili riguardo all’essere puntuali – almeno se ci si affida ai mezzi pubblici!

  17. Come era bella Roma quando c’eri tu ,ci manchi 😣😣😣😣

  18. Nicolini e Petroselli,con loro sindaci che bel periodo per Roma e per i Romani

  19. Si……..ma bisogna essere puntuali per RISPETTO agli altri!

  20. Ce ne fossero ancora di assessori così…

  21. per la cronaca. Non fu mai sindaco. Ma valeva 100 di quelli che abbiamo avuto

  22. Lo incontravi sugli autobus o in giro per Roma. Una persona di altro calibro.

  23. Il cugino di Marco Ligini . Tutti morti

  24. giancarlo ha detto:

    Uno dei più grandi e creativi assessori che la città abbia mai avuto.
    Da principio ero contrario alle spese comportate dalla Estate Romana ma mi sono prontamente ricreduto quando ho visto la città rifiorire, cancellando l’atmosfera livida in cui era affondata: famiglie che portavano i bambini a prendere il fresco a Piazza Navona, i giocolieri, le iniziative culturali.
    Qualcosa ormai perduto nel grigiore della malavita e della corruzione imperante.

  25. Ho sostenuto uno dei miei primi esami con lui in Teoria della ricerca architettonica…bravissimo docente

  26. Per anni è stato assistente incaricato del Prof. Mario Fiorentino a Valle Giulia…aveva un grandissima cultura che oggi avrebbe fatto un gran comodo fosse ancora operante.

  27. Che spettacolo erano le prime Estati Romane sul finire degli anni ’70. Irripetibili.

  28. Incredibile fare teatro senza nessuna tecnica nessuna metodolgia

  29. La sera ero sempre in giro…. che estati magiche!!!!

  30. C’è sempre che fa’ pipì fuori dal cesso

  31. Grande persona e grande urbanista! Estati romane indimnticabili!

  32. Un grande, conosciuto ai tempo delle Estati Romane e dell’Effimero…………

  33. È stato un grande amico,dal 1975 in poi,nonostante avessimo ideologie diverse,composizione 1,ed anni a seguire,viaggiava sempre in autobus con l’ombrello al braccio.

  34. Bella persona….questi personaggi si che amavano ROMA e hanno fatto tanto. Ciao grande😂😂😂 Nicolini!

  35. È stato un grande architetto, urbanista e intellettuale e soprattutto ha amato Roma.

  36. troppo forte.♡☆♡☆

  37. L’Estate romana fu inventata da lui,Sei sempre nei miei ricordi.Grazie.

  38. Lo avrei voluto come sindaco di Roma, se lo sarebbe meritato proprio ma non piaceva al PD, il suo partito, motivo in più per volerlo sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *