Roma Sparita - Romolo e Remo

Romolo e Remo

Seconno er fatto storico romano,
come ce riccontava la maestra,
Romolo e Remo, dentro a ‘na canestra,
vennero giù pe’r fiume, da lontano.
Er vento poi li spinze su in ripiano,
in mezzo a quattro piante de ginestra,
e lì successe er sarvataggio extra,
rimasto pe li secoli un arcano.
‘Na lupa li sarvò, così li pupi,
succhiorno er latte suo come a ‘na balia
e crebbero co l’indole de lupi.
De fatti da li tempi ormai lontani
li discennenti succhieno l’Italia
e quer ch’è buffo è che nun sò romani.

Trilussa

8 Responses

  1. su Facebook ha detto:

    Grande !

  2. su Facebook ha detto:

    Succhiano forte

  3. su Facebook ha detto:

    Ce stanno a succhià er sangue

  4. su Facebook ha detto:

    Avemo finito pure quello, se continuano così 😢😢😢

  5. su Facebook ha detto:

    Trilussa poeta antico ma sempre attuale

  6. su Facebook ha detto:

    Purtroppo attuatissima!

  7. su Facebook ha detto:

    Grande!!!

  8. su Facebook ha detto:

    L importante è magna’, magna’ sempre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *